15 cose da non mettere in lavastoviglie

Se non fai attenzione, potresti rovinare i tuoi preziosi utensili da cucina. Tieni fuori dalla lavastoviglie coltelli di alta qualità, padelle antiaderenti e taglieri!
15 cose da non mettere in lavastoviglie

Ultimo aggiornamento: 16 giugno, 2022

Sì, sappiamo che fa risparmiare un sacco di tempo. Nonostante questo, ci sono cose che non dovresti mettere in lavastoviglie. Altrimenti, finirai per rovinarle.

Probabilmente non ti piace lavare i piatti a mano, ma quando si tratta di oggetti delicati, è la strada da percorrere. Se decidi di risparmiare qualche minuto sulle faccende domestiche, forse ti troverai a dover investire in stoviglie o altri utensili da cucina. O forse in un nuovo elettrodomestico.

Ecco un elenco di tutte le cose che non dovresti mettere in lavastoviglie.

1. Pentole e padelle in ghisa smaltata

La maggior parte delle pentole e padelle smaltate possono andare in lavastoviglie, ma con alcune non puoi. Come si fa a sapere? Dipende dal marchio.

È sempre buona abitudine leggere le istruzioni del produttore. Tuttavia, se non le hai, meglio lavarle a mano con una spugna morbida. In caso contrario, corri il rischio di rovinare lo smalto.

D’altra parte, alcuni esperti dicono che affinché la ghisa mantenga le sue proprietà (scaldare rapidamente, trasmettere e trattenere bene il calore), è consigliabile lavarla con acqua calda senza sapone, asciugarla immediatamente e cospargerla con un filo di olio d’oliva.

2. Pentole e padelle antiaderenti

Le superfici antiaderenti sono molto delicate. Pertanto, a meno che le istruzioni non dicano diversamente, sono una delle cose da non mettere in lavastoviglie.

I detersivi per la lavastoviglie sono generalmente molto forti. Questo, insieme ai getti pressurizzati emessi dalla macchina, può causare la rottura di pezzi del rivestimento.

Ti consigliamo di utilizzare una spugna morbida e un po’ di detersivo per piatti. L’antiaderente è una superficie nobile, che non ha bisogno di essere sfregata per garantire la pulizia. A volte basta passare un canovaccio da cucina.

Pentole e padelle che non dovresti mettere in lavastoviglie.
Non tutte le pentole sono lavabili in lavastoviglie. Controlla le istruzioni del produttore.

3. Vasi di ceramica o di terracotta poco smaltati

I vasi di terracotta, se non ben sigillati, sono porosi. Questo li rende esposti alle crepe se messi in lavastoviglie.

Inoltre, i getti pressurizzati di acqua calda consumano il rivestimento e li rendono inclini a accumulare agenti patogeni.

La situazione peggiora se vengono utilizzati ad alte temperature e in ambienti umidi. Pertanto, ti consigliamo di lavarli a mano con un detersivo delicato e di asciugarli molto bene con un panno pulito.

4. Wok

I wok sono pentole utili per saltare il cibo in padella. Possono essere in ghisa o acciaio al carbonio e hanno il manico in legno; materiali che non devono essere lavati in lavastoviglie. Inoltre, è quasi certo che a causa del loro volume non si adatteranno agli spazi offerti dalla lavastoviglie.

5. Contenitori di plastica morbida

I contenitori di plastica possono rovinarsi in lavastoviglie. La regola è semplice: devi assicurarti che siano adatti a riscaldare i cibi nel microonde.

Se non lo sono, non sono neanche lavabili in lavastoviglie. Cerca l’immagine di una forchetta con un bicchiere; questa è l’indicazione che la plastica è resistente e può essere lavata con acqua calda.

In caso contrario, può rilasciare sostanze tossiche e usurarsi. Si deformerà e invecchierà velocemente o prima di quanto stabilito dal produttore.

Lo stesso accadrà con qualsiasi utensile da cucina in plastica non adatto a riscaldare il cibo.

6. Coltelli di alta qualità

Con i coltelli convenzionali non ci sono problemi. Non è così per i coltelli che usano gli chef.

Questi sono fatti di un metallo speciale che il calore della lavastoviglie può deformare. La lama si smussa e smette di tagliare bene. D’altra parte, anche il manico si rovina.

