Gli effetti dell’alcol in eccesso sull’organismo

· 11 aprile 2014
Il consumo prolungato di alcol può far in modo che le cellule del fegato perdano le loro capacità rigenerative e può causare cirrosi.

Gli effetti dell’alcol sul corpo sono innumerevoli e dipendono soprattutto dall’etanolo, una droga psicoattiva che provoca molti effetti collaterali che alterano gravemente l’organismo. In questo caso gioca un ruolo molto importante la quantità di alcol ingerito, così come le circostanze.

Se si ingeriscono alcolici a stomaco pieno, gli effetti sull’organismo sono minori. Al contrario, se si assumono a stomaco vuoto, gli effetti sono di gran lunga maggiori.

Come agisce l’alcol sull’organismo?

Gli effetti dell’alcol sull’organismo sono di varia natura, poiché all’inizio produce una grande sensazione di soddisfazione e allegria, ma in seguito genera vista offuscata e seri problemi di coordinazione.

Le membrane delle cellule non possono trattenere il passaggio dell’alcol che, ritrovandosi nel sangue, si diffonde nella maggior parte dei tessuti che costituiscono il corpo.

Un consumo eccessivo di alcol fa perdere facilmente lucidità e, se lo si assume in quantità davvero esagerate, potrebbe verificarsi un avvelenamento da alcol capace persino di portare alla morte.

Ciò perché un’elevata percentuale di alcol nel sangue potrebbe provocare un arresto cardiorespiratorio oppure la morte per asfissia causata dal vomito.

Dopo aver ingerito alcol, questo può impiegare dai trenta ai novanta minuti ad arrivare nel sangue. In quel momento si riducono gli zuccheri che si trovano nel sangue, provocando forte debolezza e fatica. Questo succede perché l’alcol accelera la trasformazione del glicogeno in glucosio, il quale viene eliminato più velocemente.

Le fasi dell’intossicazione etilica

Gli effetti dell’alcol sono molteplici e la loro gravità dipende dalle quantità ingerite. L’intossicazione etilica si divide in fasi:

  • La prima è caratterizzata da euforia, eccitazione, disinibizione e impulsività.
  • La seconda è quella dell’intossicazione: quando l’organismo non è abituato all’alcol il sistema nervoso ne risente, si perde la capacità di coordinare i movimenti e l’equilibrio, causando spesso cadute. L’alcol, inoltre, provoca depressione e perdita di calore da parte dell’organismo.
  • La terza è la fase ipnotica, caratterizzata da molta confusione, irritabilità, agitazione, sonno, nausea, vomito e cefalea.
  • La quarta fase è “anestetica”, caratterizzata da forte stupore, si dicono parole senza senso, si riduce notevolmente la lucidità, si perde la forza muscolare, non si controlla lo stimolo a urinare, si hanno difficoltà a respirare.
  • La quinta fase è quella che porta alla morte: si entra in shock cardiovascolare, la respirazione si ferma e si muore.

Gli effetti dell’alcol sul corpo

Donna che beve alcolici

Gli effetti del consumo dell’alcol sul corpo sono molti, a breve o a lungo termine, e danneggiano molti organi.

Al cervello e al sistema nervoso

  • Il consumo frequente di alcol danneggia gravemente le funzioni cerebrali. In primo luogo le emozioni, provocando improvvisi sbalzi di umore, la motricità si altera rendendo difficile la pronuncia delle parole e causando perdita dell’equilibrio e lentezza nei movimenti.
  • Può alterare l’azione dei neurotrasmettitori, modificandone la struttura e la funzione. Questo provoca diverse conseguenze: limitata capacità di reazione, riflessi lenti, impossibilità nel coordinare i movimenti, tremori e allucinazioni.
  • Si perde l’autocontrollo, la memoria, la capacità di concentrazione e le funzioni motorie vengono gravemente alterate.
  • Tutti questi effetti dell’alcol causano una grande quantità di disturbi comportamentali e accidenti motori che hanno causato il decesso di un considerevole numero di persone in tutto il mondo.
  • L’alcol causa gravi danni alle cellule cerebrali, così come ai nervi periferici; tali danni possono essere permanenti. 
  • L’alcol può causare anche la riduzione della vitamina B1, determinando la sindrome di Wernicke-Korsakoff, la quale provoca l’alterazione dei sentimenti, dei pensieri e della memoria. 
  • La maggior parte delle persone che consuma alcol con frequenza presenta difficoltà a dormire.
  • Queste persone, inoltre, tendono ad isolarsi dall’ambiente lavorativo e familiare, abbandonando spesso la famiglia, divorziando e perdendo il posto di lavoro; il tutto può degenerare in una profonda depressione che, nella maggior parte dei casi, culmina nel suicidio.
  • La maggior parte di questi effetti dell’alcol si verifica in base alla quantità e alla frequenza con cui si ingerisce.
  • In dosi molto elevate è possibile entrare in coma; nel caso in cui il consumo di alcol è esageratamente elevato, si verificano alterazioni mentali molto serie e danni cerebrali permanenti.
  • Si presentano periodi di anemia, con alterazioni della memoria per alcuni minuti oppure ore o, addirittura, giorni.

