Eliminare il grasso sotto le ascelle: 5 consigli

L'accumulo di grasso sotto le ascelle può dipendere da diversi fattori, ma con una dieta equilibrata e attività fisica è possibile eliminarlo. È altrettanto importante scegliere correttamente gli indumenti da indossare
Eliminare il grasso sotto le ascelle: 5 consigli

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2021

L’eccesso di grasso sotto le ascelle è un problema molto comune tra le donne, indipendentemente dall’età o dal peso corporeo. Esistono, però, diversi rimedi per eliminare il grasso sotto le ascelle.

Si tratta di un’area del corpo dove tendiamo ad accumulare il grasso che, a volte, si estende fino alla schiena, formando dei fastidiosi “rotolini” che si notano soprattutto quando indossiamo vestiti attillati.

Come eliminare il grasso sotto le ascelle? Bisogna sapere che l’intervento chirurgico non risolve il problema, in quanto il grasso potrebbe ricomparire. Tale situazione, inoltre, dipende anche da fattori genetici.

Questo significa che bisogna arrendersi e accettare i rotolini tra le ascelle e il seno? Accettare il proprio corpo è il segreto del benessere, non c’è dubbio, ma questo non significa che non possiamo agire al fine di piacerci di più.

Seguendo i consigli che presentiamo a seguire riuscirete a eliminare il grasso sotto le ascelle e indossare tutti i capi che desiderate. L’ideale, tuttavia, è prevenirne la comparsa.

Perché accumuliamo grasso sotto le ascelle?

Grasso sotto le ascelle

Se il grasso sotto le ascelle si estende fino alla schiena, impedendo di indossare certi indumenti dato l’effetto antiestetico, non farà male adottare delle misure preventive e correttive che consentano di migliorare il nostro aspetto.

Vediamo quali sono le cause più comuni dell’accumulo di grasso sotto le ascelle:

  • Perdita di tonicità della muscolatura delle braccia a causa dell’età o della scarsa attività fisica.
  • Tessuto mammario in eccesso, conosciuto come polimastia o mammella soprannumeraria.
  • Lipoma, formazione benigna che può essere asportata senza causare complicazioni.
  • Accumulo in eccesso di grasso.

Così come accumuliamo grasso su pancia, fianchi, cosce, gambe o polpacci, vale lo stesso anche per la schiena, il petto e le ascelle. L’origine di questa condizione è sempre genetica.

Se, però, il grasso compare all’improvviso e sotto forma di noduli, conviene consultare subito il medico: potrebbe trattarsi di un linfonodo infiammato.

Vi invitiamo a leggere anche: Scoprite la dieta indiana per perdere peso

Strategie per eliminare il grasso sotto le ascelle

1. Alimentazione adatta

Cereali
  • Carboidrati dei cereali integrali (avena, riso, pasta integrale, pane di segale)
  • Verdure (spinaci, cavoletti di Bruxelles, piselli, carote, carciofi, sedano, cetrioli)
  • Legumi (lenticchie, ceci)
  • Agrumi (arance e limoni)
  • Uova
  • Avocado
  • Banana
  • Frutti rossi
  • Pollo o tacchino
  • Olio di oliva
  • Semi di chia

2. Bevanda “bruciagrassi”

Ingredienti

  • 2 carciofi
  • 1 litro di acqua
  • 3 fette di ananas
  • Il succo di 1 limone
  • 5 mandorle tritate

Preparazione

  • Fate bollire l’acqua con i carciofi.
  • Frullate l’ananas insieme al succo di limone e alle mandorle tritate.
  • Unite l’acqua di cottura dei carciofi al succo di ananas, limone e mandorle.
  • Bevete questa due volte alla settimana, un’ora prima dei pasti.

3. Allenamento per rassodare le braccia

Esercizi per rassodare le braccia

Dedicate circa 30 minuti al giorno a questi esercizi per rafforzare e tonificare le braccia. Avrete bisogno di pesi e vestiti comodi.

