Come sappiamo se abbiamo dei parassiti intestinali?

· 9 ottobre 2014
Per eliminare i parassiti intestinali privilegiate il consumo di aglio, semi di zucca, papya e tisane, evitate gli zuccheri, l'alcol, i latticini e i carboidrati.

I parassiti intestinali purtroppo colpiscono buona parte delle persone e a qualsiasi età. Il problema maggiore è che i sintomi che causano non aiutano a identificarne la presenza in modo facile, visto che possono essere confusi con altre situazioni: stanchezza, ansia, nervosismo, problemi digestivi, mal di testa, problemi di peso, ecc.

In questo articolo vi spieghiamo come potete sapere se avete dei parassiti e che cosa dovete fare per prevenirli e combatterli, sia attraverso l’alimentazione che con alcuni rimedi naturali.

I parassiti intestinali

I parassiti sono degli organismi che si insediano nel nostro organismo e che per vivere si alimentano delle nostre cellule e degli alimenti che ingeriamo. Sia i parassiti che i funghi e i batteri abbondano nel nostro corpo, ma quando siamo in salute vivono in equilibrio con noi, dandoci anche molto benefici. Il problema si pone quando c’è uno squilibrio che altera i nostri livelli di pH, enzimi o flora intestinale: a questo punto diventano patogeni e aggressivi e iniziano a causare diversi tipi di malattie.

Per questo è necessario mantenere un equilibrio nel nostro organismo attraverso un’alimentazione corretta e delle buone abitudini; se necessario, è opportuno anche fare ricorso a degli integratori alimentari, per prevenirli e combatterli.

Non esiste un solo tipo di parassita. Il più conosciuto è quello della candida, ma ne esistono anche altre tipologie comuni come la giarda lamblia, gli ascaridi e la tenia (più conosciuta come “verme solitario”).

Come possiamo capire se li abbiamo?

I sintomi più comuni sono i seguenti:

  • Disturbi dell’appetito (eccesso o mancanza di fame senza motivi apparenti)
  • Occhi gonfi
  • Ansia e nervosismo
  • Prurito alla punta del naso, negli occhi o nella zona anale
  • Pupille dilatate
  • Disturbi intestinali (stitichezza o diarrea)
  • Insonnia senza motivi apparenti
  • Stanchezza
  • Mal di testa

Anche se questi sintomi possono essere dovuti ad altri motivi, se ne soffrite spesso e per molti giorni o settimane di fila vi raccomandiamo di valutare la possibilità di sottoporvi a un trattamento.

Questo problema può colpire anche i bambini, ed è ancora più difficile da identificare. Controllate soprattutto se si grattano spesso la punta del naso o la zona anale, o se notate che sono più nervosi del solito senza cause apparenti.

Se inoltre avete degli animali domestici è bene deparassitarli ogni mese, visto che attraverso il contatto diretto è più facile che ci passino i parassiti di cui anche loro soffrono spesso.

L’alimentazione è fondamentale

L’alimentazione da seguire per eliminare i parassiti dev’essere molto rigida, visto che i parassiti si nutrono di determinati alimenti.

Sarà fondamentale evitare completamente:

  • Lo zucchero e gli alimenti zuccherati
  • L’alcol
  • Il latte e i latticini

zucchero

Inoltre, è bene ridurre il consumo di carboidrati raffinati (riso bianco, pasta, prodotti da forno, ecc.).

Dovrete invece includere nella vostra dieta alcuni alimenti fondamentali:

  • L’aglio, un eccellente antiparassitario. Dovete consumarlo crudo e ogni giorno. Se avete problemi a digerirlo, potete farne una crema da spalmare sul pane o comprarlo in capsule o pastiglie.
  • Anche i semi di zucca sono un ottimo rimedio per combattere i parassiti. Dovete mangiare ogni giorno almeno 30 semi di zucca crudi. Potete tritarle e mischiarle con altri alimenti, se lo desiderate.
  • I semi di papaya. Potete preparare un frullato di papaya aggiungendo anche i semi, dell’acqua e un po’ di stevia per addolcire. Prendetelo la mattina a digiuno.

semi di zucca

Durante la giornata e lontano dai pasti, inoltre, prendete degli infusi di timo, origano e camomilla, una combinazione che vi aiuterà ad aumentare le difese e uccidere i parassiti.

La cura dell’intestino

La prevenzione migliore è quella di avere un intestino che funziona al meglio, evitando soprattutto le diarree ricorrenti o la stitichezza attraverso degli integratori naturali e una buona alimentazione ricca di frutta e verdura fresca.

  • Se soffrite di stitichezza, prendete dei semi di lino, prugne secche, alimenti ricchi di crusca e bevete molta acqua durante la giornata.
  • Se soffrite di diarree, prendete alimenti astringenti come il riso in bianco (o il suo brodo di cottura), il tè verde o un integratore a base di carbone vegetale.

riso in bianco

D’altra parte, i parassiti intestinali alterano la flora intestinale e di solito proliferano quando questa non è equilibrata. Per questo è bene prendere dei probiotici per ripopolare la flora batterica e prevenire e combattere i parassiti. Potete comprarli in farmacia o erboristeria e assumerli per un periodo.

Immagini per gentile concessione di judy, food thinkers e Alicakes
Guarda anche