Errori da evitare per non sprecare elettricità

· 29 Settembre 2018
Dopo aver letto questo articolo, potreste avere l'impressione di sprecare molta energia elettrica. Informarsi ed acquisire consapevolezza sono il primo passo per mettere in moto un cambiamento.

In un mondo dove le risorse naturali sono in diminuzione, al contrario dell’inquinamento che invece aumenta sempre di più, ogni piccolo dettaglio può fare la differenza. In questo senso, fare attenzione a non sprecare l’elettricità è un dovere per chiunque. Un primo passo è capire in che modo rischiamo di consumare troppa energia, a volte anche senza rendercene conto.

Evitare di sprecare elettricità non è solamente una questione ecologica. Anche l’aspetto economico, infatti, è importante per molte persone, perciò vale la pena cominciare a dare la giusta importanza a questa risorsa.

Per quanto ci sforziamo, però, a volte pecchiamo di disinformazione e commettiamo degli errori che potremmo facilmente evitare. Eccone alcuni.

10 modi in cui sprechiamo energia elettrica

Date un’occhiata a questa lista di errori comuni per assicurarvi di non commetterli anche voi. Altrimenti, ricordate che siete sempre in tempo per cambiare!

1. Apparecchi accesi tutto il giorno

In casa ci sono apparecchi che rimangono accesi tutto il giorno, anche se non vengono utilizzati. Stiamo parlando di console per videogiochi, microonde, lavatrice e climatizzatore.

Sapevate che consumano energia anche se non sono in funzione? Questo è uno degli errori più facili da evitare quando si tratta di spreco di elettricità, non perdete tempo!

2. Cattivo uso del climatizzatore o del riscaldamento

Anche se necessari, questi due impianti richiedono grandi quantità di energia elettrica. A questo si aggiunge l’inefficienza con cui spesso li utilizziamo.

Per ottimizzare l’uso dell’aria condizionata in estate e del riscaldamento in inverno, assicuratevi di chiudere le stanze quando li utilizzate. Impostate una temperatura moderata e rivedete eventualmente l’isolamento della casa per evitare una dispersione del calore.

Vi invitiamo a leggere anche: Aria condizionata: 6 effetti sulla salute

3. Acqua calda nella lavatrice

Lavatrice

Molte persone sono abituate ad usare la lavatrice con acqua calda. In realtà, l’acqua calda, che richiede quasi il 90% dell’energia necessaria per l’intero ciclo di lavaggio, serve solo per alcuni indumenti. Meglio utilizzare l’acqua fredda, salvo quando non richiesta.

4. Uso del forno elettrico

Per il suo funzionamento, il forno elettrico consuma grandi quantità di energia elettrica. Per questo motivo vi sconsigliamo di usarlo con tanta frequenza, soprattutto se non ce n’è reale bisogno.

Se dovete riscaldare degli avanzi o cuocere una pizza, usate il forno a gas che è molto più economico per usi sporadici di questo genere.

5. Frigorifero poco efficiente

I frigoriferi di una volta consumano molto di più rispetto ai modelli più recenti. Anche se sostituirlo con un nuovo comporta un investimento non indifferente, potrete ammortizzare la spesa grazie al risparmio sulla bolletta della luce. Tenete conto di questo aspetto e valutate se comprare un frigorifero più efficiente.

Vi consigliamo di leggere anche: Pulire e disinfettare il frigorifero con 5 soluzioni naturali

6. Uso scorretto della lavastoviglie

La lavastoviglie è senza dubbio uno degli elettrodomestici più apprezzati. Tuttavia, se non viene usata correttamente, consuma molta elettricità.

Cercate sempre di caricarla del tutto prima di far partire il ciclo di lavaggio oppure optate per la funzione “mezzo carico”. Se piatti e stoviglie non sono molto sporchi, questo programma è l’ideale anche se la lavatrice è completamente carica.

Inoltre, disattivate l’asciugatura a caldo se non è realmente necessaria. Questa funzione è responsabile dell’elevato consumo energetico della lavastoviglie.

Infine, per quanto riguarda gli ultimi tre elettrodomestici citati, cioè lavatrice, frigorifero e lavastoviglie, dovete tenere conto delle dimensioni: un apparecchio troppo grande non serve a nulla.

7. Lampadine ad alto consumo

Quasi tutti stanno sostituendo le lampadine tradizionali con quelle a LED. Se avete ancora le vecchie lampadine, ad esempio per le luci di natale o altre decorazioni, meditate se sostituirle con altre a basso consumo, più economiche.

8. Computer

Se avete finito di usare il computer o laptop, allora spegnetelo. Se, invece, volete solo fare una pausa, chiedete il portatile e spegnete il monitor del computer.

Prendetevi del tempo per controllare i consumi energetici di questi apparecchi. A lungo andare noterete la differenza.

9. Modalità stand-by

Ragazza usa il microonde

Il televisore, il microonde, il lettore DVD e molti altri apparecchi hanno la cosiddetta modalità stand-by. Di tanto in tanto questa funzione risulta utile, ma questo non significa che l’apparecchio non consumi comunque energia: consuma, infatti, circa il 5% dell’elettricità impiegata quando sono in funzione.

10. Il caricabatterie del cellulare

Per quanto riguarda il caricabatterie del cellulare, solitamente commettiamo due errori. Il primo, quando lo lasciamo connesso alla presa di corrente senza collegarlo al cellulare, il che comporta un consumo di 0,25 Wh.

Il secondo, quando lasciamo il telefono collegato alla presa di corrente nonostante sia già completamente carico, il che comporta uno spreco di 2,24 Wh. Anche se si tratta di cifre ridotte, a lungo andare hanno delle ripercussioni sulle bollette mensili. Considerate, inoltre, che il cellulare sotto carica consuma 3,68 Wh.

Come potete vedere, siamo noi stessi i responsabili del consumo energetico in casa nostra. Tenendo conto degli errori che commettiamo nello sprecare elettricità, possiamo ridurre i consumi in maniera significativa. Non perdete tempo e cominciate a risparmiare oggi stesso.

  • Eresmama.com Adicción a los videojuegos en adolescentes [Online] Available at: eresmama.com/adiccion-a-los-videojuegos-en-adolescentes/
  • Eresmama.com 4 ideas para hacer pizzas saludables en casa [Online] Available at: eresmama.com/4-ideas-para-hacer-pizzas-saludables-en-casa/