Dare il ciuccio al neonato: pro e contro

13 Maggio 2019
Dare il ciuccio al bambino è più una consuetudine che un vero bisogno. Come tutte le cose, ha vantaggi e svantaggi: ecco quali.

Molte mamme si chiedono se sia giusto dare il ciuccio al neonato quando si devono allontanare. La verità è che si tratta più di una consuetudine che di una vera necessità.

L’istinto di succhiare si sviluppa già nel ventre materno. È provato che il riflesso della suzione genera nel bambino una sensazione di tranquillità e pace.

È proprio succhiando il seno che il bambino stimola la produzione di latte materno, regolandone la giusta quantità.

Dare il ciuccio al neonati: quali sono i vantaggi?

Per le donne che hanno dolore al seno e per cui l’allattamento diventa una vera sofferenza, il biberon e il succhietto possono rappresentare una benedizione.

Spesso vi si ricorre solo per calmare il bimbo: il ciuccio aiuta a rilassarlo e a farlo addormentare.

Può essere utile anche quando si porta il piccolo dal pediatra o a fare il vaccino. Questo accessorio gli offre distrazione e conforto, poiché ricorda il calore del seno materno.

Alcune ricerche mettono in relazione l’uso del ciuccio con una riduzione del rischio della sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS), sebbene occorrano ulteriori dati.

Alcuni bambini hanno bisogno di succhiare in modo continuo e il tempo passato attaccati al seno non è sufficiente. In questi casi conviene considerare l’uso del ciuccio.

Leggete anche: Togliere il pannolino: come reagisce il bambino?

Bambino con il ciuccio

Svantaggi nell’uso del ciuccio

È sconsigliato nei lattanti con meno di tre mesi. Il suo uso, infatti, può influire negativamente sulla produzione del latte materno a causa di un’insufficiente stimolazione del seno.

Può, inoltre, indurre dipendenza soprattutto se vi si ricorre per conciliare il sonno o come sostituto della mamma.

L’uso del ciuccio è anche collegato a malformazioni del naso e del palato ed espone il bambino al rischio di otite. Se si mantiene come abitudine dopo i sei mesi di vita, può causare malformazione dentale.

Potrebbe interessarvi anche: Allattare aiuta a dimagrire: è vero?

Bambino dare il ciuccio al neonato

Altri aspetti da considerare prima di dare il ciuccio al neonato

  • È meglio aspettare che la produzione di latte materno si sia stabilizzata prima di offrire il ciuccio al bambino.
  • Assicuratevi che sia sempre pulito per ridurre il rischio di infezioni.
  • Quando possibile, sostituite il ciuccio con alternative che aiutano a calmarlo.
  • Non lasciate a vostro figlio il ciuccio a disposizione per tutto il giorno. Offritegli un sonaglino o lasciatelo giocare con le mani prima di ricorrervi.
  • Il bimbo ha bisogno di esplorare con le mani e con la bocca. Se ha la bocca sempre occupata a succhiare, perde questa opportunità.
  • Alcuni bambini mantengono il bisogno di succhiare per diversi anni. In questo caso, dovrete avere pazienza prima che abbandonino questa abitudine.
Mani di bambino con ciuccio

Conoscevate già questi aspetti sull’uso del ciuccio? Vi hanno parlato dei problemi legati a un uso eccessivo? Ora potete decidere in quale momento e se offrirlo ai vostri bambini.