Gli effetti di un avocado al giorno sul colesterolo

· 20 dicembre 2015
Secondo uno studio condotto dall'Università della Pennsylvania, i grassi insaturi dell'avocado possono aiutare a regolare i livelli di colesterolo cattivo e prevenire l'ostruzione delle arterie.

Molti di noi si preoccupano per il colesterolo. Questo grasso presente nel sangue può accumularsi in grandi quantità e causare varie malattie cardiovascolari che mettono a serio rischio la nostra salute.

Il colesterolo svolge una funzione importante nel nostro corpo e garantisce il buon funzionamento di diversi organi principali; tuttavia, una dieta errata può portarlo a livelli pericolosi. È importante ricordare che, come succede con altre patologie, inizialmente può essere difficile capire che stiamo soffrendo di colesterolo alto per la mancanza di sintomi specifici.

Difatti, si stima che milioni di persone in questo momento abbiano il colesterolo alto senza nemmeno sospettarlo.

Grazie alle ricerche, è ormai risaputo che è sufficiente migliorare la nostra alimentazione e adottare uno stile di vita più sano per tenere il colesterolo sotto controllo e ridurre i rischi.

A questo proposito, una ricerca pubblicata sul Journal of American Heart Association sostiene che mangiare un avocado al giorno aiuti a mantenere regolari i livelli di colesterolo cattivo nelle persone obese o in sovrappeso.

Leggete anche: Come cambia il metabolismo quando mangiamo l’avocado?

Le ricerche

Colesterolo-cattivo

Nel corso dello studio, condotto dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania negli Stati Uniti, è stato proposto ad un gruppo di persone di sostituire gli acidi grassi saturi, presenti in molte diete, con gli acidi grassi insaturi contenuti nell’avocado.

Da diversi anni si consiglia di assumere grassi monoinsaturi e polinsaturi per prevenire le malattie cardiovascolari legate al colesterolo alto. I grassi saturi, infatti, innalzano i livelli di colesterolo nel sangue e aumentano il rischio di occlusione arteriosa e l’insorgere di malattie serie come l’infarto o l’ictus.

I ricercatori, in pratica, hanno valutato gli effetti del consumo di avocado sui fattori di rischio cardiovascolari. La scelta è stata effettuata considerando che si tratta di uno dei frutti con la maggiore quantità di acidi grassi insaturi.

Durante la ricerca, sono stati sostituiti i grassi saturi dalla dieta di 45 pazienti sani, ma in sovrappeso oppure obesi, di età compresa tra i 21 e i 70 anni.

Nelle prime due settimane tutti i volontari hanno seguito una dieta ad alto contenuto di grassi saturi. Successivamente, sono stati divisi in tre gruppi a cui sono stati assegnate tre diete diverse, a ridotto contenuto di grassi saturi:

  • Una dieta povera di grassi senza avocado
  • Una dieta a contenuto moderato di grassi senza avocado.
  • Una dieta a contenuto moderato di grassi che comprendeva il consumo di un avocado al giorno.

I risultati

Colesterolo-nel-sangue

Terminato lo studio, i ricercatori sono giunti alla conclusione che i livelli di colesterolo LDL si erano abbassati nel momento in cui nella dieta era stato incluso un avocado al giorno.

In complesso si è verificata una riduzione del colesterolo LDL di 13,5 mg/dl rispetto agli 8,3 mg/dl persi in una dieta a contenuto moderato di grassi senza l’avocado o i 7,4 mg/dl per le diete povere di grassi.

È stato verificato, inoltre, che mangiare avocado ha un effetto positivo sul controllo del colesterolo complessivo e dei trigliceridi.

Conclusioni della ricerca

Dopo questi risultati interessanti, i ricercatori tengono a sottolineare che sono necessari ulteriori studi per determinare se l’avocado abbia gli stessi effetti anche su altre popolazioni.

Nonostante questo, sono convinti che, in generale, i grassi insaturi dell’avocado possano essere un elemento importante in una dieta “amica” del cuore, ovviamente se supportata da altri alimenti ad alto valore nutritivo.

Alla base di questi importanti benefici per il sistema cardiovascolare ci sarebbero i grassi sani, i micronutrienti e i componenti bioattivi di questo frutto esotico.

A questo rispetto, Penny Kris Etherton, uno dei ricercatori, assicura che varrebbe la pena proseguire lo studio concentrandosi sui composti bioattivi dell’avocado e i loro effetti sull’organismo.

Vi consigliamo di leggere anche: Il 90% delle malattie cardiovascolari si può prevenire

Un alimento sano

avocado-500x442

Anche se per molti anni l’avocado ha avuto la fama di essere un frutto calorico e ad alto contenuto di grassi, oggi è considerato uno degli alimenti più completi e sani che possiamo portare in tavola, ovviamente con moderazione.

Oltre ai grandi benefici già menzionati, l’avocado fornisce fibre, vitamina B, vitamina E, acido folico e più del doppio di potassio contenuto nelle banane.

Se anche voi siete preoccupati per il colesterolo alto, fate qualche cambiamento nella vostra dieta e iniziate a mangiare una fetta di avocado ogni giorno.

Guarda anche