Disidrosi palmare e plantare: cause, sintomi e trattamento

2 Dicembre 2020
La disidrosi palmare e plantare è un disturbo innato sebbene sia spesso associata allo stress e alle allergie.

La disidrosi palmare e plantare, nota anche come eczema disidrotico, è un’infiammazione della pelle caratterizzata da piccole vesciche sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi.

È una malattia spesso cronica, non contagiosa, e che presenta episodi di riacutizzazione e altri di remissione. Generalmente si tratta di un disturbo di tipo stagionale, in quanto si manifesta con maggiore frequenza in primavera e in estate.

La disidrosi palmare e plantare è innata sebbene sia spesso associata a fattori esterni quali stress o disturbi allergici. Inoltre, benché tenda a manifestarsi tra i 15 e i 30 anni, può colpire qualunque fascia d’età ed entrambi i sessi.

Cause della disidrosi

Mano con isidrosi.

La causa certa della disidrosi palmare e plantare non è ancora nota, sebbene si conoscano alcuni fattori che ne favoriscono la comparsa. Tra i fattori che possono influire sullo sviluppo di questo disturbo troviamo:

  • Stress emotivo.
  • Allergie a profumi, farmaci e metalli.
  • Infezioni causate da batteri o da funghi.
  • Dermatiti atopiche o altre malattie allergiche come l’asma o la rinite.
  • Anche la gravidanza, in certi casi, può essere un fattore scatenante per via degli squilibri ormonali.

Sintomi della disidrosi palmare e plantare

Il disturbo tende a manifestarsi dapprima tra le dita per poi diffondersi ai palmi. Al contrario, raramente compare sul dorso delle mani, sulle braccia o in altre parti del corpo.

Può anche manifestarsi sulle piante e sui lati dei piedi. I sintomi della disidrosi palmare e plantare sono i seguenti:

  • Comparsa di vesciche che possono anche causare intenso prurito.
  • Irritazione e ispessimento della cute. Soprattutto quando la persona si gratta. Per tale ragione, potrebbe anche manifestarsi una superinfezione secondaria della pelle.

Il decorso della disidrosi è alquanto variabile. Spesso scompare da sé dopo tre o quattro settimane, ma tende a ripresentarsi dopo poche settimane o persino diversi mesi.

Può interessarvi anche: 6 rimedi contro i talloni screpolati

Trattamento della disidrosi palmare e plantare

Medico che compila ricetta.

Attualmente non esiste un trattamento che rappresenti una cura definitiva per la disidrosi. Ciò nonostante, alcuni trattamenti consentono di prevenirne l’insorgenza. In tal senso, le misure da seguire o i trattamenti da applicare sono i seguenti:

  • Assunzione di corticosteroidi topici ad alta potenza per una o due settimane. A seconda dell’intensità della lesione e del suo stadio, potrebbero anche essere necessari dei corticosteroidi orali.
  • Antibiotici in caso di superinfezione associata alla lesione.
  • Antistaminici orali per calmare il prurito.
  • Ulteriori trattamenti, alcuni dei quali specifici come la fototerapia.

Leggete anche: La dieta influisce sul sistema immunitario?

Consigli per calmare i sintomi della disidrosi

Sapone all'avena per la pelle con disidrosi palmare.

Presentiamo alcune raccomandazioni utili per prevenire l’insorgenza della disidrosi palmare e calmare i sintomi.

  • Idratate le mani più volte al giorno.
  • Evitate il contatto con sostanze irritanti.
  • Lavate mani e piedi con saponi delicati e privi di profumo.
  • Indossate i guanti durante le faccende domestiche.
  • Curate l’igiene dei piedi (lavateli e asciugateli sempre nel modo corretto).
  • Evitate di grattarvi, in quanto prolunghereste il corso della malattia, oltre ad aumentare il rischio di superinfezioni.
  • Indossate scarpe con la suola in cuoio, giacché i materiali naturali consentono una migliore traspirazione del piede. In caso di eccessiva sudorazione, è consigliabile cambiare i calzini almeno due volte al giorno.

Dato che lo stress è uno dei fattori scatenanti, oltre ad acuire il disturbo in corso, è bene trovare il modo più adatto alle proprie esigenze per gestirlo al meglio.

In tal senso, oltre a seguire i consigli appena esposti, le attività sportive e le tecniche di rilassamento e di respirazione si rivelano molto utili. Lo yoga, il tai chi e la meditazione possono essere di grande aiuto per calmare stress, ansia e nervosismo.

  • Gómez, M., Beirana, A., & Lopez, L. (2001). Dishidrosis asociada a dermatitis atópica en un paciente preescolar. Revista Del Centro Dermatológico Pascua.
  • Garcia-Navarro, X., Corella, F., Roé, E., Dalmau, J., & Puig, L. (2006). Dishidrosis. Farmacia Profesional.
  • Urbina, F., Pérez, A., Requena, L., & Rütten, A. (2013). Hipoqueratosis circunscrita palmar o plantar. Conocimientos y controversias tras 10 años de su descripción. Actas Dermo-Sifiliográficas. https://doi.org/10.1016/j.ad.2013.05.011
  • Garcia-Navarro, X., Corella, F., Roé, E., Dalmau, J., & Puig, L. (2006). Dishidrosis. Farmacia Profesional, 20(4), 70-73. Retrieved from http://www.elsevier.es/es-revista-farmacia-profesional-3-articulo-dishidrosis-13087206