Disidratazione: sintomi e rimedi

· 16 febbraio 2018
Per evitare problemi di salute e mantenere un'idratazione ottimale, è fondamentale bere dai 6 agli 8 bicchieri d'acqua al giorno. Inoltre, possiamo assumere acqua anche attraverso il consumo di frutta e verdura.

Un adeguato consumo di acqua, e dunque scongiurare la disidratazione, è una abitudine salutare che dovrebbero incorporare tutti nella propria routine.

Questo liquido svolge un ruolo molto importante per la nostra salute, intervenendo nelle funzioni di tutti gli organi.

Il suo assorbimento nel corpo ottimizza la circolazione, migliora il processo di ossigenazione cellulare e mantiene i tessuti in buone condizioni.

L’acqua, inoltre, è essenziale per i processi di disintossicazione del corpo portati a termine dai sistemi escretori, poiché si unisce con i rifiuti per facilitarne l’eliminazione.

Il problema è che molti non ne consumano la giusta quantità andando incontro a disidratazione; di conseguenza, l’organismo deve moltiplicare gli sforzi per adempiere ai suoi compiti.

Sebbene all’inizio non causi effetti negativi, la disidratazione si manifesta gradualmente con sintomi che possono influire sulla qualità della vita.

Per questo motivo è essenziale riconoscere i sintomi della disidratazione e, dopo averli identificati, aumentare l’assunzione di liquidi il prima possibile.

Scoprite quali sono!

Sintomi della disidratazione

1. Costipazione

Costipazione

La stitichezza è un disturbo digestivo caratterizzato dall’incapacità o difficoltà di eliminare regolarmente le feci.

Ciò innesca una reazione infiammatoria a livello intestinale, alterando l’attività dei batteri sani e causando un eccessivo accumulo di gas.

  • Può manifestarsi a causa di scelte alimentari sbagliate, sebbene sia comune anche a chi non beve acqua a sufficienza.
  • I liquidi agiscono come un lubrificante intestinale che facilita il trasporto dei rifiuti fino a eliminarli.

2. Pelle secca

I primi segnali di disidratazione si possono notare nell’aspetto asciutto e opaco assunto dalla pelle.

Se è vero che questi sintomi possono essere causati da fattori esterni, non dobbiamo ignorare che la mancanza di liquidi ne è la causa principale.

  • L’acqua partecipa al corretto trasporto del sangue attraverso le vene, che è fondamentale per mantenere una produzione ottimale degli olii nella pelle.
  • Senza acqua, le cellule del derma si asciugano e il processo di rigenerazione non avviene.

3. Lingua e bocca asciutta

Bocca di una ragazza

La disidratazione può causare secchezza della lingua e della bocca, riducendo la produzione di saliva.

Questa di solito si manifesta con una costante sensazione di sete che, generalmente, viene mitigata dall’ingestione di acqua nel suo stato naturale.

4. Borse e occhiaie

Un’altra conseguenza estetica di un basso consumo giornaliero di acqua sono le occhiaie e le borse che si formano sotto gli occhi.

  • Questi sintomi si verificano a causa della disidratazione, che genera ritenzione idrica e infiammazione.
  • La ridotta quantità di acqua interferisce con l’attività del sistema circolatorio, impedendo al sangue di ossigenare correttamente le cellule.
  • Tutto ciò si somma alla ritenzione di tossine che inevitabilmente influisce sulla salute cutanea.

5. Dolori muscolari

Dolori muscolari

Il basso consumo di liquidi salutari come l’acqua è un fattore che causa la comparsa di dolori muscolari.

  • L’acqua è un fattore essenziale per bilanciare gli elettroliti del corpo, sostanze che regolano la salute dei muscoli.
  • I muscoli devono rimanere idratati per mantenersi forti ed evitare l’infiammazione.

6. Emicrania

Forti mal di testa, come l’emicrania, sono strettamente relazionati alla mancanza di liquidi.

  • Questo perché la disidratazione influisce sulla capacità di ossigenare le cellule e di trasportare i nutrienti, aumentando lo stress e la tensione nel cranio.
  • I liquidi sono necessari per mantenere il corretto funzionamento del sistema nervoso e dell’attività ormonale.

7. Cambiamenti nelle urine

Cambiamenti nelle urine

Non è necessario fare test professionali delle urine per comprendere che il corpo è disidratato e richiede urgentemente l’assunzione di liquidi.

Basta analizzare i disturbi della minzione per supporre che la mancanza di acqua stia influenzando il corretto funzionamento dei reni.

  • Si inizia ad andare meno regolarmente in bagno e l’urina ha un colore giallo più forte.
  • A causa dei pochi liquidi, l’odore può essere più forte del solito.
  • A volte si sente il bisogno di urinare, ma quando si va in bagno non si espelle  nulla.
  • La tendenza a soffrire di infezioni urinarie aumenta in modo allarmante.

Vi identificate in questi sintomi? In questo caso, è meglio iniziare a consumare più acqua durante la giornata. Assicuratevi di bere dai 6 agli 8 bicchieri al giorno, oltre a mangiare cibi idratanti come frutta e verdura.

Guarda anche