Crampi alle gambe: quali sono le cause?

4 Gennaio 2020
I crampi alle gambe si verificano quando manteniamo la stessa postura a lungo, a causa di alterazioni idroelettrolitiche, di malattie neurologiche e così via. In questo articolo vi spiegheremo quali sono le cause più comuni e come prevenirle.

Vi sarà di certo capitato di aver sofferto di crampi alle gambe o alle braccia. I crampi sono contrazioni muscolari involontarie e improvvise che provocano dolore.

In genere si tratta di spasmi passeggeri e benigni, ma possono provocare una paralisi temporanea del muscolo in questione. Sebbene la maggior parte scompaia spontaneamente, a volte possono essere sintomo di un problema maggiore.

I crampi alle gambe sono i più comuni. Di solito si verificano di notte, causando in chi ne soffre un risveglio improvviso dovuto al dolore. Nonostante le cause siano di diversa natura, sappiamo che l’incidenza aumenta con l’età e che tendenzialmente ne soffrono più le donne.

Proprio perché interessa molte persone (si calcola che ne soffra circa la metà della popolazione), in questo articolo vi spieghiamo quali sono le cause principali per cui si verificano i crampi alle gambe e cosa possiamo fare per prevenirli.

Perché si verificano i crampi alle gambe?

I crampi alle gambe possono essere dovuti a cause di diversa natura. In effetti, gli scienziati stanno ancora studiando il meccanismo esatto alla base del problema e quali potrebbero essere le cause scatenanti.

Tuttavia, si conoscono già una serie di situazioni comunemente associate ai crampi nelle gambe. In primo luogo i ricercatori fanno notare che si presentano in momenti di stanchezza e affaticamento muscolare a seguito di attività fisica. Un altro motivo molto frequente è rimanere a lungo sdraiati o fare pressione sui muscoli delle gambe in determinate posizioni.

Crampi alle gambe

I crampi sono associati all’attività dei neuroni motori, che sono incaricati di stimolare il movimento muscolare. Si capisce dunque in parte per quale motivo spesso siano tipici di un elevato numero di malattie neurologiche, come il morbo di Parkinson.

Allo stesso tempo, sappiamo che alcuni farmaci contribuiscono all’aumento dei crampi alle gambe. Si tratta infatti di un grave effetto indesiderato dei trattamenti contro il cancro. Quasi l’80% dei pazienti sottoposti a terapia riportano questo disturbo.

Oltretutto, è importante sottolineare che in realtà le cause più comuni -nonché quella di più facile soluzione- sono la disidratazione o l’alterazione delle concentrazioni di determinati ioni nel sangue. Le due situazioni tendenzialmente si verificano in contemporanea.

Potrebbe interessarvi anche: Disidratazione: sintomi e rimedi

Quali sono altre possibili cause?

Le persone che si sottopongono a emodialisi tendono a soffrire di crampi alle gambe. Questo si deve allo squilibrio di ioni nel sangue. Per esempio, di potassio.

Sembra anche che le malattie dell’apparato circolatorio -come l’occlusione delle arterie coronarie o di alcuni vasi delle gambe- siano associati a questi crampi.

Massaggio per i crampi alle gambe

Come prevenire i crampi alle gambe e ottenere sollievo?

I crampi alle gambe, in base alla causa scatenante, possono essere prevenuti o alleviati. Di solito durano circa 9 minuti e tendono a ripetersi alla stessa ora o nella stessa notte. Quando sono molto frequenti, la persona finisce per soffrire anche di insonnia.

La prima misura da adottate per prevenirli è muoversi spesso e cercare di non rimanere a lungo nella stessa posizione. Si consiglia anche di eseguire esercizi di allungamento nell’arco della giornata o subito prima di andare a dormire.

Anche il freddo può essere associato ai crampi alle gambe, per cui l’ideale è rimanere in un ambiente caldo. Una volta comparsi, possiamo provare a rilassare la parte interessata eseguendo un piccolo massaggio sul muscolo in questione.

Non esistono trattamenti medici per prevenirli. Alcuni medici prescrivono determinati integratori vitaminici o di magnesio e sodio. La loro efficacia, tuttavia, non è testata.

Potrebbe interessarvi: Stiramento muscolare: sintomi e trattamento

Conclusioni

I crampi alle gambe sono molto comuni e presentano un’etologia di diversa natura. Non conosciamo esattamente i motivi per cui si verificano né come intervenire. Nel caso in cui si manifestino ripetutamente, l’ideale sarebbe rivolgersi al medico di fiducia, in modo da escludere la presenza di una patologia.

  • Cómo tratar y prevenir los calambres. (n.d.). Retrieved November 27, 2019, from https://www.sanitas.es/sanitas/seguros/es/particulares/biblioteca-de-salud/Lesiones/prevencion-recuperacion/tratamiento-calambres.html
  • Calambres en las piernas. (n.d.). Retrieved November 27, 2019, from https://www.cancer.org/es/tratamiento/tratamientos-y-efectos-secundarios/efectos-secundarios-fisicos/calambres-en-las-piernas.html
  • Calambres nocturnos en las piernas – Artículos – IntraMed. (n.d.). Retrieved November 27, 2019, from https://www.intramed.net/contenidover.asp?contenidoid=81138