  • Sdraiatevi a pancia in giù e poi sollevate il tronco aiutandovi con le braccia.
  • Ripetete 20 volte l’esercizio per aumentare la resistenza.
  • Poi sdraiatevi a pancia in su e sollevate i pesi 20 volte.

4. Plank

Il plank non è un esercizio facile, servono resistenza e abilità. Tuttavia, se vi abituate a dedicare a questo esercizio 15 minuti al giorno, presto noterete i risultati.

  • Sdraiatevi a pancia in giù.
  • Sollevate il corpo con l’aiuto di un braccio e le punte dei piedi.
  • Cercate di mantenere la posizione per 1 minuto. Ripetete l’esercizio con l’altro braccio.

5. Un buon reggiseno per nascondere i rotolini

Reggiseno

Se non siete in sovrappeso, godete di buona salute e l’unico inconveniente è un po’ di grasso sotto le ascelle, non avete nulla di cui preoccuparvi: basta scegliere il reggiseno giusto.

  • Evitate i reggiseni con coppe piccole perché, oltre a essere pericolosi, favoriranno la comparsa di pieghe sui vestiti che si noteranno.
  • Acquistate reggiseni con coppe più grandi e spalline più larghe.


    • Charifa A, Azmat CE, Badri T. (2021). Lipoma Pathology. In: StatPearls. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK482343/
    • López Ejeda, N. (2018). Predisposición genética a la obesidad y conductas de prevención en edad temprana. Análisis comparativo en escolares españoles y mexicanos. Madrid: Universidad Complutense.
    • Slavin, J. L. (2005). Dietary fiber and body weight. Nutrition. Elsevier Inc. https://doi.org/10.1016/j.nut.2004.08.018
    • Rodríguez Pino, Martha, Guerrón Revelo, Daniela, Cárdenas Rodríguez, Carlos, & Conde Cueto, Taimi. (2014). Mama supernumeraria bilateral. Presentación de un caso. MediSur, 12(2), 416-420.
    • Ferreira, Cynthia de Souza, Fomes, Lucilia de Fátima de Sousa, Silva, Gilze Espirito Santo da, & Rosa, Glorimar. (2015). Effect of chia seed (Salvia hispanica L.) consumption on cardiovascular risk factors in humans: a systematic review. Nutrición Hospitalaria, 32(5), 1909-1918.
    • Zamora Ardoy, M. A., Báñez Sánchez, F., Báñez Sánchez, C., & Alaminos García, P.. (2004). Aceite de oliva: influencia y beneficios sobre algunas patologías. Anales de Medicina Interna, 21(3), 50-54.
    • Londoño L, Julián, Montoya P, Guillermo, Guerrero M, Karina, Aristizabal, Leidy, & Arango A, Gabriel J.. (2006). Los jugos de cítricos inhiben la oxidación de lipoproteínas de baja densidad: relación entre actividad captadora de radicales libres y movilidad electroforética. Revista chilena de nutrición, 33(3), 544-551.
    • Rubio del Peral, José Andrés, & Gracia Josa, M.ª Sonia. (2018). Ejercicios de resistencia en el tratamiento y prevención de la sarcopenia en ancianos. Revisión sistemática. Gerokomos, 29(3), 133-137.
    • Jin Lee, Kwanghyun Jeong, Hyuna Lee, et al. (2016). Comparison of three different surface plank exercises on core muscle activity. Phys Ther Rehabil Sci, 5: 29-33. https://doi.org/10.14474/ptrs.2016.5.1.29
    • U.S. Department Of Health And Human Services. (1996). Physical Activity and Health: A Report of the Surgeon GeneralU.S. Department of Health and Human Services, Centers for Disease Control and Prevention, National Center for Chronic Disease Prevention and Health Promotion (Vol. 60, p. 1996). Atlanta, GA. https://doi.org/10.1080/01635580903441295

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.