Come eliminare la flaccidità delle braccia

Per avere braccia toniche e definite, oltre a fare attività fisica, è fondamentale seguire una dieta equilibrata che aiuti a ridurre il grasso localizzato

L’effetto “saliera” o “tendina” nelle braccia non è per niente bello! La flaccidità è un problema piuttosto comune che compare man mano che si invecchia, perché la pelle perde la sua elasticità; tuttavia, si verifica anche quando si aumenta di peso.

In questo articolo vi spiegheremo come eliminare le “ali di pipistrello” con alcuni semplici esercizi.


Allenamento per ridurre la flaccidità delle braccia

braccia-flaccide

Quando i tessuti connettivi non si mantengono più uniti, si presenta quel problema che tutti conoscono come “flaccidità” o “pelle flaccida”.

Questa condizione può dipendere dall’età o anche dall’aumento di peso. Tuttavia, nemmeno chi perde peso riesce sempre a ridurre il grasso accumulatosi sotto le braccia.

La flaccidità è più che altro un problema estetico e la bella notizia è che rassodare la pelle di questa zona del corpo non è così complicato come potrebbe sembrare.

Basta solo un po’ di attività fisica, forza di volontà, costanza, disciplina e ovviamente ottimismo. I cambiamenti, però, non si vedono dal giorno alla notte, perché il corpo deve adattarsi ai nuovi movimenti.

Se all’attività fisica aggiungete anche una dieta equilibrata a base di proteine magre, carboidrati integrali, grassi sani e acqua, otterrete risultati soddisfacenti in meno tempo.

Molti di questi esercizi prevedono l’utilizzo dei pesi perché siano più efficaci. Non c’è bisogno di acquistarli, potete riempire delle bottiglie di plastica con terra, sabbia o acqua.

Il programma di allenamento anti-flaccidità prevede i seguenti esercizi:

Leggete anche: 6 efficaci esercizi per rafforzare le braccia ed eliminare il grasso

7 esercizi con i pesi

esercizi-pesi

I pesi vanno tenuti saldamente con tutta la mano.

Esercizio 1

  • Il primo esercizio consiste nel sostenere un peso sopra la testa usando entrambe le mani ed allungando bene le braccia.
  • Piegate i gomiti in modo che il peso si avvicini alla nuca. Mantenete la posizione per 5 secondi e allungate nuovamente le braccia. Ripetete l’esercizio 10 volte.

Esercizio 2

  • Il secondo esercizio richiede l’uso di due pesi, uno per ogni mano.
  • Mettetevi in piedi con le gambe unite.
  • Sollevate le braccia il più diritto possibile fino all’altezza delle spalle (formeranno una croce).
  • Mantenete la posizione per qualche secondo e poi abbassate le braccia.
  • Ripetete l’esercizio 15 volte.

Esercizio 3

  • Questo esercizio è un ampliamento del precedente.
  • Invece di sollevare le braccia solo fino all’altezza delle spalle, alzatele finché i pesi non si toccano sopra la testa.
  • Ripetete l’esercizio 10 volte.

Esercizio 4

  • Distendetevi su un materassino a pancia in su e appoggiate bene i piedi a terra.
  • Con un peso in ogni mano, allungate le braccia sopra la testa.
  • Piegate i gomiti e abbassate i pesi dietro la testa.
  • Tornate alla posizione di partenza e ripetete l’esercizio 10 volte.

Esercizio 5

Per svolgere questo esercizio, avrete bisogno solo di un peso.

  • Afferrate il peso con la mano destra ed allungate il braccio il più vicino possibile all’orecchio.
  • Afferrate il braccio con la mano sinistra.
  • Piegate il gomito in modo che l’avambraccio tocchi la testa (il peso scenderà fino all’orecchio sinistro).
  • Allungate nuovamente il braccio e ripetete l’esercizio 10 volte prima di cambiare braccio.

Esercizio 6

  • Per allenare i tricipiti ed eliminare la flaccidità delle braccia, un’altra opzione è mettersi in ginocchio sul materassino, con la schiena sollevata e diritta.
  • Prendete un peso con la mano destra e allungate il braccio come per l’esercizio precedente. L’altro braccio va appoggiato al fianco.
  • Poi, flettete il gomito e portate il peso all’indietro senza allontanare la spalla dall’orecchio.
  • Mantenete la posizione per qualche secondo ed allungate il braccio.
  • Dopo aver ripetuto l’esercizio 10 volte, passate all’altro braccio.

Esercizio 7

L’ultimo esercizio richiede l’uso di un peso e di una panca.

  • Appoggiate il ginocchio e il palmo destro. Lasciate la schiena parallela al pavimento e la testa allineata.
  • Afferrate il peso con la mano sinistra.
  • Allungate il braccio sinistro all’indietro (seguendo la posizione del torso) e poi piegate il gomito portando il peso all’altezza del petto.
  • Ripetete l’esercizio 10 volte e poi cambiate lato.

2 esercizi senza pesi

flessioni

Se non avete i pesi o preferite altri tipi di esercizi (potete combinare gli esercizi con e senza pesi), questi suggerimenti fanno al caso vostro:

Esercizio 1

Per allenare i tricipiti, dovete sedervi su una panca e allungare le gambe. Fino a che non vi sarete abituati, potete fare lo stesso esercizio con le gambe piegate (con i piedi ben appoggiati a terra).

  • Appoggiate i palmi delle mani sul bordo della panca.
  • Sollevate i fianchi e fate forza sulle braccia per mantenere la posizione.
  • Poi abbassate i fianchi il più vicino possibile al pavimento.
  • Mantenete la posizione per qualche secondo e poi tornate a quella iniziale con le braccia ben allungate.
  • Ripetete l’esercizio 15 volte.

Vi consigliamo di leggere anche: 9 alimenti per evitare la stanchezza e il mal di testa

Esercizio 2

  • Le flessioni delle braccia sono un ottimo esercizio per aumentare la forza dei muscoli ed eliminare il grasso e la flaccidità.
  • Mettetevi in ginocchio sul materassino, incrociate le gambe ed appoggiate i palmi delle mani a terra.
  • Allungate le braccia (separate alla distanza delle spalle). Portate il torso in avanti.
  • L’idea è che solo i palmi delle mani e le ginocchia siano appoggiati a terra. Lo sforzo devono farlo le braccia.
  • Ripetete l’esercizio almeno 10 volte.

Una volta che avrete imparato a fare questo esercizio, potete aumentare la difficoltà:

  • Invece di appoggiare le ginocchia, allungate le gambe e mantenete il corpo sollevato toccando il pavimento solo con i palmi e le punte dei piedi.
  • Poi portate il corpo in avanti e fate in modo che il viso si avvicini il più possibile al pavimento.
  • Non “aprite” troppo i gomiti verso l’esterno perché potreste danneggiare le articolazioni.