Cos'è la rotazione dei giocattoli? Consigli per applicarla

La strategia di rotazione dei giocattoli aiuta i bambini ad apprezzarli di più. Promuove anche abilità come l'attenzione e la creatività.
Cos'è la rotazione dei giocattoli? Consigli per applicarla

Scritto da Edith Sánchez

Ultimo aggiornamento: 17 novembre, 2022

La rotazione dei giocattoli è una pratica in cui i giocattoli vengono gestiti e distribuiti regolarmente. Ciò significa che il bambino dispone di un accesso parziale ai giocattoli, facilitando le sue decisioni e favorendo più ordine.

Questa strategia è adatta a bambini che possiedono un gran numero di giocattoli. A volte ne hanno così tanti che non riescono a goderseli e perdono interesse molto rapidamente. Con la rotazione dei giocattoli, il bambino prova una sensazione di novità.

I bambini spesso perdono presto interesse per i loro giocattoli. Li usano per un po’ e poi li trovano noiosi. Questo porta a nuovi acquisti, ma non impedisce al ciclo di ripetersi. Con la rotazione dei giocattoli, questa situazione viene gestita in modo più intelligente.

La rotazione dei giocattoli: che cos’è?

I giocattoli di plastica hanno sostanze chimiche potenzialmente dannose, secondo uno studio.
La strategia di rotazione dei giocattoli aiuta a evitare che i bambini perdano interesse velocemente.

La rotazione dei giocattoli è una strategia educativa che consiste nel limitare il numero di giocattoli a cui un bambino ha accesso durante un determinato periodo. In questo modo il bambino ottiene il massimo dal suo tempo di gioco.

L’Università di Toledo ha condotto uno studio che mostra l’importanza della rotazione dei giocattoli. I ricercatori hanno riunito un gruppo di 36 bambini e li hanno portati in una stanza per giocare per mezz’ora. Ad alcuni di loro sono stati dati quattro giocattoli, mentre ad altri ne sono stati dati 16.

I risultati hanno indicato che i bambini con meno giocattoli hanno mostrato più creatività e concentrazione e hanno trascorso il doppio del tempo alla ricerca di nuovi modi per interagire con ciascun giocattolo. Nel frattempo, i più piccoli che avevano più elementi di gioco erano più distratti e meno divertiti durante l’attività. La conclusione? Molte volte, meno è di più.

Consigli per applicare la rotazione dei giocattoli

La rotazione dei giocattoli si basa sull’idea che al diminuire del numero di giocattoli, aumenta l’attenzione e il gioco di qualità. Allo stesso modo si genera un ordine materiale e mentale più grande. Come applicare questa strategia? I seguenti sono cinque suggerimenti per farlo.

1. Osservare

Questo primo consiglio si basa sulle linee guida di Maria Montessori. All’interno della teoria di questa grande pedagoga, l’osservazione è di grande importanza. Il primo consiglio è proprio questo: osserva prima di applicare la rotazione dei giocattoli.

Cosa dovrebbe essere osservato? I giocattoli che più attraggono il bambino e quelli che non suscitano interesse. Inoltre, il modo in cui il bambino interagisce con il suo ambiente e le abilità che sta sviluppando. Questo dovrebbe essere annotato e costituirà una solida base per la scelta dei giocattoli.

2. Organizzare lo spazio

A seconda delle esigenze e degli interessi del bambino, bisogna organizzare uno spazio pulito dove riporre i giocattoli. Per prima cosa, raccogliere i giocattoli del bambino in un unico posto. Quindi, buttare via quelli rotti.

È opportuno anche mettere da parte quei giocattoli che il bambino non usa più, o perché non gli piacciono o perché non sono più adatti alla sua età. Fatto ciò, bisogna destinare uno spazio specifico per lasciare i giocattoli a cui il bambino avrà accesso. Ancora meglio se diviso in scomparti.

3. Selezionare

Il terzo passaggio è uno dei più importanti. Consiste nel fare una selezione dei giocattoli che rimarranno alla portata del bambino. È meglio classificarli per categorie: libri e storie, giocattoli da mettere insieme, puzzle, giochi di movimento, strumenti musicali, ecc.

