Depuratevi con la dieta di tre giorni dell’aceto di mele

8 Marzo 2015
L’aceto di mele è un alimento eccellente che permette di depurare e rivitalizzare l’organismo grazie ai suoi molteplici valori nutrizionali.

Dopo aver mangiato in eccesso per molto tempo, l’organismo si sovraccarica di tossine, ci si sente gonfi e di solito si prende qualche chilo di troppo. In questo articolo vi spieghiamo un metodo molto semplice e salutare di depurare l’organismo: la dieta di tre giorni.

Senza soffrire la fame e senza grandi sacrifici ecco quali grandi proprietà per la salute apporta l’aceto di mele e come seguire la dieta di tre giorni.

Perché l’aceto di mele?

L’aceto di mele è un alimento eccellente che permette di depurare e rivitalizzare l’organismo grazie ai suoi molteplici valori nutrizionali.

Contiene vitamine A e B, acidi grassi essenziali, enzimi e numerosi sali minerali come calcio, fosforo, potassio, magnesio, zolfo, zinco, ferro e silicio.

Aceto

In che modo fa bene alla salute?

  • La virtù principale di questo prodotto è che aiuta a eliminare le tossine grazie al suo contenuto di zolfo; inoltre, agisce direttamente sul fegato, facilitando la metabolizzazione dei grassi.
  • In più, accelera il metabolismo ed elimina gli eccessi di grasso dal corpo, aiutando quindi a dimagrire.
  • È un grande diuretico e dunque permette di eliminare l’eccesso di liquidi nell’organismo, che provocano gonfiore.
  • Nei casi di stitichezza, che a lungo andare causa anch’essa sovrappeso, l’aceto di mele è utile perché migliora la flora intestinale.

Leggete anche: Il cavolo viola per migliorare la flora intestinale

Oltre a favorire la perdita di peso in tutti questi modi, se assunto con regolarità aiuta anche nelle seguenti patologie:

  • Previene le infezioni urinarie e si prende cura dei reni poiché aiuta a mantenere pulite le vie urinarie e l’urina acida
  • Previene la secchezza oculare grazie al suo contenuto di vitamina A
  • Migliora la digestione poiché è ricco di enzimi, risultando molto utile anche nei casi di flatulenze, acidità e pesantezza
  • Disinfiamma le gengive quando utilizzato per fare dei gargarismi
  • Elimina il catarro
  • Riduce i livelli di colesterolo, trigliceridi e acido urico
  • Allevia la tosse e il mal di gola
  • Previene i crampi muscolari grazie al suo contenuto di sali minerali come il magnesio
  • Migliora lo stato di pelle e capelli grazie al suo contenuto di vitamine e sali minerali
  • Riduce il rischio di soffrire di calcoli, epatici e renali, essendo un prodotto depurativo e diuretico.

Come seguire questo trattamento?

Il segreto di questo trattamento consiste nell’assumere un cucchiaio di aceto di mele mezz’ora prima di ogni pasto, accompagnato da uno o due bicchieri di acqua tiepida.

Se soffrite di acidità potete aggiungere un pizzico di bicarbonato di sodio poiché questo agisce da alcalinizzante, equilibrando il pH della miscela.

È fondamentale che l’aceto di mele sia biologico e di massima qualità, e per essere realmente efficace dovrebbe essere crudo, ossia non pastorizzato.

In questo modo trarrete beneficio da tutte le sue proprietà.

Quale dieta seguire?

Oltre a portare a termine l’assunzione di aceto rigorosamente, seguite anche questi consigli alimentari.

Leggete anche: Dieta senza glutine, conseguenze per la salute

Evitate i seguenti alimenti:

  • Carni rosse e insaccati
  • Latticini, che potete sostituire con bibite vegetali di avena, riso o mandorle
  • Farine e ogni tipo di prodotto da forno, sebbene possiate consumare un po’ di pane integrale
  • Alimenti fritti
  • Zucchero, da sostituire con stevia o con un po’ di miele
  • Sale da tavola, mentre potete utilizzare un po’ di sale marino, molto più salutare
Hamburger

Dunque, che cosa potete mangiare?

  • La colazione sarà a base di avena con una bibita vegetale oppure con frullati di frutta accompagnati da frutta fresca e frutta secca.
  • Il pranzo consisterà in un piatto di verdure o di insalata, un po’ di riso integrale e delle proteine che possono essere legumi, carne magra o pesce.
  • A cena mangiate un piatto di verdure o un’insalata, e per secondo un uovo e una pera o una mela.

Tra i pasti potete gustarvi della frutta secca o della frutta fresca, o potete anche bere degli infusi depurativi come tè verde, boldo o dente di leone.

La dieta di tre giorni è breve, ma ne varrà la pena.

Immagini per gentile concessione di: SteFou!, veganbaking.net