Cosa fa il nostro corpo mentre dormiamo?

· 10 dicembre 2015
Mentre dormiamo, il nostro organismo si occupa anche di produrre anticorpi per difenderci da virus e batteri; per questo motivo, quando ci ammaliamo, sentiamo un maggiore bisogno di dormire.

Non serve posizionare una telecamera prima di andare a dormire per analizzare cosa facciamo durante il riposo: molte delle attività prodotte durante il sonno sono interne e non possiamo vederle.

Siete curiosi di sapere cosa fa il nostro corpo mentre dormiamo? Continuate a leggere questo articolo; alcuni dati sono molto interessanti!

Il corpo continua a lavorare mentre dormiamo

Chiaramente, appena chiudiamo gli occhi, non tutto smette di funzionare. Mentre dormiamo, il corpo continua a lavorare e queste sono le sue attività principali:

Gli arti si paralizzano

Durante la fase più profonda del sonno, la fase R.E.M. (sigla in inglese di “movimento rapido degli occhi”) i muscoli degli arti si rilassano, fino a paralizzarsi.

Il corpo fa dei “salti”

Sognare-500x392

Di certo vi sarà capitato di provare la sensazione di cadere nel vuoto mentre dormite , sensazione che vi fa svegliare di soprassalto. Si chiama spasmo ipnico. Si tratta di una contrazione muscolare involontaria che si può interpretare come uno sforzo che facciamo per restare svegli o per svegliarci, una specie di campanello d’allarme.

Vi consigliamo di leggere: Perché non dormiamo bene? I nostri antenati avrebbero la risposta

La temperatura corporea si abbassa

Durante il giorno, mentre siamo impegnati nelle nostre attività, la temperatura è più alta perché stiamo bruciando calorie. La notte, quando dormiamo, abbiamo bisogno di risparmiare energia. Il corpo, quindi, rallenta la combustione delle calorie. Per questo motivo, possiamo sentire freddo durante il sonno perfino d’estate.

Gli occhi si muovono rapidamente

Movimento-degli-occhi-500x289

Durante il sonno, passiamo attraverso cinque fasi diverse e, come abbiamo detto prima, la più profonda e la più attiva è la REM. Una volta raggiunta questa fase, si comincia di nuovo con la prima.

Questo succede un’ora, un’ora e mezza dopo esserci addormentati. Gli occhi si muovono avanti e indietro in maniera del tutto involontaria.

Cancelliamo le informazioni inutili

La mente è la parte del corpo più attiva durante il sonno. Ogni notte si occupa di eliminare tutto ciò che non serve e occupa spazio nella nostra memoria. Quello che vale la pena di conservare passa nella memoria a lungo termine e il resto va nel “Cestino”.

Produciamo più ormoni della crescita

Questo è uno dei motivi per cui da neonati si passa la maggior parte del tempo dormendo (e lo stesso vale per tutti i mammiferi appena nati). L’ormone della crescita, la somatotropina (o GH acronimo di growth hormone), non solo ci fa crescere, ma permette ai muscoli, alle ossa e ai tessuti di rigenerarsi.

Solitamente viene rilasciato in misura maggiore nelle fasi più profonde del sonno. Il GH, inoltre, contrasta l’abbassamento del livello di glucosio nel sangue.

La gola si restringe

gola-500x334

Il motivo di questo cambiamento è dovuto al rilassamento dei muscoli del collo, ed ecco perché molte persone russano, pur non avendo il naso chiuso.

In alcuni casi le vie respiratorie si chiudono completamente o parzialmente provocando un’apnea durante il sonno.

Il nostro sistema immunitario si rafforza

Avrete certamente sentito dire che abbiamo bisogno di dormire otto ore a notte per non ammalarci. Certo, perché mentre dormiamo, produciamo una grande quantità di anticorpi, la nostra difesa contro gli attacchi di virus e batteri.

Per questo motivo, quando siamo raffreddati o non ci sentiamo bene, tendiamo a dormire di più.

Digrignamo i denti

Il bruxismo è un fenomeno piuttosto comune, soprattutto nei bambini e nei giovani. L’abitudine a digrignare forte i denti può aggravarsi quando si è sotto stress oppure quando la mandibola è disallineata. Le persone che soffrono di questo problema si svegliano con la bocca dolorante; i denti, alla lunga, finiscono per consumarsi o spezzarsi.

I reni si mettono a riposo

reni-500x400

Se così non fosse, faremmo la pipì nel letto! Durante il giorno, la funzione renale è attiva e ci aiuta a filtrare le tossine che si accumulano nel sangue. A questo scopo, viene prodotta l’urina. Quando dormiamo, l’azione di filtraggio dei reni rallenta fino a smettere di generare liquido. 

Poiché accumuliamo scorie durante il sonno senza poterle eliminare per diverse ore, (a meno che non ci alziamo nel cuore della notte per andare in bagno) il colore dell’urina, appena alzati, è più scura.

La vista migliora

Durante il sonno, rigeneriamo molte cellule. Quelle degli occhi non fanno eccezione. La mancanza di sonno provoca alterazioni delle palpebre e della pellicola lacrimale che protegge la cornea.

Probabilmente la mattina vedete meglio rispetto alla sera e uno dei motivi è questo (oltre al fatto che con il passare delle ore la vista si stanca).

Chi soffre di borse sotto agli occhi vedrà che si riducono dopo un buon sonno.

Parliamo nel sonno

Molte persone hanno il “problema” di parlare nel sonno. Succede al 5% della popolazione ed è un disturbo che può rivelarsi imbarazzante se condividiamo la stanza con qualcuno. Curiosamente la maggior parte non ricorda nulla di quello che ha detto.  È noto che lo stress e la depressione aumentano le “chiacchiere notturne”.

Vi consigliamo di leggere: Collegamento tra insonnia ed Alzheimer?

Sentiamo “un’esplosione” nella testa

Questo è un dato curioso. Vi è mai capitato di provare quella sensazione nella testa simile ad un’esplosione, che vi fa svegliare e cercare di capire da dove sia arrivato il rumore? Quando questo capita, vuol dire che state attraversando una fase di forte stress e di ansia.

Guarda anche