Prendersi cura del fegato grazie ad 8 alimenti

30 luglio 2017
Per prendersi cura della salute epatica, è fondamentale includere nella propria dieta alimenti che ci aiutino a depurare l'eccesso di tossine e che facilitino i compiti di quest'organo

Il fegato è un organo escretore e svolge un ruolo molto importante per la salute dell’organismo. Insieme alla colecisti, lavora per facilitare i processi digestivi e, allo stesso tempo, per rimuovere le tossine dal sangue.

Interviene anche nella produzione di alcuni ormoni ed è fondamentale per l’immagazzinamento e l’uso di alcuni nutrienti essenziali.  

Ciò nonostante, esattamente come molti altri sistemi del corpo, può presentare problemi e malattie che gli impediscono di svolgere al meglio i suoi compiti.

Di conseguenza, si producono reazioni negative che, se non vengono monitorate, possono compromettere la qualità di vita.

Tuttavia, molti di questi problemi possono essere evitati semplicemente modificando alcune abitudini quotidiane e migliorando la propria dieta. Ci sono, infatti, vari alimenti le cui proprietà favoriscono il corretto funzionamento del fegato evitando, così, che si sviluppino problemi gravi.

In questa occasione ne vogliamo condividere 8, in modo che possiate incrementarne il consumo.

1. Aglio

L’aglio è un condimento che può aiutarci a migliorare le funzioni epatiche quando si presenta un eccessivo accumulo di tossine.

  • Contiene sostanze antiossidanti e antinfiammatorie che favoriscono il processo di disintossicazione riducendo il sovraccarico del fegato.
  • Possiede un amminoacido essenziale conosciuto come arginina i cui effetti rilassano i vasi sanguigni e riducono la pressione.       
  • Apporta significative quantità di vitamina B6 e C, due nutrienti essenziali che riducono il danno cellulare e l’accumulo di colesterolo.

Leggete anche: Fascia di cellule staminali per trattare le lesioni al ginocchio

2. Olio d’oliva

L’olio d’oliva è uno dei migliori alimenti per migliorare molti aspetti della salute.

  • Contiene acidi grassi omega 3 e vitamina E, entrambi necessari per rimuovere le sostanze di rifiuto contenute nel fegato ed inibire l’ossidazione cellulare.
  • L’assunzione moderata di olio d’oliva tiene sotto controllo il colesterolo e migliora il ritmo metabolico riducendo l’eccesso di grasso.     

3. Tè verde

Il tè verde è una bevanda sana che promuove il corretto funzionamento del fegato grazie al suo elevato contenuto di antiossidanti chiamati catechine.

Queste sostanze fanno parte del gruppo dei flavonoidi e, una volta assimilate, aiutano a proteggere i tessuti rispetto agli effetti nocivi dei radicali liberi e delle tossine.

4. Pompelmo

Il pompelmo apporta significative quantità di vitamina C, ma anche glutatione.

Questa sostanza si produce in maniera naturale nel fegato e partecipa ai vari processi importanti del corpo, come la riparazione cellulare.        

Ogni pompelmo apporta fino a 70 mg di glutatione. Grazie a questo, risulta utile per stimolare gli enzimi durante il processo di disintossicazione.

5. Mele

Questo frutto delizioso contiene elevate quantità di pectina, una fibra naturale che favorisce la digestione e l’eliminazione delle tossine.      

  • Il suo consumo regola il pH del sangue.
  • Ha un effetto protettivo contro i residui tossici che si accumulano nel fegato.

6. Limone

L’elevato contenuto di vitamina C del limone lo rende un ottimo alleato per prendersi cura del fegato e migliorare la salute epatica.  

  • Questo nutriente antiossidante aiuta a trasformare le tossine in composti che si sciolgono facilmente nell’acqua, cosa che ne facilita l’eliminazione.
  • Favorisce, inoltre, il processo di scomposizione dei grassi e il controllo del colesterolo.

7. Avocado

L’avocado è un frutto meraviglioso che, grazie al suo elevato valore nutritivo, migliora la salute cardiovascolare, digestiva ed epatica.      

  • Contiene elevati livelli di glutatione.
  • Apporta notevoli dosi di vitamina C ed E, due potenti antiossidanti che bloccano l’azione negativa dei radicali liberi.   
  • Come se non bastasse, contiene acidi grassi essenziali, indispensabili per regolare i livelli di infiammazione e il colesterolo.

Leggete anche: 7 idee per sfruttare al meglio le proprietà dell’avocado

8. Frutta secca

Le noci e altri tipi di frutta secca sono sane fonti di L-arginina, un amminoacido essenziale che aiuta a scomporre i residui tossici trattenuti nel fegato.     

  • Questa sostanza, insieme alle fibre dietetiche e agli acidi grassi omega 3, regola l’infiammazione eccessiva dei tessuti e stimola il processo di depurazione.
  • La sua assunzione regolare aiuta a controllare l’ansia da cibo e il colesterolo cattivo (LDL).

Siete preoccupati per la vostra salute epatica? Cercate di incrementare il consumo degli alimenti sopracitati e ricordate di accompagnarli ad una dieta equilibrata, abbondante acqua e attività fisica.

Guarda anche