Ginocchio del corridore: esistono rimedi casalinghi?

13 Maggio 2020
Il ginocchio del corridore è una lesione comune tra le persone che praticano sport che richiedono di correre o di saltare. È importante intervenire nella giusta misura per evitare complicazioni. È consigliabile applicare rimedi casalinghi? Stiamo per svelarvelo!

Il ginocchio del corridore (o sindrome della bandelletta ileotibiale) è un dolore che insorge a seguito di lesione, indebolimento muscolare, sovraccarico o trauma. Il nome si deve al fatto che si tratta di un disturbo comune tra gli sportivi le cui discipline implicano il salto o la corsa.

I sintomi, tra i quali un lieve dolore nella parte anteriore del ginocchio, si intensificano correndo, salendo e scendendo le scale oppure rimanendo seduti a lungo. Inoltre, potrebbe aumentare a seguito di azioni come inginocchiarsi o accovacciarsi.

Anche se può trattarsi di un problema di lieve entità, si consiglia di rivolgersi al medico o al fisioterapista per ricevere una corretta diagnosi. Sulla base di quest’ultima, il professionista potrà determinare se è necessario un programma di riabilitazione, il trattamento farmacologico o, in casi più gravi, la chirurgia.

Ma esistono anche alcuni rimedi casalinghi che possono essere utili per calmare temporaneamente il dolore. Tuttavia, bisogna considerare che non sono opzioni di prima scelta e devono essere considerati solo in casi non gravi. Ne parliamo a seguire.

Rimedi casalinghi per il ginocchio del corridore

Secondo le informazioni riportate da Open Access Journal of Sport Medicine, l’approccio clinico al ginocchio del corridore deve essere personalizzato, visto che si tratta di un disturbo che può derivare da molteplici fattori. Proprio per questo, prima di provare qualunque rimedio casalingo si consiglia di procedere con una valutazione medica.

Il professionista può determinare l’origine del dolore mediante esame fisico, radiografie, tomografie computerizzate (ICT) o immagine di risonanza magnetica. Una volta individuata la causa, i trattamenti possono includere riposo, sessioni di fisioterapia, assunzione di analgesici, strumenti per immobilizzare la parte o chirurgia, in caso di mancata risposta agli interventi non chirurgici.

Fatte queste premesse, vediamo dunque quali sono i rimedi casalinghi da tenere a mente nel caso in cui si soffra di questa lesione in forma lieve. Come succede per la terapia medica, anche questi rimedi vanno accompagnati da riposo o dall’astensione di qualunque attività che implichi uno sforzo eccessivo.

Potrebbe interessarvi: Diminuite il dolore alla spalla con questi rimedi fatti in casa

Applicazione del freddo

crioterapia e il ginocchio del corridore
Applicare impacchi freddi può aiutare a calmare l’infiammazione in caso di ginocchio del corridore. Tuttavia, il ghiaccio va applicato con cautela.

Uno dei primi passi per attenuare il dolore causato dal ginocchio del corridore è cercare di calmare l’infiammazione. Per riuscirci, può essere utile applicare del ghiaccio sul punto interessato, sia avvolgendo dei cubetti in un panno che utilizzando una borsa di gel ghiacciato.

Come suggerito in una revisione sistematica pubblicata sul Physical Therapy in Sport, la terapia del freddo riduce il gonfiore. Tuttavia, sono necessarie ulteriori prove scientifiche per valutare gli effetti nel trattamento del ginocchio del corridore.

Sulla base di quanto appena detto, questo rimedio non deve essere l’unica opzione di trattamento. Inoltre, va applicato con cautela, visto che alcune prove hanno evidenziato qualche problema, in casi specifici, come ustioni sulla pelle e paralisi superficiale dei nervi che attraversano la parte trattata con il ghiaccio.

Il ghiaccio deve essere avvolto in un panno o in un’apposita borsa e va applicato per brevi periodi. In caso di reazione avversa, si consiglia di sospendere subito l’applicazione.

Radice di zenzero

Nella medicina tradizionale, la radice di zenzero veniva utilizzata in quanto coadiuvante contro diversi disturbi. Al giorno d’oggi, la letteratura scientifica supporta molte delle sue proprietà.

In un articolo pubblicato sul The Journal of Strenght and Conditioning Research si ipotizza che le sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche siano utili a placare il dolore degli atleti, con effetti simili a quelli dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), ma senza gli effetti collaterali di questi ultimi.

Possiamo beneficiare di queste proprietà mediante estratti naturali che possono essere applicati in forma topica, ad esempio sotto forma di pomate, oppure di infusi a base di radice. Per preparare queste ultime, dobbiamo aggiungere un cucchiaino di zenzero grattugiato a una tazza di acqua calda.