Leggete anche: Bevande per trattare l’anemia in modo naturale

Al cuore e all’apparato respiratorio

  • Aumenta l’attività cardiaca.
  • Il consumo di dosi molto elevate può aumentare la pressione sanguigna e la pressione arteriosa, provocando danni al muscolo cardiaco in seguito all’effetto tossico dell’alcol.
  • Il muscolo cardiaco si debilita e, di conseguenza, la capacità di pompare sangue diminuisce.
  • Si verifica vasodilatazione periferica, la quale causa rossore nella pelle e aumento della sua temperatura superficiale.

All’apparato digestivo: stomaco, pancreas, fegato ed esofago

Bere alcol

Tutti i disturbi gastrici sono dovuti al fatto che l’etanolo erode ed irrita la mucosa gastrica. Ciò bruciore di stomaco, il quale può aumentare se si assumono più alcolici insieme.

  • L’alcol aumenta la produzione di acido gastrico, provocando irritazione ed infiammazione nelle pareti dello stomaco. Tale condizione può causare ulcere ed emorragie interne che possono risultare fatali.
  • L’alto consumo di alcol può causare il cancro allo stomaco, alla laringe, all’esofago e al pancreas.
  • Può provocare esofagite, ovvero l’infiammazione dell’esofago, oltre a varici esofagee sanguinanti.
  • Si produce pancreatite acuta, ovvero grave infiammazione del pancreas che può portare alla morte. 
  • La pancreatite può anche essere cronica e provocare un intenso dolore permanente.
  • Il consumo di alcol può portare la persona a soffrire di diabete di tipo II, con tutte le gravi conseguenze che questa malattia provoca a chi ne soffre.
  • L’organo che si incarica di metabolizzare l’alcol è il fegato: gli enzimi del fegato trasformano l’alcol prima in acetaldeide e dopo in acetato e altri composti. Il processo è molto lento, pertanto si verificano danni ai tessuti del fegato.
  • A causa dell’irritazione ed infiammazione cellulare epatica, spesso questa condizione può degenerare in epatite alcolica. Il fegato può risentirne trasformandosi prima in fegato grasso, subendo in seguito una possibile epatite, poi ancora una cirrosi e infine la formazione del cancro al fegato.
  • Un danneggiamento di questo organo può anche determinare l’ittero, ovvero il colore giallo della pelle, un colorito giallognolo della sclera (parte bianca dell’occhio) e l’accumulo di liquidi negli arti.
  • La funzione renale si vede gravemente alterata, poiché si riducono i livelli dell’ormone antidiuretico che provoca disidratazione.
  • L’alcol apporta una grande quantità di calorie con un valore nutritivo molto basso, impedisce l’assorbimento di alcuni minerali e vitamine, elimina l’appetito e, quindi, provoca denutrizione.

Al sangue

  • Impedisce la produzione di globuli bianchi e rossi.
  • Quando non c’è sufficiente quantità di globuli rossi per trasportate l’ossigeno, si produce l’anemia megaloblastica.

Al sistema immunitario e riproduttivo

  • La mancanza di globuli bianchi danneggia il sistema immunitario, aumentando così il rischio di contrarre infezioni batteriche e virali.
  • Diminuisce il desiderio sessuale.
  • Può causare infertilità e disfunzione erettile.

Alla gravidanza e al feto

  • Il consumo di alcol durante la gravidanza può provocare al feto la sindrome alcolica fetale. I sintomi di questa patologia riguardano un ritardo della crescita, l’alterazione dei lineamenti cranio-facciali, malformazioni cardiache, epatiche, renali e oculari.
  • Il danno maggiore si produce a livello del sistema nervoso centrale del feto, il quale può presentare un marcato ritardo mentale.

Sindrome della dipendenza alcolica o alcolismo

Effetti dell'alcol

Questo, associato alla grande quantità di sintomi e patologie ad esso associate, è uno degli effetti dell’alcol di gran lunga più gravi.

L’augurio è che questa lista con tutti i gravi danni e i problemi di salute che l’alcol può provocare possa essere di grande aiuto per chi non riesce a controllare l’impulso di bere; speriamo che in questo modo queste persone riescano a prendere coscienza della gravità della situazione e che, per lo meno, chiedano aiuto ad un esperto.

L’alcolismo più che un “vizio”, come viene definito dalla maggioranza delle persone, è invece un grave problema di salute a cui prestare attenzione nel momento stesso in cui si inizia a sentire il desiderio di bere con frequenza.

Leggete anche: Bisogna smettere di bere alcolici per perdere peso?

Se avete un amico, un familiare o un conoscente con questo problema, cercate di convincerlo affinché si lasci aiutare e si rivolga ad un centro di riabilitazione per alcolisti. 

In futuro vi ringrazierà per questo: si libererà di un’innumerevole quantità di problemi, sia familiari che personali e, cosa più importante, risolverà gravi problemi di salute che, se non trattati in tempo, molte volte possono risultare fatali.

Guarda anche