Convivere con una persona bipolare: cosa bisogna sapere?

1 Dicembre 2019
Vi siete mai chiesti cosa significa convivere con una persona bipolare? Chi ne ha esperienza sa che non è affatto semplice. Ve ne parliamo in questo articolo.

Convivere con una persona bipolare non è affatto facile, chi ha vissuto questa esperienza sa bene che si tratta di una vera e propria sfida.

Alcuni la paragonano allo scalare una montagna, in quanto le emozioni sono estremamente mutevoli. Vale a dire che a volte si può raggiungere la cima, e delle altre precipitare rovinosamente.

Le relazioni umane sono già di per sé complesse; pensate a cosa può voler dire convivere con una persona bipolare, il cui umore cambia di continuo. Sono tanti i fattori che possono influenzare gli sbalzi d’umore di una persona con disturbo bipolare, ma è anche vero che chi le sta accanto può essere di grande aiuto.

Cos’è il disturbo bipolare?

Donna con disturbo bipolare
Le persone con disturbo bipolare mostrano costanti sbalzi d’umore. In alcuni casi manifestano manie, mentre altre appaiono depresse.

Il disturbo bipolare è caratterizzato da alterazioni dell’umore, che, sebbene ne esistano diversi sottotipi, in genere oscillano tra episodi di maniacalità ed episodi depressivi o misti.

Tali cambiamenti possono verificarsi annualmente in due o tre cicli; in altri casi, invece, un episodio può essere seguito da un altro per diversi giorni.

Leggete anche: disturbo di personalità narcisistico

Cosa ci si può aspettare durante gli episodi maniacali?

Quando il soggetto attraversa un episodio maniacale, può provare quanto segue:

  • Grande gioia, ottimismo, forza e coraggio.
  • Ansia, nervosismo o turbamento.
  • Parlare rapidamente e passare da un argomento all’altro, senza pause.
  • Sentirsi capace di svolgere molte attività.
  • Creatività e tanta energia.
  • Dormire meno ore e riposare poco.
  • Se crede che i sue bisogni non vengano soddisfatti o non ottiene quanto desidera, può assumere atteggiamenti irascibili.
  • È possibile che si esponga a dei rischi con alcuni progetti o assuma comportamenti insoliti, come fare acquisti in modo eccessivo o spendere soldi inutilmente.
  • In genere prova più interesse sessuale.

Cosa aspettarsi durante gli episodi depressivi?

  • Tristezza.
  • Eccessiva preoccupazione e sensazione di abbandono.
  • Perdita di interesse per le attività che prima la gratificavano.
  • Difficoltà di concentrazione.
  • Stanchezza, apatia

Come si può notare, i soggetti con disturbo bipolare possono oscillare tra il sentirsi al massimo e sentirsi completamente abbandonati. Ciò accade a causa del passaggio dall’episodio maniacale a quello depressivo.

Può interessarvi anche: Sintomi di malattie mentali che bisogna conoscere

Come convivere con una persona bipolare?

Disturbo bipolare
Convivere con una persona bipolare può essere alquanto difficile. Tuttavia, il supporto della famiglia e del partner è decisivo per il benessere del paziente.

Come indicato dagli studi condotti, convivere con una persona con disturbo bipolare non è facile. In molti casi, chi le sta attorno può sentirsi offeso o vedere invaso il proprio spazio.

Anche la sensibilità di tali persone può venire ferita, specialmente in fatto di esigenze sessuali, ma le ricerche suggeriscono che il supporto è importante. Queste persone devono tenere presente che tentare di cambiare il proprio comportamento non servirà a nulla.

In particolare i partner controllano con attenzione le loro abitudini, i loro sguardi o inibiscono alcuni comportamenti per evitare che l’altro si arrabbi o si deprima. Tuttavia, ciò non basta a evitarne le reazioni.

Consigli per convivere con una persona bipolare

  • Cercare aiuto professionale: sia per la persona che soffre del disturbo, che per il partner o chi le sta intorno.
  • Se la persona non ha ricevuto una diagnosi, è importante farle capire la necessità di chiedere aiuto in modo che, dopo il trattamento, le cose vadano per il meglio.
  • Ricorrere all’amore e alla comprensione: offrire supporto, invece di giudicare, o rimproverare. La migliore raccomandazione è quella di far capire alla persona che teniamo a lei e che vogliamo solo il meglio per il suo bene.
  • Eliminare lo stigma legato ai disturbi mentali: comprendere che andare dallo psicologo o dallo psichiatra è giusto, in quanto questi professionisti possono aiutarci a cambiare per migliorare la nostra vita.
  • Incoraggiarla a svolgere attività fisica: specialmente quando si sente depressa. Ciò la aiuterà a stare meglio e a sentirsi sostenuta. Dobbiamo sempre trasmettere quiete e tranquillità.
  • Non farla diventare una vittima: non sentitevi responsabili di ciò che accade. Se preferite, potete partecipare alle sedute di psicoterapia per far sentire il vostro supporto alla persona bipolare.

Cosa possiamo fare per noi stessi ?

In primo luogo, dobbiamo prenderci cura della nostra salute mentale, in modo da evitare di sentirci logorati. Prenderci cura di noi fisicamente, fare sport, mangiare in modo sano e dedicarci ad attività gratificanti.

Seguendo queste linee guida, potremo stare meglio, non solo noi, ma anche la persona che sta attraversando un momento difficile a causa del disturbo bipolare.

Chi soffre di disturbo bipolare a volte può ferirci, ma in genere ciò non accade per volontà; è dunque fondamentale cercare un aiuto professionale per gestire tali episodi.

  • Gutiérrez-Rojas, L., Martínez-Ortega, J. M., & Rodríguez-Martín, F. D. (2013). La sobrecarga del cuidador en el trastorno bipolar. Anales de Psicologia. https://doi.org/10.6018/analesps.29.2.124061
  • Herrero Villanueva, J. A., & Serrano Parra, M. D. (2006). Planes de cuidados al paciente con depresión y trastorno bipolar. Oferta Terapéutica En Enfermería de Salud Mental.
  • María, D., Lic, P., Perinot, L., & Gagliesi, P. (2015). Trastorno Bipolar Guía para pacientes, Familiares y allegados. Fundación Foro.
  • Suárez, M. Z., Montes, M. G., Jarabo, D. S., & Forteza, G. L. (2015). Trastorno bipolar. Medicine (Spain). https://doi.org/10.1016/j.med.2015.08.003