Falsi miti sulle diete, 6 tra i più comuni

6 Novembre 2019
Con l'obiettivo di perdere peso, molti di noi commettono una serie di errori all'inizio di una dieta. Alcuni falsi miti sulle diete ci impediscono di dimagrire come dovremmo e provocano addirittura deficit nutrizionali.

Prima di iniziare una dieta dimagrante, è importante conoscere alcuni falsi miti sulle diete che ci impediscono di prendere le decisioni giuste allo scopo di migliorare il nostro stile di vita. In genere sorgono diversi dubbi quando stiamo per intraprendere una dieta, e non si sa a cosa credere.

Molte persone pensano che sia necessario dire addio a qualunque pietanza deliziosa se si vogliono ottenere dei risultati. C’è anche chi limita o elimina determinati gruppi di alimenti, pensando che non siano d’aiuto nel raggiungimento del proprio obiettivo.

La verità è che queste convinzioni si basano su falsi miti e, quindi, possono essere il motivo per il quale alcuni di noi non riescono ad adottare una dieta bilanciata, adatta alle proprie necessità. Per questo motivo, innanzitutto, l’ideale sarebbe consultare uno specialista per sapere conoscere le linee guida alimentari da seguire a seconda dell’età, dello stato d’animo, del peso e della forma fisica.

Al contempo, conviene sfatare alcuni fasi miti sulle diete, visto che -sebbene non sembrino di alcuna importanza- possono essere controproducenti.

6 falsi miti sulle diete

1. Non esistono alimenti bruciagrassi

Falsi miti sulle diete e grasso addominale

A molti alimenti vengono attribuite proprietà “bruciagrassi”per via degli effetti che hanno sull’organismo. Tuttavia, non è corretto affermare che abbiano questa qualità, visto che di per sé non hanno questa funzione.

I pasti a basso contenuto calorico aiutano a dimagrire, questo è vero; il problema nasce quando si pensa che un semplice alimento possa essere la soluzione al sovrappeso.

Secondo quanto segnalato dalla British Heart Foundation, per eliminare i grassi bisogna assumere meno calorie. Con un elevato consumo energetico, il peso diminuirà a poco a poco.

Leggete anche: Ricette per la cena con meno di 300 calorie

2. Falsi miti sulle diete da sfatare: i carboidrati non fanno male

Negli anni, i carboidrati si sono guadagnati una cattiva fama. Molti li considerano nemici di una dieta salutare, perché favoriscono l’aumento di peso. Ma siamo sicuri che sia proprio così? Se i carboidrati provengono da alimenti salutari, non rappresentano un ostacolo al dimagrimento (purché il loro consumo sia moderato).

Per mantenere un’alimentazione sana, bisogna saper distinguere i carboidrati raffinati da quelli complessi. Mentre i primi possono causare scompensi metabolici e sovrappeso, quelli complessi prolungano la sazietà e apportano una dose extra di fibre.

3. Non è corretto eliminare i grassi

Grassi saturi buoni

Molti piani alimentari suggeriscono di eliminare del tutto i grassi per perdere peso in modo efficace. Sebbene si perdano diversi chili in questo modo, nella maggior parte dei casi si presentano anche alcuni effetti indesiderati.

Ci sono fonti di grassi sani che non andrebbero eliminate dalla dieta. I grassi monoinsaturi e polinsaturi, per esempio, sono utili per stimolare l’eliminazione dei grassi dannosi come il colesterolo cattivo (LDL).

Alimenti come il salmone, l’avocado o la frutta secca sono esempi di grassi buoni che non dovremmo esimerci dal mangiare.

Leggete questo articolo: Consigli per alzare i livelli di colesterolo buono

4. Non è necessario eliminare la carne rossa

La carne rossa è ricca di purine e nel tempo può favorire l’accumulo di acido urico. Ciononostante, non è necessario eliminarla del tutto dalla propria dieta, soprattutto perché apporta nutrienti essenziali.

Una porzione moderata di carne rossa offre grandi quantità di proteine e di minerali essenziali. Questi proteggono il corpo da disturbi come l’anemia.

5. I latticini non sono dannosi: falsi miti sulle diete

Vassoio di latticini

Il latte intero e i suoi derivati contengono grassi. Tuttavia, se assunti in dosi moderate, non dovrebbero rappresentare un problema per la nostra dieta. Inoltre, spesso possiamo scegliere latticini scremati e più leggeri.

Questi alimenti sono importanti fonti di calcio, vitamina D e proteine ad alto valore biologico che apportano benefici alla salute muscolare e delle ossa. Non è un male consumarli occasionalmente, purché non si soffra di intolleranza al lattosio.

6. Gli alimenti light non sono l’opzione migliore

Gli alimenti con l’etichetta “light”, “zero calorie” o simili, causano molta confusione tra i consumatori. Il mercato li vende come la migliore alternativa nel quadro di una dieta salutare, ma in realtà non fanno così bene.

Questi prodotti sono meno calorici rispetto alla loro versione originale, tuttavia in genere contengono più zuccheri e additivi chimici. Visto che vengono percepiti come cibo “salutare” molte persone ne fanno un consumo eccessivo, senza considerare che in questo modo aggiungono ulteriori calorie e zuccheri alla propria dieta.

Volete seguire un’alimentazione sana? Tenete a mente quanto appena detto e considerate i bisogni del vostro corpo. Sebbene esistano molti piani nutrizionali, l’ideale è optare per pasti bilanciati e completi.