L’importanza di prendersi cura dell’intestino per far guarire la pelle

· 29 maggio 2017
Quando l'intestino è intossicato, è probabile che la pelle ne rifletta gli effetti e presenti, quindi, impurità. Infatti, l'organismo tenta di depurarsi dalle tossine e le elimina attraverso la cute

Molte persone, una volta superata la fase acneica in giovinezza, sono comunque insicure e dubbiose riguardo l’aspetto della loro pelle.

Per questo motivo, cercano prodotti e trattamenti per farla guarire.

Il mercato offre numerosi prodotti per il trattamento della pelle secca, contro le rughe, antinvecchiamento, ecc. Tuttavia, c’è da considerare anche il fatto che la pelle possa riflettere dei problemi interni.

Guarire dentro per guarire fuori

Un trattamento per sanare la pelle può essere, curiosamente, quello di prendersi cura dell’intestino.

Non dimentichiamo che la pelle ha a che vedere con il funzionamento completo del nostro corpo.

Di fatto, alcune malattie della pelle, come l’acne, la rosacea, l’eczema, la dermatite o la psoriasi, sono chiari sintomi di qualche altro problema corporeo.

Vi consigliamo di leggere anche: Bevanda ai semi di lino per combattere la cellulite e avere una pelle più bella

Medicina combinata per il trattamento della pelle

Per il trattamento dei problemi della pelle, è importante andare oltre la questione superficiale.

È necessario trattare il problema in maniera funzionale, utilizzando una sorta di “medicina dei sistemi”, com’è comunemente denominata.

Questo tipo di medicina può verificare le cause di alcuni disturbi nei sistemi interconnessi del corpo.

Ad esempio, la medicina funzionale tratta l’acne e molte altre condizioni della pelle come disturbi infiammatori del meccanismo autoimmune.

Per tutte queste cause, la medicina funzionale si focalizza sulla personalizzazione e sull’attenzione ai bisogni del singolo individuo.

relazione tra pelle e intestino

Analisi per verificare la situazione dell’intestino e della pelle

Per guarire l’intestino, bisogna sottoporsi a test di laboratorio, analizzare le feci, verificare le condizioni dello stesso e la salute del microbioma.

Per individuare il livello di batteri, bisognerà fare le analisi in giorni consecutivi.

Analisi del sangue

Con le analisi del sangue si può capire se è stato intaccato il sistema di difesa dell’intestino.

Se le particelle di cibo non digerito e i batteri entrano nel sangue, il corpo dà un risposta infiammatoria.

Alimenti per curare l’intestino e la pelle

Gli alimenti più pericolosi per l’intestino sono quelli lavorati e quelli che contengono ingredienti tossici nella loro composizione.

Tutti questi prodotti non possono essere assimilati correttamente.

Tra gli alimenti che possono aiutare a riparare la connessione tra l’intestino e la pelle vi sono:

Brodo di ossa

Di sicuro tutti l’avrete visto preparare a casa da piccoli. Si tratta di una pietanza curativa molto diffusa. Ha un collagene che è di grande beneficio per la pelle e per l’intestino.

Tonico alle erbe

Esistono tonici e preparati alle erbe molto efficaci per curare le infezioni croniche.

Uno di questi è l’amaro svedese che si è dimostrato efficace nella cura di determinate malattie e per ripristinare l’equilibrio dello stomaco.

Verdure e ortaggi fermentati

Alcuni ortaggi fermentati sono ottimi per apportare al microbioma i probiotici necessari a migliorare le condizioni dell’intestino e quindi della pelle.

Conviene includere nella dieta:

  • crauti
  • kimchi (piatto coreano a base di verdure fermentate e spezie)

Fegato

Anche il fegato è un ottimo prodotto ricco di nutrienti biodisponibili. Non va bene, però, consumarlo in eccesso.

Olio di cocco

Alcuni grassi sono fondamentali per ripristinare la sana connessione intestino-pelle. L’olio di cocco apporta anche benefici antimicrobici naturali e aiuta a migliorare l’aspetto della pelle.

Vi invitiamo a leggere anche: Crema naturale all’olio di cocco per rivitalizzare il contorno occhi

Bevande fermentate

Determinate bevande fermentate, come il kefir (ottenuto dalla fermentazione del latte), sono ricche di probiotici che fanno bene alla pelle e ne migliorano l’aspetto.

L’olio di fegato di merluzzo fermentato è un altro alimento curativo. Questo prodotto è ricco di determinati nutrienti, come le vitamine A, D e K2.

Aiuta anche a migliorare le condizioni della pelle.

Alcuni esempi della relazione tra intestino e pelle

La psoriasi è uno degli esempi più caratteristici di questa connessione: il corpo cerca di eliminare le tossine interne che filtrano attraverso le pareti intestinali. Questo fenomeno si chiama “sindrome dell’intestino permeabile”.

Diversi studi hanno riscontrato che i pazienti affetti da malattie simili al morbo di Crohn o colite ulcerosa avevano anche problemi a livello cutaneo.

Anche la celiachia si riflette sulla pelle. Una buona parte dei pazienti intolleranti al glutine presentano delle irregolarità sulla pelle.

Guarda anche