7. Thermos

I thermos sono realizzati con una struttura interna che consente di mantenere i liquidi caldi o freddi più a lungo. Pertanto, se li metti in lavastoviglie, l’acqua pressurizzata potrebbe insinuarsi tra gli strati interni del barattolo e rimanere intrappolata. Ciò può causare la crescita di muffe.

8. Taglieri e utensili in legno

Le condizioni in cui la lavastoviglie igienizza gli utensili finiscono per generare crepe nel legno. In seguito, quando vengono utilizzati, i succhi e i liquidi dei cibi filtrano nel materiale. Inoltre, il legno tende a deformarsi, accorciando la sua vita utile.

9. Utensili in alluminio e rame

Il mix acqua calda e sapone forte tende a rovinare sia l’alluminio che il rame, portandoli ad ossidarsi nel tempo. Devi quindi fare attenzione a non mettere in lavastoviglie oggetti realizzati con questi materiali.

10. Utensili di grandi dimensioni

Gli oggetti di grandi dimensioni possono danneggiare la lavastoviglie. Ostacolano, infatti, la rotazione del meccanismo di lavaggio.

D’altra parte, i tagliabiscotti sono strumenti delicati e fragili che non resistono alle condizioni della lavastoviglie. La stessa cosa accade con gli stampi per dolci e per ciambelle che hanno molti rilievi.

11. Coperchio della pentola a pressione e gommini

Le parti del robot da cucina e le gomme in generale fanno parte di questo elenco. Questi accessori sono molto delicati e i loro materiali non resistono all’acqua calda, poiché si deformano e perdono di efficacia.

I coperchi delle pentole a pressione sono costituiti da una valvola che ha all’interno una guarnizione, la quale può danneggiarsi se ci sono particelle di sapone che finiscono per intasarla. Il manico è un altro elemento che, dopo ogni lavaggio, si deteriora e si deforma.

12. Articoli con etichette o colla

Le stoviglie devono essere prive di resti di cibo e i vasetti privi di etichette o collanti. Si consiglia di rimuovere lo sporco prima di introdurre gli oggetti. In caso contrario, gli scarichi, i tubi e altri dispositivi della lavastoviglie potrebbero intasarsi.

13. Caffettiera

Per via della sua struttura, la caffettiera è una delle cose da non mettere in lavastoviglie. Non è nemmeno consigliabile lavarla con il detersivo. La cosa più sicura è sanificarla solo con acqua calda.

La caffettiera non può essere lavata in lavastoviglie.
Le caffettiere sono oggetti speciali: un lavaggio corretto garantisce la buona riuscita del caffè.

14. Grattugia

Le grattugie hanno un tagliente, proprio come i coltelli. Quando vengono a contatto con l’acqua calda, la perdono.

D’altra parte, a causa della struttura e degli angoli, è meglio lavarle a mano per garantire una pulizia assoluta.

15. Tazze, bicchieri e altri oggetti in cristallo

Ci riferiamo a oggetti in cristallo, non al vetro: sono due materiali che vengono spesso confusi.

Il primo è un materiale più delicato e di solito più costoso. Se sottoposto ad alte temperature tende a deformarsi e persino a rompersi.

Vai sul sicuro e lava i cristalli a mano, sebbene alcune lavastoviglie, abbiano programmi per questo tipo di materiale.

Attenzione alle “impostazioni speciali” della lavastoviglie

Alcune lavastoviglie sono dotate di impostazioni speciali che indicano la loro capacità di lavare alcuni degli articoli nell’elenco. In realtà, corri il rischio che i risultati non siano quelli desiderati e che i tuoi preziosi articoli ne escano rovinati.

Qualunque sia la decisione, dovresti sapere che la parte inferiore della lavastoviglie è quella che raggiunge le temperature più alte. Inoltre, è la zona in cui gli utensili entrano maggiormente in contatto con il detersivo. Pertanto, ti consigliamo di mettere gli utensili fragili nel cestello superiore.

Potrebbe interessarti ...
Pulire l’interno di una lavastoviglie, 7 consigli utili
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Pulire l’interno di una lavastoviglie, 7 consigli utili

Come pulire l'interno di una lavastoviglie? Una corretta pulizia ci permette di avere stoviglie igieniche e allunga la vita della macchina.