Dipendenza dalla pornografia: come riconoscerla

5 Agosto 2020
Negli ultimi anni il consumo di materiale pornografico è diventato popolare. Per la maggior parte delle persone si tratta di semplice intrattenimento; tuttavia, può causare una forte dipendenza.

La dipendenza dalla pornografia può causare problemi fisici, mentali, psicologici e sociali. Può indurre sintomi molto simili a quelli generati dalla dipendenza da sostanze psicoattive.

Oggigiorno, chiunque abbia una connessione a internet può accedere in modo semplice a materiale pornografico, la cui produzione ha ormai raggiunto livelli enormi. Non è dunque un caso che il numero di persone dipendenti dalla pornografia sia aumentato in modo significativo negli ultimi vent’anni.

Questa situazione preoccupa gli esperti, poiché i giovani sono particolarmente vulnerabili agli effetti della dipendenza dalla pornografia.

Quando si può parlare di dipendenza?

Nella maggior parte dei casi chi ha una dipendenza nega il problema o lo minimizza. Per poter rilevare questa anomalia il prima possibile, è essenziale individuare alcuni cambiamenti:

  • La persona dedica sempre più tempo alla visione di materiale pornografico.
  • Comincia a trascurare aspetti importanti della sua vita, come le attività lavorative o le relazioni sociali.
  • Guardare pornografia diventa lo strumento regolatore delle proprie emozioni: serve come un diversivo contro la noia o, addirittura, a sentirsi su di morale quando si è tristi o ancora per intensificare un momento piacevole della giornata.
  • L’individuo presenta una certa fragilità emotiva e improvvisi sbalzi d’umore riconducibili alla sua dipendenza.
  • Può arrivare a commettere un illecito legato alla pornografia.
Uomo con dipendenza da internet.

Quali sono le cause della dipendenza dalla pornografia?

Secondo un articolo pubblicato nel 2017 sulla rivista Drugs and Addictive Behavior, le cause di questa dipendenza possono essere molteplici. Tra le più significative troviamo:

  • Squilibri ormonali.
  • Influenza ereditaria.
  • Aver subito abusi sessuali.
  • Essere stati oggetto di violenza fisica o verbale.
  • Mancanza d’affetto.
  • Curiosità.
  • Esposizione a immagini esplicite in giovane età.
  • Senso di fallimento, pensieri e sentimenti negativi.
  • Stati d’ansia.
  • Bullismo.
  • Solitudine.
  • Cattivo esempio da parte dei genitori o persone vicine.

Leggete anche: Nomofobia: la dipendenza da smartphone diventa una malattia

Conseguenze della dipendenza dalla pornografia

Le persone dipendenti dalla pornografia spesso guardano materiale pornografico per ore o cercano nuove fonti per ottenerlo. Per questo motivo, la dipendenza causa spesso altri problemi secondari come i seguenti:

Isolamento sociale

Così come accade anche con altre dipendenze, da tabacco, cannabis o alcol per esempio, per la persona dipendente dal porno è una consuetudine vedere materiale di questo tipo da sola e in segreto.

Sbalzi d’umore

La dipendenza dalla pornografia provoca spesso significativi sbalzi di umore. Tra questi si possono osservare:

  • Comportamenti ossessivo-compulsivi.
  • Scarsa gestione della rabbia.
  • Ansia.
  • Grave depressione.
Uomo con depressione e mani giunte.

Eccessiva masturbazione

La masturbazione compulsiva può causare ulteriori disturbi, tra i quali:

  • Erezione debole.
  • Impotenza sessuale.
  • Sterilità.
  • Eiaculazione precoce.
  • Prostatite o uretrite.
  • Disturbi neurologici, del sonno e digestivi.

Alterazioni cerebrali

Come per altre dipendenze, il sistema di ricompensa del cervello risulta sovrastimolato da un eccesso di dopamina. Per continuare a provare il benessere e il piacere prodotti da questa sostanza, la persona ha bisogno di un consumo sempre maggiore di pornografia, il che significa più tempo, più dipendenza e più isolamento.

Insoddisfazione sessuale

La dipendenza dalla pornografia può far credere a chi ne è affetto che i suoi rapporti sessuali non siano intensi, frequenti o abbastanza soddisfacenti. Poiché i suoi riferimenti sono fittizi, la frustrazione può essere un sintomo persistente.

Problemi nella relazione di coppia

Se la persona ha un partner, la dipendenza dalla pornografia può essere una delle principali fonti di conflitto, potendo persino causare la separazione o il divorzio.

Vi potrebbe interessare: Frustrazione sessuale di coppia: come affrontarla?

Strategie per prevenire la dipendenza dalla pornografia

Nel caso dei più giovani, gli adulti possono intervenire per evitare possibili dipendenze. I passaggi da attuare sono i seguenti:

  • Impostare il controllo parentale o installare un software per bloccare i siti pornografici su tutti i computer e i dispositivi mobili della casa.
  • Impedire ai ragazzi di accedere a internet in spazi privati.
  • In base all’età dei bambini, si consiglia di promuovere un’educazione sessuale di qualità in casa. 
  • Incoraggiare attività ricreative e sportive in famiglia.
  • Promuovere la comunicazione assertiva. 
  • Favorire attività sociali con altri bambini ed adolescenti.
  • Se viene rilevata una dipendenza, rivolgersi a uno specialista. 

Nel caso degli adulti, come per altre difficoltà emotive che sconvolgono la vita quotidiana, l’ideale è aiutarli a riconoscere il loro problema. In questo modo l’interessato prenderà più facilmente l’iniziativa di rivolgersi a un esperto specializzato in dipendenze sessuali.

  • Joyce, R. A. (2008). Pornography and the Internet. IEEE Internet Computing, 12(4), 74-77. doi: https://doi.org/10.1109/MIC.2008.83
  • Mayer, M. A. (2011). La utilización de Internet entre los adolescentes, riesgos y beneficios. Atención Primaria, 43(6), 287–288. doi: https://doi.org/10.1016/j.aprim.2010.12.004
  • Shekarey, A., Rostami, M. S., Mazdai, K., & Mohammadi, A. (2011). Masturbation: Prevention; Treatment. Procedia. Social and Behavioral Sciences, Vol. 30, 1641–1646. doi: https://doi.org/10.1016/j.sbspro.2011.10.318
  • Velasco, A. & Gil, V. (2017). La adicción a la pornografía: causas y consecuencias. Drugs and Addictive Behavior,  Vol. 2, (1), 122-130. doi:https://doi.org/10.21501/24631779.2265