Cure palliative: in cosa consistono?

1 Marzo 2020
Le malattie croniche gravi colpiscono sensibilmente la qualità della vita del paziente e di chi lo circonda. Le cure palliative sono una forma assistenziale che contribuisce a ridurre il più possibile l'impatto della malattia.

Tutte le persone affette da gravi malattie possono trarre beneficio dalle cure palliative. Queste ultime sono una forma di assistenza il cui obiettivo principale è quello di offrire sostegno e donare sollievo a chi soffre di un grave problema di salute che può provocare la morte a breve o a medio termine.

È provato che le cure palliative migliorano notevolmente la qualità della vita dei malati gravi e dei loro familiari. Ciononostante, si calcola che di tutte le persone che fanno richiesta di questo tipo di assistenza effettivamente solo il 14% la riceve.

Mai come oggi le cure palliative sono necessarie. Questo perché i progressi della medicina hanno permesso di allungare l’aspettativa di vita e, quindi, di incrementare il tasso di sopravvivenza di persone affette da malattie croniche. Così, ci sono molte persone che non muoiono subito a causa di una malattia, bensì la contrastano a lungo.

Cosa sono le cure palliative

Donna che si sottopone a cure palliative

Le cure palliative si occupano di prevenire e donare sollievo ai malati gravi, così come di offrire una migliore qualità della vita ai pazienti e alle loro famiglie. Vengono somministrate quando una persona è affetta da patologia potenzialmente letale. I principali obiettivi di questo tipo di assistenza sono i seguenti:

  • Gestire i sintomi che provocano sofferenza nel paziente e nei suoi familiari.
  • Adattare gli obiettivi del trattamento alle condizioni e alle esigenze del paziente.
  • Stimolare e mantenere la comunicazione tra il paziente, la sua famiglia e lo staff medico incaricato.
  • Offrire sostegno psicosociale e spirituale al paziente e ai membri della sua famiglia.

Le cure palliative si adattano a un vasto numero di malattie. Ne trae beneficio chi si trova in una fase grave della propria patologia, ma anche coloro che a causa delle proprie condizioni non ricevono un trattamento convenzionale. Infine, coloro che manifestano una risposta debole alla terapia stabilita.

In cosa consistono le cure palliative

Una malattia cronica grave è una condizione che colpisce diverse sfere della vita del paziente e della sua famiglia. Le cure palliative cercano di trattare:

  • Problemi fisici
  • Aspetti pratici
  • Aspetti psicosociali
  • Ambito spirituale

I problemi fisici di solito implicano dolore, difficoltà respiratorie, disturbi del sonno e digestivi. In genere questi sintomi sono risolvibili con farmaci, fisioterapie, consulenza nutrizionale e terapia occupazionale.

In questi casi, inoltre, si tende a manifestare una serie di problemi pratici associati soprattutto alla disponibilità di risorse. Ne parliamo dal punto di vista finanziario o di mezzi o strumenti necessari al benessere del paziente e della sua famiglia.

Le malattie gravi richiedono, inoltre, supporto psicosociale per affrontare la paura, la disperazione o la negazione. Questo tipo di sostegno viene offerto principalmente attraverso consulenza e gruppi di sostegno. Bisogna dunque offrire aiuto spirituale per esplorare convinzioni e valori che favoriscano l’accettazione e la gestione della situazione.

Continuate a leggere: Anziani malati, consigli per aiutarli

Quale struttura le offre e a quali condizioni

Somministrare le cure palliative

Le cure palliative possono essere somministrate da un ospedale, da una clinica specializzata o in casa. Sono il paziente e la sua famiglia a decidere quali tra queste sia l’opzione migliore, tenendo a mente i pro e i contro di ciascuna.

È provato inoltre che nella maggior parte dei casi l’assistenza in casa apporta diversi benefici al paziente. Tuttavia, questa opzione dipenderà dalle condizioni e dalla disponibilità di ogni famiglia, così come dall’accesso a misure di supporto esterno.

L’ideale è che questo tipo di assistenza sia prestata da uno staff medico, in collaborazione con la famiglia del paziente. Una persona affetta da malattia grave ha bisogno di uno staff composto da medici, infermieri, assistente per muoversi, nutrizionista, psicologo, assistente sociale, fisioterapista e guida spirituale.

Per saperne di più: I vaccini fondamentali per l’essere umano: eccone 6

Aspetti da tenere a mente

È molto importante che sia il paziente che la sua famiglia conoscano in dettaglio le caratteristiche della malattia, le opzioni di trattamento e la prognosi. Questo darà loro gli elementi per farsi un’idea e prendere le decisioni del caso in modo più consapevole e sulla base della fase della malattia.

Esiste enorme disparità nel mondo in merito all’accesso alle cure palliative. Nei Paesi più ricchi quasi tutti i pazienti possono contare su di esse; nei Paesi più poveri, invece, questa forma di assistenza è praticamente assente. Il 98% dei bambini che necessitano di queste cure vive nei Paesi poveri.

Pessini, L., & Bertachini, L. (2006). Nuevas perspectivas en cuidados paliativos. Acta bioethica, 12(2), 231-242.