Dolore alla bocca dello stomaco: a cosa è dovuto?

· 5 novembre 2014
La cosa più importante per evitare questo dolore è prendere la vita con colma, in tutti i sensi. Sotterate lo stress e il nervosismo e cercate di mangiare lentamente.

Sicuramente avrete avvertito almeno una volta questa sensazione fastidiosa: il dolore alla bocca dello stomaco. Ma a cosa è dovuto? Nervi, cattiva digestione? Sono molti i fattori che lo determinano. Ve ne parliamo a seguire suggerendovi, inoltre, alcuni semplici rimedi.

Causa del dolore alla bocca dello stomaco

Il dolore in questa zona dell’addome è più comune di quanto crediamo; si stima che il 30% della popolazione ne soffra e, anche se non è considerata una vera malattia, è comunque una piccola anomalia del sistema digerente.

A seconda dell’intensità del dolore che si prova, la causa sarà di maggiore o minore entità. Tuttavia, se notate che vi capita abitualmente e che si presenta insieme ad altri sintomi, che ora vi indichiamo, dovrete rivolgervi al vostro medico.

A cosa è associato il dolore alla bocca dello stomaco?

1. Ai nervi

Dolore alla bocca dello stomaco

A volte l’ansia e lo stress si accumulano nel secondo cervello, che è lo stomaco. Il dolore si scatena in questa parte del corpo, dando luogo a cattiva digestione, acidità e anche diarrea. Non preoccupatevi, quindi, se a volte soffrite di questo tipo di disturbo, perché quasi sempre è dovuto allo stress. Tuttavia, come tale, dobbiamo saperlo gestire affinché non degeneri in qualcosa di più grave.

2. Gas

Qualcosa di altrettanto comune. La cattiva digestione o determinati alimenti possono generare i fastidiosi e conosciuti gas. Questi sono soliti concentrarsi quasi sempre nella bocca dello stomaco, proprio sotto le costole. Una pressione dolorosa, che a volte ci rende difficoltoso persino a respirare.

3. Acidità

Acidità di stomaco

Il reflusso gastrico e anche l’acidità sono fattori molto comuni che provocano dolore allo stomaco, proprio nella parte iniziale di quest’organo. Questo si verifica quando gli acidi dello stomaco risalgono, provocando dolore nella zona dell’esofago.

4. Colon irritabile

L’infiammazione dell’intestino e del colon possono provocare questo disturbo. Se soffrite di diarrea, stitichezza, se vomitate spesso e il dolore è molto forte, recatevi il prima possibile dal vostro medico.

5. Determinati medicinali

Farmaci

Se assumete integratori di ferro o medicinali come l’ibuprofene, è molto comune avvertire dolore alla bocca dello stomaco. Il dolore solitamente non dura più di mezza giornata. In questo caso non si tratta di un problema grave, ma fastidioso.

6. Mangiare velocemente

Ricordate, per digerire meglio dovete abituarvi a mangiare piano, facilitando così la salivazione e masticando in maniera lenta. Se masticate in modo precipitoso, è normale che si presenti il dolore alla bocca dello stomaco.

7. Ulcera

Ulcera allo stomaco

Vi fa male lo stomaco, specialmente quando mangiate determinati alimenti? Quando si tratta di piatti molto saporiti o piccanti? Vomitate spesso? A volte il vomito presenta tracce di sangue? Allora recatevi dal medico, perché potreste soffrire di ulcere gastriche.

Rimedi per il dolore alla bocca dello stomaco

Bevanda allo zenzero

  • Infuso di anice e menta dopo i pasti: perfetto per favorire la digestione, per alleviare il dolore e rilassarsi. Potete assumerne fino a 3 tazze al giorno.
  • Infuso di radice di zenzero: calma, rilassa, riduce l’infiammazione e migliora la digestione. Non dubitate, prendetela dopo i pasti principali e noterete i risultati.
  • Salvia e camomilla: sicuramente già conoscerete i benefici di queste due piante medicinali per proteggere stomaco e intestino. Sono sedanti e riducono il dolore e l’infiammazione. Potete bere un litro di infuso al giorno. Vi sarà di grande aiuto.
  • Un bagno tiepido con un massaggio allo stomaco: niente di più rilassante per alleviare nervi e tensioni allo stomaco di un bagno tiepido. Successivamente, l’ideale è farsi un massaggio dolce nella zona dell’addome con un cucchiaio di olio essenziale di lavanda e un altro di mandorle. Realizzate delicati movimenti circolari. Il risultato è assicurato.
  • Ricordate anche di masticare bene gli alimenti, senza fretta. Non è consigliato, inoltre, mangiare grandi quantità di cibo. L’ideale sarebbe fare cinque pasti al giorno, considerando che i più importanti sono la colazione e il pranzo e la più leggera, ovviamente, la cena. Non dimenticate, inoltre, di assumere abbondanti liquidi.
Guarda anche