Esiste l'amore a prima vista?

C'è chi crede che bastino pochi secondi per sentire che qualcuno è la persona giusta per noi. L'amore a prima vista esiste davvero? Scopriamo cosa dice la scienza!
Esiste l'amore a prima vista?
Elena Sanz

Scritto e verificato da la psicologa Elena Sanz.

Ultimo aggiornamento: 24 agosto, 2022

Il dibattito sull’amore a prima vista è ancora aperto e sembra non avere fine. C’è chi afferma con assoluta certezza di averlo vissuto e chi rifiuta di accettare che un sentimento così complesso e profondo come questo possa sorgere in un istante.

La verità è che non è facile stabilire quale di queste opinioni sia vera. Ma la scienza può far luce su questo argomento.

Si stima che circa il 60% delle persone riferisca di aver sperimentato l’amore a prima vista ad un certo punto della propria vita. Questa sensazione non è definita come una semplice attrazione fisica, ma come una certezza che quella sia la persona giusta per te, con la quale vuoi avere una relazione e stringere un legame solido, senza impiegare più di qualche secondo per raggiungere questa lucidità.

È davvero possibile che ciò accada?

L’amore a prima vista può essere un errore di valutazione

Ci sono molte coppie che, dopo essersi frequentate per un po’, dicono che la loro connessione iniziale è stata istantanea e hanno capito dal primo minuto che erano destinate a stare insieme. Ma è possibile che non fosse esattamente così.

Può darsi che questa presunta sensazione non sia altro che una errore di valutazione della memoria, distorcendo il passato alla luce degli eventi attuali.

È anche possibile che un membro della coppia abbia sperimentato quella scintilla iniziale e l’altra persona, inconsciamente, finisca per modificare i propri ricordi e credere di aver avuto quella esperienza. Ricorda che l’amore a prima vista non è sempre reciproco.

Ricordo d'amore a prima vista.
È possibile che dopo aver avuto una relazione per un po’, i ricordi di ciò che è accaduto all’inizio della relazione si distorcano.

Il ruolo dell’effetto alone

In altre occasioni, questa sensazione non è altro che il risultato del noto effetto alone. Questo è un fenomeno per cui le persone attribuiscono caratteristiche positive a coloro che ci sembrano attraenti, senza avere realmente indicazioni che lo siano.

Quando incontriamo qualcuno che ci piace o da cui siamo molto attratti, deduciamo inavvertitamente che è anche una persona gentile, intelligente o degna di fiducia. Così ci innamoriamo di quella proiezione, di quell’idea che ci siamo formati e che non per forza corrisponde alla realtà.

Durante uno studio condotto nel 2017 nei Paesi Bassi, i ricercatori hanno chiesto a 400 persone di segnalare la presenza o l’assenza di amore a prima vista dopo il primo incontro con dei potenziali partner romantici. I risultati hanno indicato che quelli classificati come più attraenti avevano 9 volte più probabilità che gli altri provassero amore a prima vista per loro.

La legge della somiglianza

Tuttavia, non tutte le caratteristiche che attribuiamo all’altro non appena lo incontriamo sono dovute all’effetto alone. Ci sono prove che indicano che tendiamo a percepire le persone che sono fisicamente simili a noi come più attraenti e le giudichiamo anche come più affidabili.

In qualche modo, assumiamo che anche la loro personalità sarà simile alla nostra. Oppure potrebbero persino ricordarci volti fidati dell’infanzia, come i nostri genitori.

D’altra parte, il linguaggio non verbale trasmette informazioni importanti e preziose sugli altri, sui loro atteggiamenti e qualità. In questo modo, anche se non abbiamo parlato o interagito molto con qualcuno, possiamo percepire approssimativamente com’è e, se si adatta allo stampo mentale di ciò che vogliamo e cerchiamo, possiamo provare un “amore” istantaneo.

Linguaggio del corpo e amore a prima vista.
Il linguaggio del corpo può essere determinante nell’amore a prima vista.

Le componenti dell’amore

Per determinare se c’è amore a prima vista, dobbiamo tenere a mente la definizione di questo sentimento. Robert Sternberg ha stabilito che l’amore è la combinazione di tre elementi fondamentali:

  1. Passione: designa il desiderio, l’impulso o il bisogno di stare con l’altra persona. Include l’eccitazione e il desiderio sessuale.
  2. Intimità: è la sensazione di vicinanza, connessione emotiva e fiducia che esiste tra due persone.
  3. Impegno: si riferisce all’intenzione e alla decisione di rimanere in quella relazione a lungo termine, nonostante le crisi vissute e quelle a venire.

Quando incontriamo un’altra persona, queste componenti non sono presenti, o almeno non nella stessa misura in cui lo sono in chi ha già una relazione. Tuttavia, quella scintilla iniziale ci rende molto più disposti a sviluppare e accogliere questi 3 elementi di quanto non saremmo in qualsiasi altro incontro in cui non sentiamo questo “amore” istantaneo.

L’amore a prima vista può portare a relazioni felici?

Spesso crediamo che l’amore a prima vista sia un errore o un rischio enorme. Alla fine, se non ti dai il tempo di conoscere qualcuno, è molto probabile che quella persona non sarà simile a te e prima o poi sorgeranno problemi e insoddisfazione.

Tuttavia, sembra che non sia così. Alcune ricerche hanno scoperto che, sebbene coloro che si amano a prima vista tendano a essere dissimili sotto diversi aspetti, le loro relazioni non sono di qualità inferiore rispetto a quelle di coloro che si conoscono meglio prima di fare coppia.

In effetti, l’impatto positivo della prima impressione può compensare la mancanza di conoscenza e rendere entrambi disposti a costruire un legame a lungo termine.

Insomma, non si può dire che l’amore a prima vista esista, perché si costruisce nel tempo. Tuttavia, c’è una forte connessione o attrazione iniziale che ci porta a voler costruire qualcosa di vero con l’altro e che ce lo fa sembrare più facile da raggiungere.

Potrebbe interessarti ...
Amore e innamoramento: 5 differenze
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Amore e innamoramento: 5 differenze

Quali sono le differenze tra amore e innamoramento? In questo articolo scoprirete quali sono le caratteristiche delle due dimensioni.



  • Barelds, D. P., & Barelds-Dijkstra, P. (2007). Love at first sight or friends first? Ties among partner personality trait similarity, relationship onset, relationship quality, and love. Journal of Social and Personal Relationships24(4), 479-496.
  • Grant-Jacob, J. A. (2016). Love at first sight. Frontiers in Psychology7, 1113.
  • Zsok, F., Haucke, M., De Wit, C. Y., & Barelds, D. P. (2017). What kind of love is love at first sight? An empirical investigation. Personal Relationships24(4), 869-885.