Eliminare i calcoli renali con 6 consigli

· 14 novembre 2018
Oltre a ridurre il consumo di sale, per eliminare i calcoli renali è molto importante bere molta acqua per favorirne l'espulsione attraverso l'urina

I calcoli renali sono una sorta di sassolini che si formano nei reni a causa dell’accumulo di sali, minerali e altre sostanze presenti nell’urina. È possibile eliminare i calcoli renali?

Possono avere le dimensioni di un granello di sabbia o essere più grandi, tanto da ostruire il tratto urinario con gravi complicazioni. In questi casi è estremamente importante eliminare i calcoli renali.

Il processo di espulsione dei calcoli è molto doloroso e in genere è accompagnato da altri sintomi. Se permangono nelle vie urinarie, causano infezioni e in questo caso si rende necessario intervenire chirurgicamente per la rimozione.

È molto importante sapere come si manifestano per formulare una diagnosi corretta. Inoltre, prima si rileva la presenza dei calcoli, più efficace sarà il trattamento per eliminarli.

Oggi vogliamo parlarvi dei sintomi principali e darvi qualche consiglio per eliminare i calcoli renali.

Perché si formano i calcoli nei reni?

I calcoli non hanno un’unica causa definita. Interagiscono diversi fattori di rischio. In genere, la comparsa dei calcoli è legata a una maggiore concentrazione dell’urina, per cui si verifica una cristallizzazione di sostanze come calcio, ossalato e acido urico.

A sua volta, questa condizione può essere il risultato di:

  • Scarso consumo di acqua (disidratazione)
  • Precedenti familiari
  • Dieta ricca di proteine, sodio o zucchero
  • Sovrappeso o obesità
  • Malattie che interessano l’apparato digerente
  • Infezioni delle vie urinarie
  • Assunzione prolungata di alcuni farmaci

Vi consigliamo di leggere anche: 8 consigli per migliorare la funzione dei reni in modo naturale

Sintomi dei calcoli renali

Ragazza manifesta sintomi dolorosi legati ai calcoli

Le manifestazioni cliniche dei calcoli renali possono variare a seconda della persona. Alcuni non lamentano alcun fastidio nelle fasi iniziali. In generale, il dolore si manifesta quando aumentano le dimensioni dei sassolini.

I sintomi possono includere:

  • Dolore intenso ai lati del corpo, sotto le costole
  • Dolore nella parte inferiore dell’addome e in prossimità dell’inguine
  • Sensazione di bruciore durante la minzione
  • Urina di colore rosa, rosso o marrone
  • Urina dall’odore sgradevole
  • Nausea e vomito
  • Bisogno costante di urinare
  • Febbre e brividi (in caso di infezione)

Consigli per eliminare i calcoli renali

Una volta individuati i calcoli renali, è possibile adottare alcuni rimedi naturali per accelerarne il processo di eliminazione.

Anche se è bene seguire le indicazioni del medico curante, questi semplici consigli possono rivelarsi di grande aiuto.

1. Aumentare il consumo di acqua

Bere acqua

Il consumo quotidiano di acqua è un’abitudine fondamentale per la buona salute dei reni.

L’assunzione di liquidi migliora la produzione di urina, facilitando l’eliminazione dei residui e delle sostanze di rifiuto che si accumulano nel corpo.

Per combattere i calcoli renali, bevete almeno 2 litri di acqua al giorno.

2. Bere limonata

Grazie alle sue proprietà alcalinizzanti e idratanti, la limonata è una delle bevande più indicate per migliorare il processo di scioglimento dei calcoli renali.

L’effetto diuretico della limonata favorisce l’eliminazione dei liquidi accumulatisi nei tessuti e la pulizia dei condotti urinari.

Preparate una caraffa di limonata e bevetela nell’arco della giornata.

3. Consumare aceto di mele

Aceto di mele

L’aceto di mele biologico è uno dei rimedi tradizionali più conosciuti per trattare le malattie delle vie urinarie.

Gli acidi naturali dell’aceto regolano il pH del corpo e facilitano il processo di eliminazione di minerali e proteine.

  • Diluite un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere di acqua tiepida e bevetelo a digiuno.
  • Seguite il trattamento per almeno 3 settimane consecutive.

Volete saperne di più? Leggete anche: Colesterolo e zuccheri nel sangue: ridurli con l’aceto di mele

4. Migliorare la dieta

Tutti i soggetti affetti da calcoli renali devono modificare completamente la loro dieta. Anche se molti alimenti che vengono consumati regolarmente possono offrire beneficio, ne esistono altri che rischiano di peggiorare la situazione.

  • Aumentate il consumo di verdura, frutta e cereali integrali.
  • Limitate il consumo di bibite gassate, bevande energetiche e cibi elaborati.

5. Limitare il consumo di sale

Sale

Per non complicare la situazione, è importante limitare al minimo indispensabile il consumo di sale. Questa sostanza non solo favorisce la formazione dei cristalli, ma causa ritenzione idrica e infiammazione.

  • Evitate di aggiungere sale alle pietanze principali.
  • Limitate il consumo di alimenti ricchi di sodio: salse, cibi pronti, cibi in scatola, tra i tanti.

6. Bere succo di melagrana

Un trattamento naturale per eliminare i calcoli renali è il succo di melagrana. Ricco di composti antiossidanti, vitamine e fibre, questa bevanda è ideale per migliorare il funzionamento dei reni.

Preparate un bicchiere di succo di melagrana e bevetelo a digiuno per 3 settimane consecutive.

Il malessere causato dalla presenza dei calcoli renali può variare in base a come si spostano nelle vie urinarie. Eventuali complicazioni vanno comunicate al medico curante.

Guarda anche