Gas intestinali: cosa rivelano sullo stato di salute

· 27 aprile 2018
Di sicuro vi sarà capitato di provare malessere intestinale e di aver sofferto di flatulenza. Scoprite di seguito cosa possono rivelare i gas intestinali sul nostro stato di salute.

L’eccesso di aria nell’intestino provoca gonfiamento addominale. I gas intestinali sono causati dai batteri prodotti dagli alimenti che ingeriamo. Se non abbiamo l’abitudine di seguire una corretta alimentazione, di fare movimento e assumere vitamine, la formazione di questi gas sarà costante.

Tra le possibili cause troviamo: mangiare in fretta, ingoiare molta aria mentre si mastica (per esempio, parlando mentre si mangia) oppure consumare porzioni esagerate.

I gas intestinali non sono considerati una patologia, ma il segnale di un disturbo dell’apparato digerente.

D’altra parte, è probabile che si stiano assumendo grosse quantità di zuccheri e cellulosa. Questi carboidrati vengono digeriti né assorbiti con facilità, quindi si accumulano nell’intestino e fuoriescono attraverso l’ano.

Esistono, poi, altri alimenti che causano lo stesso effetto: cavolfiore, lenticchie, uva passa o broccoli. In questo caso, i gas intestinali sono completamente naturali.

Quando dobbiamo preoccuparci?

Malessere gastrointestinale

In termini medici, il meteorismo non indica una malattia grave. Tuttavia, è meglio rivolgersi al proprio medico, soprattutto se il problema è incontrollabile e compromette le attività quotidiane. In base ai sintomi, lo specialista determinerà il trattamento adeguato.

Consigliamo di leggere anche: È sbagliato consumare la sera cibi a base di farine?

Gas intestinali: perché si forma tanta aria nello stomaco?

Ci sono abitudini che riempiono l’intestino d’aria. Come già ricordato:

  1. Mangiare in fretta
  2. Gomme da masticare
  3. Succhiare caramelle
  4. L’uso della dentiera

La presenza di gas intestinali influenza direttamente lo stato d’animo di una persona. Perché? Perché quando una persona è nervosa, tende a ingoiare più aria senza rendersene conto.

Sintomi di allarme

Gastrite

  • Se i gas intestinali si manifestano dopo l’assunzione di farmaci.
  • Dolore addominale intenso e costante. Specialmente se si tratta di persone anziane.
  • Inappetenza, vomito, nausea o diarrea.
  • Stitichezza e perdita di peso.
  • Cambiamento del colore delle feci.
  • Dolore durante il transito degli alimenti.
  • Gonfiore addominale.
  • Acidità di stomaco.

Suggeriamo di leggere anche: Mal di stomaco: alimenti da evitare

Cause

  • Quando una persona non mastica in modo adeguato, gli alimenti raggiungono con difficoltà il colon.
  • Quando gli alimenti raggiungono il colon, vengono digeriti da una enorme quantità di batteri e, quanto più complesso è il processo, tanti più gas si formeranno.
  • Gli edulcoranti come il fruttosio e prodotti con conservanti impiegano molto tempo a essere digeriti.
  • Le persone che non presentano sufficienti quantità di lattasi faticano a scomporre qualsiasi latticino.
  • La routine quotidiana provoca stress e ansia che inevitabilmente altera il funzionamento dell’intestino il quale produce un’elevata quantità di aria.
  • Se si soffre di stitichezza, i gas intestinali sono la conseguenza del ristagno delle feci.

Prevenire il meteorismo

Prevenzione a tavola

L’obiettivo è ridurre la quantità di gas intestinali, che si manifestino come rutti o flatulenza. Per questo motivo, è indispensabile un cambiamento nella propria alimentazione. Ecco alcuni consigli a tale scopo:

  • Evitate di mangiare caramelle.
  • Mangiate pasta solo una volta a settimana.
  • Preferite il consumo di frutta matura.
  • Diminuite la quantità di formaggi e yogurt.
  • Limitate il consumo di pomodoro, carota e sedano.
  • Arrostite o bollite gli alimenti, invece di friggerli.
  • Non esagerate con gli alimenti ricchi di zucchero

Alimenti sconsigliati

  • Lenticchie, ceci e fagioli.
  • Alcune verdure e ortaggi producono molta aria. Diminuite l’assunzione di cavolo, peperoni, lattuga o broccoli.
  • Le farine e i cereali non sono un buon ingrediente.
  • Evitate i latticini. In modo particolare il latte.
  • Evitate ravanelli, patate e cipolla cruda.
  • Riducete o evitate le bibite gassate.
  • Cioccolato.
  • Vino rosso.

Trattamento contro i gas intestinali

Esercizi

Fare esercizio fisico è l’ideale per migliorare il funzionamento dell’apparato digerente. Non solo si ridurranno i gas, ma anche il dolore e l’infiammazione addominale.

Di certo, uno specialista potrà prescrivere integratori con alti contenuti di probiotici che apportano batteri utili per aiutare il processo digestivo.

D’altra parte, se il paziente avverte un dolore intenso che si ripresenta varie volte durante la giornata, l’ideale è assumere un farmaco antispastico. Questo agisce direttamente sull’intestino rilassndo i muscoli addominali.

È importante non automedicarsi. L’automedicazione nasconderà le cause del dolore e renderà più difficile determinare il trattamento più appropriato.

Immagine per gentile concessione di © wikiHow.com

Guarda anche