Frullati alla barbabietola: 4 ricette

10 Febbraio 2020
La barbabietola è un alimento estremamente versatile, con il quale è possibile preparare diverse ricette, come i succhi che vi proponiamo in questo articolo.

I frullati alla barbabietola sono bevande adatte a quei momenti in cui volete godervi qualcosa di diverso, nutriente ed energizzante.

La barbabietola è un alimento che si può facilmente abbinare ad altri ingredienti, tra cui diversi frutti e spezie, come lo zenzero e la cannella. Il risultato è una bevanda dal sapore forte e unico che vale la pena provare.

A molti piace mangiare le barbabietole crude e grattugiate, nelle insalate. Anche se generalmente vengono consumate cotte, come contorno. Tuttavia, può anche essere utilizzata per preparare deliziosi frullati alla barbabietola, come quelli arricchiti con banane e kiwi.

Succhi di barbabietola, benefici

Nota: il consumo di succhi o frullati non deve mai sostituire i pasti. L’ideale è sempre seguire una dieta equilibrata e completa.

4 ricette per preparare i frullati alla barbabietola

Eccovi alcune ricette che potete preparare a casa facilmente e in breve tempo, tutte con ingredienti semplici.

1. Frullati di barbabietola, carote e latte di cocco

Ingredienti

  • 1 barbabietola
  • 2 carote
  • Latte di cocco
  • Opzionale: un cucchiaino di succo di lime

Preparazione

  1. Innanzitutto, lavate bene sia la barbabietola che le carote (non c’è bisogno di rimuovere la buccia).
  2. Quindi tagliatele a dadini.
  3. Poi, mettete il tutto nel frullatore e processate fino ad ottener un composto omogeneo.
  4. Provate ad assaggiare per verificare il sapore, ed eventualmente aggiustare.
  5. Una volta pronto, servite e consumate al momento.
  6. Eventualmente, potete aggiungere un po’ di miele per addolcire.

Nota: al posto delle carote potete anche utilizzare le banane, per ottenere una bevanda più dolce e densa.

Leggete anche: Depurare i reni con incredibili rimedi naturali

2. Barbabietola, arancia e fragola

Ingredienti.

  •  Fragole
  • 1 barbabietola
  • Il succo di due arance

Preparazione

  • Prima di tutto, pulite per bene la barbabietola.
  • Quindi, tagliatela a dadini.
  • Fate lo stesso con le fragole.
  • Ora, versate il tutto nel frullatore e processate fino ad ottenere una miscela omogenea.
  • Infine, servite e consumate al momento.
  • Se lo desiderate potete sempre aggiungere un po’ di miele.

Nota: nel caso preferiate un gusto più acido, aggiungete più fragole alla preparazione oppure un cucchiaino di succo di limone.

3. Barbabietola, mele e zenzero

Ingredienti

Preparazione

  1. Prima di tutto, lavate bene gli ingredienti.
  2. Poi, tagliate le barbabietole e le mele a pezzetti (senza sbucciare).
  3. Quindi, mettete tutto nel frullatore, insieme a un po’ d’acqua e processate fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. Infine, bevete al momento.

4. Frullati di barbabietola, cetriolo e spinaci

 Ingredienti

  • 1 barbabietola
  • 2 cetrioli
  • Spinaci (a piacere)
Cetrioli

Può interessarvi anche: Combattere la stitichezza nonostante una dieta sana

Preparazione

  • Lavate per bene la barbabietola e il cetriolo e tagliateli a cubetti.
  • A parte, lavate gli spinaci, strizzateli e tagliateli a pezzetti con l’aiuto di un coltello.
  • Quindi frullate per omogeneizzare il tutto (non è quasi necessario aggiungere acqua, dato che i cetrioli ne contengono parecchia).
  • Infine, bevetelo sul momento, appena fatto.

Nota: potete aggiungere un po’ di avocado alla preparazione per addensare il frullato e renderlo più soffice.

Considerazioni finali

Potete creare le vostre versioni di questi frullati, con gli ingredienti che preferite, nelle quantità che ritenete opportune. In questo articolo abbiamo solo voluto darvi alcune idee per iniziare.

Considerate che non è consigliabile addolcire questi preparati con zucchero o dolcificanti, in quanto rischiate di superare le dosi di zucchero raccomandate dall’Organizzazione mondiale della sanità. In alternativa potete usare un po’ di miele o un frutto, ma l’ideale è godere dei sapori degli ingredienti, senza zuccheri aggiunti.

Infine, vi ricordiamo che nessuna di queste bevande dovrebbe mai essere assunta come sostituto del pasto (in quanto ciò potrebbe impedire all’organismo di ottenere tutti i nutrienti di cui ha bisogno) o pezzi interi di frutta (il cui contributo è essenziale per la salute, in generale).

  • Kyung, Y. Y., Woodams, E. E., & Hang, Y. D. (2005). Fermentation of beet juice by beneficial lactic acid bacteria. LWT – Food Science and Technology. https://doi.org/10.1016/j.lwt.2004.04.008
  • Janiszewska, E. (2014). Microencapsulated beetroot juice as a potential source of betalain. Powder Technology. https://doi.org/10.1016/j.powtec.2014.05.032
  • Barry, C. (1999). Fruits and fruit products. Journal of AOAC International.