N.B.: studi recenti indicano che il consumo di zenzero provoca effetti indesiderati solo in casi sporadici. Tuttavia, un consumo eccessivo può provocare disturbi gastrointestinali.

Zenzero
L’azione antinfiammatoria e analgesica dello zenzero è supportata da studi scientifici. A questo proposito, il suo estratto potrebbe attutire il disturbo.

Curcuma

Anche spezie come la curcuma possono essere utili nel caso del ginocchio del corridore. Sebbene non rappresenti un trattamento di prima scelta, il suo consumo a integrazione della terapia apporta effetti benefici contro il dolore e l’infiammazione.

Uno studio pubblicato sull’European Journal of Applied Physiology ha rivelato che la curcumina, principale principio attivo della curcuma, contribuisce a ridurre la presenza di sostanze chimiche infiammatorie conosciute come citochine. Proprio per questo potrebbe aiutare ad attenuare il dolore muscolare dopo l’esercizio fisico intenso.

Al tempo stesso, sulla rivista medica Drug Design, Development and Therapy è stato riportato che la curcumina ha un’azione antinfiammatoria e aiuta a lenire il dolore articolare, il che si traduce in un miglioramento delle funzionalità fisiche e della qualità della vita.

La curcuma può essere anche aggiunta, in piccole dosi, a zuppe, frullati e altre ricette. Inoltre, è reperibile sotto forma di capsule. Prima di assumerla si consiglia di consultare il medico, soprattutto se se si è in attesa o si soffre di altre patologie. Sebbene un consumo moderato sia considerato sicuro, può essere controindicato per alcune persone.

Potrebbe interessarvi anche: Rimedi allo zenzero per i dolori articolari

Cos’altro fare per ottenere sollievo dal ginocchio del corridore?

Oltre a provare i rimedi menzionati e a consultare il medico, altri accorgimenti possono contribuire a ottenere sollievo dal ginocchio del corridore. Tra questi, seguire un’alimentazione sana, limitando il consumo di prodotti infiammatori quali salumi, carni rosse, cibi processati. D’altro canto, bisogna mantenersi idratati ed evitare cattive abitudini come il tabagismo e il consumo di alcol.

Sebbene in un primo momento sia consigliabile il riposo, successivamente è bene iniziare a svolgere attività fisica moderata. Per farlo in totale sicurezza, si consiglia di consultare il fisioterapista e seguirne le raccomandazioni. In caso di complicazioni, bisogna rivolgersi quanto prima al medico.

  • Halabchi F, Abolhasani M, Mirshahi M, Alizadeh Z. Patellofemoral pain in athletes: clinical perspectives. Open Access J Sports Med. 2017;8:189–203. Published 2017 Oct 9. doi:10.2147/OAJSM.S127359
  • Martimbianco, A. L. C., Gomes da Silva, B. N., de Carvalho, A. P. V., Silva, V., Torloni, M. R., & Peccin, M. S. (2014, November 1). Effectiveness and safety of cryotherapy after arthroscopic anterior cruciate ligament reconstruction. A systematic review of the literature. Physical Therapy in Sport. Churchill Livingstone. https://doi.org/10.1016/j.ptsp.2014.02.008
  • Markert, Summer. (2011). The Use of Cryotherapy After a Total Knee Replacement. Orthopaedic nursing / National Association of Orthopaedic Nurses. 30. 29-36. 10.1097/NOR.0b013e318205749a.
  • Wilson, P. B. (2015, October 1). Ginger (Zingiber officinale) as an analgesic and ergogenic aid in sport: A systemic review. Journal of Strength and Conditioning Research. NSCA National Strength and Conditioning Association. https://doi.org/10.1519/JSC.0000000000001098
  • Nikkhah Bodagh M, Maleki I, Hekmatdoost A. Ginger in gastrointestinal disorders: A systematic review of clinical trials. Food Sci Nutr. 2018;7(1):96–108. Published 2018 Nov 5. doi:10.1002/fsn3.807
  • Nicol, L. M., Rowlands, D. S., Fazakerly, R., & Kellett, J. (2015). Curcumin supplementation likely attenuates delayed onset muscle soreness (DOMS). European Journal of Applied Physiology115(8), 1769–1777. https://doi.org/10.1007/s00421-015-3152-6
  • Chin, K. Y. (2016, September 20). The spice for joint inflammation: Anti-inflammatory role of curcumin in treating osteoarthritis. Drug Design, Development and Therapy. Dove Medical Press Ltd. https://doi.org/10.2147/DDDT.S117432