Come eliminare il gonfiore addominale senza sport

13 ottobre 2017
Per alleviare il gonfiore addominale e i fastidi che ne scaturiscono, oltre a seguire un'alimentazione adeguata, è importante praticare alcuni massaggi localizzati

Per alleviare il gonfiore addominale e i fastidi che ne scaturiscono, oltre a seguire un’alimentazione adeguata, è importante praticare alcuni massaggi localizzati.

Avete problemi di gonfiore addominale e non sapete come sbarazzarvene senza fare sport? In quest’articolo vi daremo alcuni consigli che vi permetteranno di alleviare questa condizione in modo facile e veloce.

Eliminare il gonfiore addominale

1. Massaggi per ridurre i gas in eccesso

A volte il gonfiore è provocato dall’accumulo di gas. Per fortuna, in questi casi, è possibile eliminare il problema con un semplice massaggio.

Come realizzarlo

  • Il massaggio deve essere praticato sopra l’ombelico.
  • Posizionate su di esso quattro dita in orizzontale.
  • Il punto esatto da massaggiare si trova sopra il dito più in alto.
  • Una volta localizzata la zona, massaggiate per 2/3 minuti in senso orario. 
  • Vi accorgerete di realizzare in modo corretto il massaggio perché aumenterà la produzione di saliva.

Leggete anche: La frutta migliore per eliminare il gonfiore addominale

2. Massaggi per ridurre la ritenzione idrica

Fasce per la ritenzione idrica

Se state cercando di ridurre i liquidi in eccesso nel corpo (e che vi provocano gonfiore), potete ricorrere a questo semplice massaggio.

Come realizzarlo

  • Per realizzare questo massaggio, ancora una volta, utilizzeremo come punto di riferimento l’ombelico. Il punto da massaggiare si trova due dita sopra quest’ultimo.
  • Dovete esercitare una certa pressione su questa zona massaggiando per 2/3 minuti in senso orario e poi antiorario.

3. Massaggio per aumentare l’attività intestinale

Con questo massaggio, si incrementa l’attività intestinale evitando così la stitichezza che, a volte, potrebbe causare il gonfiore addominale.

Come realizzarlo

  • Questa volta la zona interessata si trova quattro dita sotto l’ombelico. Massaggiatela per 2/3 minuti in senso orario e poi al contrario.
  • Questo semplice gesto vi aiuterà a favorire i movimenti peristaltici.
  • Oltre a combattere la stitichezza, questo massaggio vi aiuterà ad alleviare il gonfiore.

4. Acqua e limone

Acqua e limone per eliminare il gonfiore addominale

Bere un bicchiere d’acqua tiepida con succo di limone 15/20 minuti prima di fare colazione vi aiuterà a normalizzare la produzione dei succhi gastrici e ad alleviare i sintomi del gonfiore.

In questo caso, si tratta di un’ottima soluzione per porre fine agli erutti e per prevenire la formazione di gas nell’intestino. Questa bevanda, inoltre, è ricca di vitamina C.

5. Addio al caffellatte a colazione

Il caffellatte è una delle bevande più comuni a colazione. Ciò nonostante, se state cercando di preservare la salute del vostro intestino, sarà meglio che evitarla optando per soluzioni più sane.

Il latte stimola la produzione di succhi gastrici ed aumenta l’acidità.

Il caffè produce nello stomaco un effetto simile a quello del latte; dunque berli insieme peggiora la situazione.

Cosa potete mangiare a colazione?

Se avete necessariamente bisogno di una razione di latticini a colazione, potete sostituire il latte allo yogurt. In questo modo i batteri intestinali potranno digerire il cibo.

6. Niente alcol a stomaco vuoto

Donna che beve vino

Le bevande alcoliche stimolano la produzione dei succhi gastrici. Per questo motivo, non è consigliato berle a digiuno, perché danneggeranno le pareti gastriche.

Qualora consumiate alcol con frequenza, dovete sapere che uccide la microflora dello stomaco e dell’intestino.

Ve ne consigliamo, dunque, un consumo moderato e sempre dopo aver mangiato.

7. Eliminare i cibi grassi dalla dieta

Gli alimenti grassi vanno eliminati in qualunque caso dalla dieta. Ricordate che i cibi grassi, come quelli precotti e i dolci, sono alimenti pesanti e difficili da digerire.

Più lo stomaco avrà difficoltà a digerire i cibi, più gas produrrà.

Se volete evitare la pesantezza e i fastidi provocati dall’ingerimento di questi alimenti, adottate una dieta più equilibrata e con maggiori quantità di frutta e verdura. 

Il vostro corpo lo noterà!

Leggete anche: Fegato pieno di tossine: 7 campanelli d’allarme

8. Alimenti ricchi di fibra? Sì, ma con moderazione

Alimenti con fibra

Gli alimenti ricchi di fibra sono altamente consigliati, ma non bisogna esagerare.

Ingerite la quantità raccomandata di frutta, verdura, frutti di bosco e legumi, ma senza cadere negli eccessi. Un sovraccarico di fibre, infatti, può favorire la produzione dei gas e, quindi, gonfiore addominale.

Potrebbe anche compromettere il corretto funzionamento dell’intestino.

Guarda anche