Una volta classificati, sarà il momento di ridurre al minimo ogni gruppo. Di quanti puzzle avrà davvero bisogno il bambino? Giochi di movimento? Libri? La cosa giusta è lasciare solo quelli che piacciono di più al bambino o quelli che sono più utili in ogni categoria. Il resto deve essere conservato in modo ordinato.

4. Presentazione

Adesso che è tutto classificato, archiviato e ordinato, è il momento di presentare i risultati al bambino. Dovrai dirgli dove si trova ciascuno dei suoi giocattoli e fargli notare che una volta che li usa, deve rimetterli a posto.

I giocattoli già messi in ordine dovrebbero essere tenuti in un luogo in cui il bambino non ha accesso. Questo perché, se li vede continuamente, vorrà averli di nuovo. Se non li vede, usciranno dalla sua mente e quando appariranno di nuovo, sarà felicemente sorpreso, come se li vedesse per la prima volta.

5. Creare un programma

La cosa migliore da fare è creare un programma di rotazione dei giocattoli. In altre parole, definire la frequenza con cui verrà effettuato il cambio degli elementi di gioco. Ciò significa che i giocattoli che sono stati lasciati da parte verranno scambiati con alcuni di quelli che fanno già parte della rotazione.

Qual è la frequenza corretta? Con i bambini più piccoli, è meglio ruotare ogni mese. Con i più grandi ogni due o tre mesi. In ogni caso bisogna sempre osservare e prendere nota: se passano settimane senza che il piccolo utilizzi un giocattolo, può essere una buona idea metterlo da parte e sostituirlo con un altro.

Vantaggi di questa strategia

Dona giocattoli e vestiti
La rotazione dei giocattoli aiuta il tuo bambino a sviluppare la concentrazione e la creatività.

È importante che i genitori siano molto flessibili quando applicano la rotazione dei giocattoli. Non si tratta di privare il bambino di ciò che gli piace, o di costringerlo a una rigida disciplina di gioco. L’obiettivo è ottenere dei vantaggi in termini educativi.

Se la selezione deve essere modificata prima del previsto o se il periodo di modifica deve essere ridotto, nessun problema. Ogni bambino stabilisce il proprio ritmo. Ciò che non è consigliabile è apportare modifiche troppo spesso, poiché ciò potrebbe essere controproducente.

Alcuni dei vantaggi della rotazione dei giocattoli sono:

  • Aumenta la concentrazione.
  • Favorisce un’attenzione prolungata.
  • Incoraggia l’immaginazione.
  • Stimola la creatività.
  • Offre un senso di novità, su base regolare.
  • Promuove l’ordine.
  • Facilita la raccolta dei giocattoli.

Aiuta il bambino a vivere un’esperienza di gioco migliore

La rotazione dei giocattoli è un’eccellente strategia per aiutare un bambino a vivere un’esperienza di gioco più profonda e soddisfacente. Anche se all’inizio può non sembrare, è più piacevole per lui che avere pochi giocattoli a sua disposizione contemporaneamente.

Questa strategia può essere integrata con uno scambio di giocattoli, una o due volte l’anno. I genitori possono accettare di scambiare questi oggetti di gioco con altri genitori, temporaneamente o permanentemente. Ciò aumenterà la sensazione di novità.

Potrebbe interessarti ...
Disciplina positiva: cos’è e come adottarla con i figli
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Disciplina positiva: cos’è e come adottarla con i figli

La disciplina positiva aiuta ad educare bambini autonomi, pieni di risorse ed emotivamente sani. Scopri come adottarla quotidianamente.



  • Spino, C. (2017, 14 diciembre). Fewer toys lead to richer play experiences, UT researchers find | UToledo News. UToledo News | The University of Toledo News. Recuperado 25 de septiembre de 2022, de https://news.utoledo.edu/index.php/12_18_2017/fewer-toys-lead-to-richer-play-experiences-ut-researchers-find.
  • Migliorini, L., Cardinali, P., & Rania, N. (2011). La cotidianidad de lo familiar y las habilidades de los niños. Psicoperspectivas, 10(2), 183-201.
  • Ramos, Y. H. T., Villena, V. R., & Fernández, S. F. T. (2016). Los juguetes como medio de desarrollo del niño de la primera infancia. Atenas, 1(33).

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.