Curare la micosi vaginale con rimedi casalinghi

5 Febbraio 2019
Per curare la micosi vaginale, possiamo ricorrere ad alcuni efficaci trattamenti naturali. Ad esempio, alcuni alimenti come i mirtilli possono essere di grande aiuto.

Conoscere cos’è e come curare la micosi vaginale è molto importante per una donna. Pur non essendo un’infezione grave, provoca alcuni fastidiosi inconvenienti per le attività quotidiane.

Per curare la micosi vaginale, è necessario frenare la crescita del fungo Candida albicans. Si tratta di un lievito che vive normalmente in questa zona del corpo. Stimolato da fattori specifici, causa infezioni e i tipici sintomi di questo disturbo.

La flora vaginale possiede le sue armi per curare la micosi vaginale in maniera naturale. A volte, però, uno squilibrio nel pH determina l’ambiente idoneo alla proliferazione di questo fungo.

In questi casi, si producono alterazioni nelle secrezioni e il flusso diventa più denso e abbondante, oltre a odore sgradevole e irritazione locale.

Sul mercato esistono numerosi rimedi farmacologici per ridurre l’infezione, ma prima di scegliere queste opzioni, vi suggeriamo di provare alcuni rimedi naturali. Nell’articolo di oggi vi proponiamo 5 trattamenti per curare la micosi vaginale. Tutti da preparare facilmente in casa.

Rimedi casalinghi per curare la micosi vaginale

1. Timo

Timo per curare la micosi vaginale

Il timo possiede numerose proprietà antibatteriche e antimicotiche. Ad esempio, lestratto di questa pianta medicinale favorisce l’equilibrio batterico della zona intima e riduce le infezioni.

Ingredienti

  • 750 ml d’acqua (3 bicchieri)
  • 45 g di timo (3 cucchiai)

Procedimento

  • Mettete a bollire l’acqua. Quando raggiunge l’ebollizione, aggiungete il timo.
  • Chiudete il recipiente con un coperchio. Abbassate il fuoco al minimo e lasciate bollire per circa 2 minuti. Quindi, togliete dal fuoco.
  • Lasciate intiepidire per alcuni minuti.
  • Filtrate l’infuso e versatelo in una bacinella.

Realizzate una lavanda vaginale di 5 o 10 minuti con questa preparazione. Potete usarla tutti i giorni fino a ottenere un miglioramento.

Vi può interessare: Benefici del timo per la nostra salute: infusi naturali

2. Acqua ossigenata

Le proprietà disinfettanti dell’acqua ossigenata sono note. Oltre a curare le ferite, questa soluzione è efficace anche per combattere la proliferazione dei funghi nelle zone intime.

Ingredienti

  • 750 ml di acqua (3 bicchieri)
  • 75 ml di acqua ossigenata al 3% (5 cucchiai)

Procedimento

  • Scaldate l’acqua.
  • Aggiungete l’acqua ossigenata nel recipiente con l’acqua.
  • Versate in una bacinella e fate una lavanda vaginale di 5 minuti.

3. Malva

Rimedi natuarali per curare la micosi vaginale

Come altre piante medicinali, anche la malva possiede numerose proprietà curative. È ideale per la salute intima della donna. Per curare la micosi vaginale, vi suggeriamo di usare l’estratto delle sue foglie. È ottimo per calmare l’irritazione senza aggredire la delicata pelle della vagina.

Grazie al suo effetto analgesico e calmante, calma il bruciore e neutralizza i cattivi odori. Inoltre, contribuisce a ridurre il flusso in eccesso.

  • 75 g di foglie di malva (5 cucchiai)
  • 750 ml d’acqua (3 bicchieri)

Procedimento

  • Aggiungete le foglie di malva nell’acqua e fate bollire.
  • Appena l’acqua comincia a bollire, coprite con un coperchio. Lasciate riposare l’infusione per alcuni minuti.
  • Quando è tiepida, filtrate e versate in una bacinella.
  • Realizzate una lavanda vaginale di 5 minuti.

4. Mirtilli

Il succo di mirtillo è un ottimo rimedio per curare la micosi vaginale. Anche se non si tratta di una preparazione esterna, aiuta a ristabilire l’equilibrio della flora vaginale.

Ingredienti

  • 75 g di mirtilli (mezzo bicchiere)
  • Acqua quanto basta

Procedimento

  • Lavate i mirtilli e metteteli nel bicchiere del frullatore.
  • Aggiungete un po’ d’acqua e frullate.
  • Potete bere il frullato di mirtillo 2 o 3 volte al giorno. Continuate con il trattamento il tempo necessario per curare la micosi vaginale.

Vi può interessare: Infezioni vaginali: tipi e cause

5. Consolida maggiore

Consolida maggiore

L’infuso di consolida maggiore è una bevanda rinfrescante che diminuisce il bruciore e l’arrossamento vaginale. Il suo uso diretto aiuta a calmare l’irritazione cutanea e il prurito.

Possiede alcuni componenti efficaci contro la crescita dei funghi nella vagina. L’ideale è applicarla più volte al giorno fino a ottenere l’effetto desiderato.

Ingredienti

  • 45 g di consolida maggiore (3 cucchiaiate)
  • 500 ml d’acqua (2 bicchieri)

Preparazione

  • Aggiungete le foglie di consolida nella pentola con l’acqua e portatela a ebollizione.
  • Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
  • Quando l’acqua sarà tiepida, filtratela e infine travasatela in una bottiglia con nebulizzatore.

Spruzzate la preparazione sulle parti esterni della vagina e lasciate che si assorba. Ripetete l’operazione 2 o 3 volte al giorno per prolungare l’effetto calmante. In alternativa, potete usare la soluzione come lavanda.

Ricordate che questi rimedi casalinghi dovranno sempre essere associati a una corretta igiene intima. Quest’ultima è fondamentale per curare la micosi vaginale. Dovrete anche evitare l’uso di prodotti irritanti e preferire la biancheria intima in cotone.

Se il disturbo dura vari giorni, vi consigliamo di rivolgervi a un ginecologo. Infatti, a volte è necessario ricorrere ad altri trattamenti per alleviare completamente i sintomi.

  • AEEM. Salud Vaginal. (2014).

aeem.es/documentos/menoguias/menoguiasaludvaginal.pdf

  • E. Suárez, Et Al. La microbiota vaginal: composición y efectos beneficiosos. Consenso sobre usos de los probióticos en Ginecología.

sepyp.es/pdf/pub/probiot_vaginales.pdf

  • Fundación Celestina Peréz de Almada, UNESCO. Manual de uso de hierbas medicinales del Paraguay.

portal.unesco.org/en/file_download.php/c9010dd7f603adeb359ff68830c3c978hierbasmedicinales.pdf