Eliminare gli odori vaginali con rimedi naturali

8 Aprile 2021
Per mantenere l'equilibrio della flora vaginale, è necessario seguire delle buone sani di vita, come un'adeguata idratazione, un'alimentazione equilibrata e un'igiene ottimale.

Il cattivo odore delle parti intime è un sintomo fastidioso che può produrre ansia sociale, insicurezza e problemi nella vita sessuale. Viene descritto come un odore di pesce, e può essere accompagnato da prurito, arrossamento e abbondanti perdite vaginali. A seguire vi presentiamo alcuni rimedi naturali per eliminare gli odori vaginali.

La causa principale è un eccessivo sviluppo di lieviti e batteri nella zona, causando infezioni che alterano il pH naturale. Sebbene non sia da considerarsi un problema grave e di solito si verifica sporadicamente, è meglio iniziare un trattamento per neutralizzarlo il prima possibile.

A seguire esaminiamo alcune delle cause principali e proponiamo 5 rimedi naturali per eliminare gli odori vaginali. Prendete nota!

Quali sono le cause del cattivo odore delle parti intime?

Odore vaginale

 

Il cattivo odore nelle parti intime è un chiaro indizio di squilibri nella flora vaginale. Questa coltura di batteri sani è responsabile della formazione di una barriera protettiva contro diversi agenti patogeni che causano infezioni.

Queste alterazioni modificano la composizione dei fluidi vaginali e, di conseguenza, si produce un forte odore. Questo, a sua volta, può essere causato dall’eccessiva crescita di virus, batteri o lieviti che possono diffondersi nell’area.

Altri fattori correlati includono:

  • Cattiva igiene intima.
  • Squilibri ormonali.
  • Incontinenza urinaria.
  • Lavande vaginali frequenti.
  • Tumore al collo dell’utero.
  • Malattie sessualmente trasmissibili.
  • Indossare vestiti troppo stretti o umidi.
  • Uso eccessivo di antibiotici.
  • Consumo frequente di determinati alimenti.
  • Uso di prodotti chimici durante i rapporti sessuali

Leggete anche: 7 alimenti per prevenire le infezioni batteriche

Rimedi naturali per eliminare gli odori vaginali

A volte è necessario ricorrere a cure mediche per porre rimedio alle infezioni vaginali che producono un cattivo odore. Tuttavia, nella maggior parte dei casi è sufficiente seguire sane abitudini di vita e idratarsi adeguatamente.

A seguire, condividiamo con voi alcune ricette per la preparazione di bevande naturali, le quali, secondo la tradizione popolare possiedono alcune proprietà medicinali e possono contribuire a mantenere una buona idratazione.

1. Semi di fieno greco

Semi di fieno greco
Il fieno greco ha mostrato alcuni effetti antimicrobici. Per tale ragione, si ritiene che possa agire contro le infezioni vaginali che causano i cattivi odori.

La bevanda a base di semi di fieno greco è un’opzione interessante, consigliata dalla saggezza popolare per bilanciare il microbiota vaginale e ridurre problemi come il cattivo odore nella zona intima. Per prepararlo, seguite questi passaggi.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di semi di fieno greco (15 g).
  • 1 tazza d’acqua (250 ml).

Preparazione

  • Per prima cosa, versate i semi di fieno greco in una tazza d’acqua bollente.
  • Poi, lasciate riposare la bevanda per 10 minuti e filtrarla con un colino.
  • Infine, bevete con moderazione.

2. Bevanda all’avena per eliminare gli odori vaginali

Le bevande a base di avena, soia, mandorle, preparate in casa possono rivelarsi molto utili per mantenere una buona idratazione. Hanno un gusto delicato e gradevole che porta ad assumere sufficienti quantità di liquidi al giorno e, inoltre, favorisce l’abitudine del consumo di bevande naturali al posto di quelle industriali.

Scoprite anche: Deodoranti naturali per il cattivo odore delle ascelle

3. Foglie di guava

Foglie di guava

In ambito popolare, si ritiene che le foglie di guava possiedano proprietà medicinali utili nel riequilibrare la flora vaginale. Sebbene non esistano evidenze scientifiche a conferma di quanto affermato, molte persone consumano questa bevanda semplicemente per idratarsi.

Ingredienti

  • 10 foglie di guava.
  • 3 tazze d’acqua (750 ml).

Preparazione

  • Per prima cosa, aggiungete le foglie di guava in una pentola con l’acqua.
  • Quindi, portate a ebollizione, poi abbassate il fuoco e fate cuocere per altri 5 minuti.
  • Trascorso tale tempo, lasciate raffreddare a temperatura ambiente fino a quando si intiepidisce.
  • Infine, bevete con moderazione; non più di 2-3 tazze al giorno.

5. Infuso di foglie di coriandolo per eliminare gli odori vaginali

Eliminare gli odori vaginali con le foglie di coriandolo

L’infuso di foglie di coriandolo può anch’esso essere un valido complemento, purché all’interno di una dieta equilibrata. Si prepara semplicemente con un po’ di coriandolo fresco e può essere abbinato al succo di limone. Inoltre, si può bere sia caldo che freddo.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di coriandolo (15 g).
  • 2 tazze di acqua (500 ml).

Preparazione

  • Per prima cosa, aggiungete le foglie di coriandolo in due tazze di acqua bollente.
  • Quindi, coprite la bevanda, lasciatela riposare per 20 minuti e filtratela.
  • Infine, bevete con moderazione lungo l’arco della giornata.

E se il cattivo odore persiste?

Se il cattivo odore persiste e si intensifica, è meglio consultare il ginecologo il prima possibile e, una volta ottenuta la diagnosi, seguire le istruzioni del professionista.

Congiuntamente al trattamento prescritto dal medico, si consiglia di seguire le seguenti abitudini:

  • Lavatevi sempre partendo dalla parte anteriore a quella posteriore.
  • Non trattenete l’urina.
  • Urinate sempre dopo aver fatto sesso.
  • Indossate biancheria intima pulita, preferibilmente in cotone.
  • Evitate le lavande vaginali e i prodotti profumati.
  • Lavate le parti intime con acqua più volte al giorno e, soprattutto, dopo l’attività fisica.

Non dimenticate che le zone intime sono molto delicate e che, pertanto, non bisogna trascurare l’igiene e sottoporsi con frequenza ai controlli ginecologici.