7 miti che dovreste conoscere sul colesterolo

24 febbraio 2015

Sicuramente avrete sentito in più di un’occasione il termine “colesterolo“, magari anche perché il medico vi ha detto che i vostri livelli non sono adeguati. Tuttavia, c’è ancora molta disinformazione per quanto riguarda il colesterolo. Forse pensate che l’LDL è il cattivo della storia, ma potrebbe non essere proprio così… Scoprite in questo articolo quali sono i principali miti (e verità) sul colesterolo.

Che cos’è il colesterolo?

La mancanza di informazione o semplicemente il fidarsi di un articolo che abbiamo letto o di ciò che ci ha detto un amico può causare diversi problemi, non solo per quanto riguarda il colesterolo, ma anche tante altre questioni relative alla salute. Ecco perché abbiamo deciso di consultare diversi esperti per chiarire quali sono i miti e le verità più “popolari” su uno dei maggiori nemici della salute nel mondo. Per cominciare, è bene chiarire che cosa sia il colesterolo.

Colesterolo

Si tratta di un componente essenziale per il funzionamento delle cellule, quando i suoi livelli sono appropriati. Non è presente solo negli esseri umani, ma anche nella maggior parte degli esseri viventi. Ecco perché anche le verdure contengono colesterolo, per esempio, ma in minor quantità rispetto alla carne rossa. Il colesterolo aiuta a costruire strutture e ghiandole. Il cervello è composto in una percentuale tra il 10 e il 20% di colesterolo, e anche il latte materno lo contiene in buone dosi. Alcuni dei compiti del colesterolo sono:

  • Stabilizzare e proteggere le membrane cellulari.
  • Proteggere la struttura del sistema nervoso.
  • Metabolizzare i grassi alimentari e regolare il colesterolo organico in eccesso.
  • Aiutarci a produrre gli ormoni sessuali, come gli estrogeni.
  • Fornire le sostanze necessarie a produrre altri ormoni.
  • Proteggere la pelle e prevenire la disidratazione.
  • Intervenire nella formazione della vitamina D.
  • Rinforzare il sistema immunitario.
  • Proteggere dai danni renali (in particolare nel caso dei diabetici).
  • Rendere più elastici i globuli rossi.
  • Sviluppare il cervello dei neonati.
  • Prevenire malformazioni negli embrioni.

Come vedete, ha molte funzioni davvero importanti. Quindi, qual è il problema di avere il colesterolo alto? Come si suol dire, gli eccessi sono sempre negativi, anche se si tratta di una sostanza così benefica per il nostro corpo.

colesterolo2

Alcuni miti riguardo al colesterolo

Il pesce è ricco di colesterolo

Non è del tutto vero. La ricerca ci dice che i crostacei hanno un livello di steroli abbastanza alto (tra cui il colesterolo), ma non tanto quanto si credeva fino a qualche tempo fa. Inoltre, i frutti di mare contengono acidi grassi Omega 3, che riducono il colesterolo cattivo. Mangiare ostriche o molluschi, inseriti in una dieta equilibrata, ci aiuta a godere di buona salute.

Il colesterolo è una moda

Se è vero che un tempo la gente non sapeva dell’esistenza del colesterolo, è anche vero che i problemi che causa sono reali. Le conseguenze dei livelli di colesterolo troppo alti sono molto gravi, non si tratta di un problema che va solo “di moda”. Ciò che è vero, però, è che oggi molti iniziano a preoccuparsi di più riguardo a questo argomento, perché i medici raccomandano ai loro pazienti di fare degli esami del sangue regolarmente ed esistono dei farmaci e trattamenti naturali per il colesterolo che fino a qualche anno fa non esistevano.

Colesterolo-500x325

È bene abbassare il colesterolo a zero

Questa è una vera e propria bugia. Come vi abbiamo spiegato in precedenza, il colesterolo svolge numerosi incarichi nel nostro corpo. Deve essere ridotto a livelli normali, ma non al di sotto di questi, perché sarebbe controproducente. Avere livelli di colesterolo alti è un male, ma lo stesso vale per livelli troppo bassi. Gli studi indicano che la mancanza di colesterolo porta a problemi come la depressione o l’affaticamento.

Alcuni alimenti non contengono colesterolo

Un altro mito di cui abbiamo parlato poco fa. In tutti gli esseri viventi, compresi gli animali, le piante e batteri, è presente il colesterolo, perché è un elemento responsabile di molte funzioni. Ci possono essere specie che ne contengono meno di altre, è vero, ma non esiste un alimento che non contenga colesterolo. Un altro fattore che aumenta il colesterolo è il modo in cui cuciniamo gli alimenti. Una porzione di carne fritta non avrà la stessa quantità di colesterolo di quella cucinata alla griglia, per esempio.

Le noci aumentano il colesterolo

Questo mito nasce dal fatto che le noci contengono una grande quantità di grasso. Tuttavia, bisogna fare una precisazione: questi grassi sono “buoni” per il cervello, prima di tutto, e per il corpo in generale. Se mangiamo una manciata di noci (insieme ad altra frutta secca), quindi, non staremo introducendo troppi grassi cattivi nel nostro corpo. Inoltre, staremo evitando di mangiare cibi meno salutari, come ad esempio le patatine fritte.

Colesterolo

L’unica causa dell’infarto è il colesterolo

Questo mito è in parte vero, ma ci sono altri fattori che possono aumentare le probabilità di infarti o di arresti cardiaci. Il colesterolo in eccesso crea un tappo nelle pareti delle arterie, ma questo problema è causato anche dallo stress, dal sale o dall’inattività fisica. Pertanto, non possiamo dare tutta la colpa di ciò che accade al nostro cuore al colesterolo, anche se è uno dei maggiori responsabili.

È necessario prendere dei farmaci per abbassare il colesterolo

Questo dipende da diversi fattori. Ad esempio, alcune persone con livelli di colesterolo troppo alti non possono “aspettare” che i rimedi naturali abbiano effetto. D’altra parte, i rimedi fatti in casa sono migliori perché non contengono sostanze chimiche. Dipende tutto dal paziente. Per le persone con livelli di colesterolo leggermente alti, non c’è nessun bisogno di imbottirsi di pillole: può invece essere utile cambiare le vostre abitudini alimentari e mangiare più frutta, verdura e cereali integrali.

Guarda anche