5 frasi da dire a noi stessi nei momenti difficili

· 3 agosto 2016
Quando siamo immersi nelle difficoltà non riusciamo a considerare che questi momenti sono passeggeri: torneremo a sorridere e a vedere le cose con altri occhi.

I momenti difficili bussano alla porta inaspettatamente e, soprattutto, non ci trovano mai preparati per affrontarli.

Le avversità assumono molte forme, talmente tante che, a volte, anche il migliore degli appoggi o aver letto una montagna di libri sull’auto aiuto, non sono sufficienti.

I momenti bui richiedono, innanzitutto, il giusto allenamento interiore da cui estrarre risorse proprie, resilienza e una buona capacità di gestire le emozioni.

Avete mai sentito dire: “le difficoltà preparano le persone comuni a incontrare un destino straordinario“? La realtà è che, il più delle volte, tutto quello che cerchiamo è semplicemente “stare bene, sentirci sollevati“.

La vita può anche riservarvi un destino straordinario, ma quando vi sentite crollare, quando i momenti difficili sembrano non lasciarvi più, non esitate a dire a voi stessi queste frasi.

1. Ho il diritto di piangere, ma anche di tornare a sorridere

Lo sfogo emotivo è fondamentale per superare un dolore, accettare un fallimento, un errore, una difficoltà. Non reprimetelo, non c’è alcuna vergogna nel sentirsi abbattuti e senza forze.

Tuttavia, questo stato, questo sacrosanto bisogno di “abbracciare i nostri demoni”, non deve prolungarsi più del necessario o addirittura essere perenne.

Scoprite anche 7 modi per trovare la felicità quando tutto va male

Piangere, farci prendere dalla tristezza, deve avere uno scopo molto chiaro: aiutarci ad accettare un evento negativo per riuscire ad andare avanti e per, in seguito, spingerci ad un cambiamento.

Meritate di tornare a sorridere.

2. La persona che meglio può aiutarmi a superare questa difficoltà sono io

donna-con-mare-e-stelle-nei-capelli

Potete anche avere buoni amici, un partner fantastico e una famiglia affettuosa che si preoccupa per voi. Ciò nonostante, chi veramente può far fronte ai momenti difficili siamo solo noi stessi.

Senza volontà, senza energia, senza sogni, è complicato uscire da questa stanza buia. Date ascolto ai consigli dei vostri cari, lasciatevi aiutare ma, al più presto, avviate voi stessi gli ingranaggi per avanzare.

3. Non possiamo decidere gli eventi, ma possiamo scegliere l’atteggiamento mentale per affrontarli

Ci sono eventi che non possiamo evitare: una perdita, una malattia, un’assenza, una relazione che finisce nonostante i nostri sforzi…

  • Non abbiamo il pieno controllo sugli ostacoli che la vita, di tanto in tanto, mette sul nostro cammino. Siamo, invece, padroni dei nostri pensieri.
  • Dire a noi stessi “non ci riesco” immobilizza e genera emozioni negative. Al contrario, dire “ce la farò” cambia completamente la nostra sfera emotiva e rinnova le nostre forze.

Leggete anche: Non fatevi trascinare dentro le tempeste altrui

4. La vita si trova oltre la linea della paura

Abbiamo più volte parlato della “zona di comfort”, questo spazio invisibile che contiene tutto ciò che per noi è sicuro, conosciuto e controllabile.

Ebbene, nei momenti difficili sentiamo che l’avversità ha superato questa barriera protettiva e ci tiene sotto scacco. La nostra tranquillità e tutto quello che fino a un momento prima davamo per scontato, vanno in pezzi.

Sta a noi oltrepassare questa paura, fare un passo oltre la linea.

  • Se vi fa paura pensare che cosa sarà di voi dopo una perdita, scavalcate il muro: accettate per prima cosa quanto è successo e, in seguito, ricordate che la vita deve proseguire e voi insieme ad essa. Andate avanti.
  • Se vi sentite minacciati, se avete il timore di restare soli, razionalizzate queste paure e ricordate la frase precedente: la persona che meglio può aiutarmi a superare questa difficoltà sono io. Trovate la forza nel vostro cuore.
donna-con-ali-di-farfalla

5. Devo coltivare la pace e l’equilibrio interiore giorno per giorno

Ogni giorno facciamo attenzione alla dieta, al nostro peso e andiamo dal medico per i controlli di routine. Ci prendiamo cura della nostra famiglia e, di sicuro, la sera andiamo a letto stanchi morti.

Fatevi questa domanda: qual è stata l’ultima volta che avete dato ascolto alle vostre emozioni, alle vostre esigenze, alla vostra pace interiore?

Si tratta di un esercizio che va ripetuto ogni giorno, ma se diamo sempre la priorità agli altri, finiamo per trascurare noi stessi.

Se focalizziamo i nostri sforzi solo sulle “cose”, su come accumularle oppure ottenerle, perdiamo il senso di quello che davvero conta: la nostra felicità e integrità.

  • Quando arrivano i momenti difficili non facciamoci trovare impreparati; allora, niente di meglio che coltivare la nostra pace, rafforzare l’autostima, l’idea che abbiamo di noi stessi. Capire, soprattutto, che la vita scorre, cambia in ogni istante. Lo vogliamo o no, facciamo parte di questo flusso vitale.

Leggete anche: Ho imparato a fare quello che sento senza rimorsi

In conclusione, dal momento che nessuno può prevedere quando un momento complicato ci metterà alla prova, l’essenziale è mettere in moto i sempre efficaci ingranaggi della resilienza.

Per vedere l’arcobaleno dobbiamo essere disposti ad accettare la tempesta.

Guarda anche