Scoprite la dieta indiana per perdere peso

La dieta indiana include molto riso, verdura e frutta. Inoltre, il segreto che ci aiuta a perdere peso risiede nel sapore piccante dei cibi, apportato dalle spezie

Esistono diverse diete per dimagrire. Il problema è che molte non sono sufficientemente equilibrate per farci stare bene.

Proprio per questo motivo bisogna fare attenzione quando si sceglie di seguirne una. In questo articolo vi presentiamo la dieta indiana, basata sulle tradizioni millenarie di questo paese.    

Cos’è la dieta indiana?


Forse quando ascoltate la parola dieta pensate a cibi proibiti e restrizioni riguardo all’alimentazione. Tuttavia, non è sempre così.

Nel caso della dieta indiana, apportiamo al corpo ingredienti tipici di questa cultura millenaria. Questo tipo di alimentazione si basa, ad esempio, sul non mischiare le proteine con gli idrati di carbonio nello stesso piatto e nella selezione degli alimenti da assumere.

Fondamentalmente, questa dieta include riso integrale, molte verdure e alcuni frutti (arancia, mela, limone e pompelmo).

  • Si consiglia di dividere il cibo in 3 pasti principali e uno spuntino se si ha fame.
  • Lo spuntino deve consistere in un frutto o uno yogurt scremato.
  • Si consiglia di masticare bene gli alimenti (all’incirca 100 volte), affinché la digestione sia completa e gli alimenti restino meno tempo nello stomaco.
  • Durante tutta la giornata bisogna bere 2 litri di acqua e tè verde, senza dolcificanti (le quantità desiderate di ciascuna).
  • Per concludere, non bisogna dimenticare l’attività fisica: una camminata di 40 minuti al giorno è l’ideale. 

Volete saperne di più? Leggete anche: 9 alimenti da evitare durante la dieta

Pro e contro della dieta indiana

Molte persone optano per questa dieta quando vogliono perdere peso. Si stima che si possano perdere fino a 4 Kg in due settimane.   

L’inconveniente di questa dieta è che risulta un po’ monotona, richiede una grande forza di volontà e non è adatta a chi soffre di ipotensione.

Inoltre, può essere seguita per massimo 15 giorni, poiché non apporta vitamine importanti come quella A, B12 e D né nutrienti come il ferro e il calcio.

L’aspetto più importante di questa dieta riguarda la combinazione degli alimenti. Ad esempio, possiamo assumere lasagne di verdure o pasta con verdure, frittata di cipolle o pomodori, riso con verdure, carni rosse (tranne quella di manzo) con insalata, etc.

Il riso è l’ingrediente fondamentale della dieta indiana. Per condirlo, potete utilizzare varie erbe o spezie tipiche di questo paese: cardamomo, curry, cannella, peperoncino di Cayenna o zafferano, le quali aumenteranno la temperatura corporea e aiuteranno a bruciare più grassi.

Esempi di piatti della dieta indiana

Per coloro che amano cucinare e non vogliono annoiarsi seguendo questa dieta, proponiamo alcuni piatti tipici di questa cultura.

In tal modo, la dieta non sarà restrittiva o monotona.

Ricetta dell’Aloo Gobi

Si tratta di un piatto vegetariano tradizionale, che si prepara a base di patate, cavolo, basilico e cipolla. Contiene anche buone dosi di curcuma.

È una specie di spezzatino saziante, ma che potrebbe provocare gas intestinali.  

Ingredienti

  • 2 patate
  • ¼ cavolo
  • 3 cipolle
  • 4 pomodori
  • 2 cucchiai di pasta di aglio e zenzero (30 g)
  • 3 cucchiai di peperoncino (30 g)
  • 2 cucchiai di curcuma (20 g)
  • 2 cucchiai di cumino in polvere (20 g)
  • 2 cucchiai di coriandolo in polvere (20 g)
  • Olio d’oliva e sale a piacere
  • Semi di cumino per decorare (a piacere).

Preparazione

  • Pelate le patate e tagliatele a pezzi. Tagliate il cavolo.
  • Fate saltare in padella entrambi gli ingredienti, con un po’ d’olio d’oliva, per 20 minuti.
  • Pelate e grattugiate la cipolla alla julienne. Tagliate a spicchi i pomodori.
  • Preparate in una padella a parte un soffritto di cipolla, a cui aggiungere la pasta d’aglio e di zenzero e le spezie (peperoncino, curcuma, cumino e coriandolo).
  • Aggiungete le patate e il cavolo. Potete aggiungere un po’ d’acqua, affinché il piatto non risulti troppo asciutto.
  • Servite decorando con il pomodoro e i semi di cumino.

Leggete anche: 5 modi di assumere lo zenzero

Ricetta del  pollo tandoori masala

Una buona opzione per aggiungere proteine e controllare l’appetito. Eliminate la pelle del pollo, perchè è ricca di grassi.

Il sapore è apportato dalle spezie tandoori masala che includono peperoncino, cumino, aglio, zenzero e coriandolo

Ingredienti

  • 1 vasetto di yogurt naturale (200 g)
  • 1 cucchiaio di tandoori masala (20 g)
  • 1 pollo intero (senza la pelle)
  • 1 cipolla
  • 1 limone

Preparazione

  • Mescolate in un recipiente lo yogurt con il tandoori masala.
  • Tagliate il pollo a pezzi e mettetelo in una teglia da forno, previamente unta.
  • Cospargete il pollo con lo yogurt e le spezie.
  • Fate marinare due ore in frigorifero.
  • Scaldate il forno. Tagliate la cipolla alla julienne e il limone a fette.
  • Infornate fino a quando il pollo non diventerà dorato e sarà cotto all’interno.