Il consumo di pornografia: il mio partner non mi desidera più?

· 6 settembre 2018
Nelle relazioni di coppia l'uso di pornografia da parte di uno dei partner fa scattare un segnale d'allarme: mancanza di desiderio. Il consumo di pornografia anche quando si è in coppia dovrebbe preoccuparci?

Tutti noi in misura maggiore o minore abbiamo fatto o continuiamo a fare uso di pornografia. Sembra però che tutto il materiale pornografico sia destinato a persone single: cosa accade quando siamo in una relazione di coppia?

In queste relazioni l’uso della pornografia da parte di uno dei membri della coppia fa scattare un segnale d’allarme: mancanza di desiderio.

L’uso di materiale pornografico quando si sta in coppia deve essere fonte di preoccupazione?

Cos’è realmente la pornografia?

Uomo e donna guardano pc

Quando pensiamo alla pornografia, ci viene in mente in modo automatico la quantità di filmati e di fotografie che possiamo trovare su Internet, gratuitamente o a pagamento.

Non possiamo però dimenticare gli altri tipi di materiali che diffondono questo tipo di contenuti. Ci riferiamo alle riviste e anche ai racconti che possiamo trovare con una semplice ricerca su Internet.

La pornografia non ha altro obiettivo che la ricerca e l’ottenimento del piacere sessuale. Il desiderio viene stimolato attraverso filmati e fotografie. Questo effetto si produce anche quando leggiamo un racconto porno, per il quale entra in gioco, inoltre, la nostra immaginazione.

Leggete anche: Stimolazione sensoriale: i sensi che ci danno piacere sessuale

Tutto ciò fa sì che la pornografia sia stata relegata all’uso individuale e privato. Le persone ne fanno uso per masturbarsi e ottenere soddisfazione sessuale. Sono pochi coloro che condividono questo godimento con il proprio partner.

Infatti nelle relazioni di coppia sono molte le persone che continuano a farne uso, ma di nascosto, per timore della reazione del partner. Per quale motivo?

Gelosia, insicurezze e le convinzioni all’interno delle relazioni di coppia

Coppia preoccupata per uso di pornografia

La relazione di coppia “ideale” è quella a cui noi tutti aspiriamo, dal momento che il modello che la società ci inculca è quello della coppia in cui due persone si amano, stanno insieme e rimangono fedeli in tutti i sensi.

Con l’espressione “fedeltà in tutti i sensi” intendiamo che non è possibile guardare altre persone, provare attrazione per qualcun altro, dire frasi come “quella ragazza mi sembra veramente attraente”, o fare uso di pornografia.

Gli occhi ce li abbiamo tutti, e lo stare in coppia non vuol dire che non possiamo trovare attraenti altre persone. Questo non significa che non si desidera il proprio partner, e ancora meno che lo si lascerebbe per un’altra persona. Si tratta infatti di un estremo che abbiamo adottato come standard.

La gelosia e le insicurezze nelle relazioni sono all’ordine del giorno. Siamo convinti che il nostro partner sia nostra proprietà e che si trovi sotto il pericolo costante che qualcuno ce lo possa sottrarre. Per questo motivo, se il nostro partner fa uso di materiale pornografico, ci domandiamo se non ci desideri più, e cosa possiamo fare affinché questo non accada di nuovo.

Leggete anche: L’amore non si cerca, si trova

La pornografia non denota nessun problema nella relazionema è quello che pensiamo a causa delle insicurezze e della paura che proiettiamo sul nostro partner, e che dovremmo risolvere.

Per il solo fatto di stare in coppia, le persone non dovrebbero cessare di consumare contenuti pornografici. Anzi, potrebbero farne uso assieme. L’uso condiviso favorirebbe la relazione molto di più rispetto alle arrabbiature e alle recriminazioni dovute alla paura, che non hanno nessun senso.

Quando la pornografia è da ritenersi un problema?

La pornografia può far volare l’immaginazione, aumentare il desiderio nella coppia e fare in modo che i rapporti sessuali siano arricchiti. Non si finisce mai di imparare, specialmente in questo campo.

La pornografia però può essere dannosa qualora si manifestino i casi che passiamo ad elencare:

  • Ne viene fatto un uso eccessivo e disfunzionale.
  • Si ricorre al suo utilizzo per sfuggire ai problemi di coppia.
  • La persona è precipitata in uno stato di dipendenza che la isola e che si ripercuote negativamente nelle relazioni con gli altri.

In tutti questi è necessario un aiuto professionale.Tutti gli eccessi sono negativi e qualsiasi cosa può generare dipendenza.

Se però non è questo il caso, il consumo di pornografia non ha nessun connotato negativo, e guardare contenuti pornografici può incrementare la libido e dare idee su nuovi giochi sessuali.

E’ giunto il momento di rompere con certi pregiudizi e tabù che ruotano attorno al consumo di materiale pornografico.

Guarda anche