Gola infiammata: le tisane che danno sollievo

5 Aprile 2019
Se il mal di gola è di origine batterica, i rimedi naturali possono essere di grande aiuto per alleviare il fastidio e rendere più veloce la guarigione.

Sentire dolore all’interno della gola è abbastanza comune, così come è comune lasciare che passi da solo. Secchezza alla gola, difficoltà a deglutire o a parlare: sono tutti segnali della gola infiammata.

Vediamo, quindi, quello che c’è da sapere sulla gola infiammata e come ottenere sollievo senza ricorrere agli antibiotici.

Gola infiammata: cause

Donna con sciarpa e mal di gola
L’infezione alla gola può essere di origine batterica o virale

Sono due le cause principali della gola infiammata: virus e batteri.

  • Origine virale: è la più comune e spesso è causata dal contagio con virus del raffreddore o dell’influenza.
  • Origine batterica: si distingue dalla precedente per il tipo di infiammazione e dolore che provoca. A questo gruppo appartiene la faringite streptococcica, causata dal batterio streptococco.

Sintomi dell’infezione alla gola

Se l’infezione è di tipo batterico è facile presentare:

  • Febbre
  • Tonsille infiammate
  • Mal di testa

Quando, invece, l’infiammazione è causata da un virus, si manifesta con:

  • Tosse
  • Raffreddore
  • Congestione nasale
  • Mal di gola

Qualche consiglio per alleviare la gola infiammata

Uomo con gola infiammata
Idratarsi, riposare ed evitare le cattive abitudini sono il modo migliore per guarire presto dal mal di gola

Per alleviare il fastidio seguite innanzitutto questi consigli:

Bevete più del solito

Mantenetevi costantemente idratati. L’acqua deve essere a temperatura ambiente, in questo modo cura la gola e allevia il dolore.

La secchezza peggiora i sintomi. Non a caso il dolore è più intenso appena svegli, perché la gola si asciuga durante la notte.

Per mantenerla umida, vanno bene anche le caramelle dure, in quanto stimolano la produzione di saliva.

Volete saperne di più? Leggete anche: Preparare caramelle al miele e limone per trattare la tosse

Non fumate

Quando la gola è infiammata, evitate il fumo, altrimenti la guarigione richiederà più tempo.

Il fumo, infatti, intensifica il dolore e tutti gli altri sintomi.

Cenate due ore prima di andare a dormire

Così facendo eviterete che i succhi gastrici risalgano attraverso l’esofago, causando bruciore e dolore alla gola.

Cenare almeno due ore prima di andare a letto vi consentirà di terminare il processo digestivo, con meno rischi di aggravare il malessere.

Riposate

Il riposo è sempre una buona cura, anche in questi casi che sembrano di minore importanza.

Oltretutto, riposare porta benessere e più voglia di seguire sane abitudini. In questo modo, vi prenderete più cura della gola e del corpo in generale.

Curare la gola infiammata

Prima di ricorrere agli antibiotici, è importante capire che questi farmaci non agiscono contro i virus ma solo contro i batteri. Questo vuole dire che se l’infezione è di tipo virale, gli antibiotici non sono da prendere in considerazione. 

Quando l’infiammazione è di origine batterica, è possibile che il medico prescriva una cura antibiotica. Come dicevamo, il tipo più comune di infezione batterica alla gola è la faringite streptococcica, spesso accompagnata da:

  • Febbre alta
  • Dolore improvviso alla gola
  • Starnuti
  • Raffreddore
  • Tosse

In ogni caso, non è mai consigliabile un consumo eccessivo di antibiotici il cui risultato sarà solo quello di rendervi immuni al loro effetto.

Leggete anche: I rischi legati all’uso degli antibiotici

4 rimedi per alleviare il malessere

Donna con gola infiammata
I rimedi naturali possono aiutare a combattere le infezioni alla gola

1. Tisana all’aglio

In caso di infezione alla gola, l’aglio è un antibiotico naturale molto efficace.

Ingredienti

  • 3 o 4 spicchi d’aglio
  • 2 tazze d’acqua (500 ml)

Preparazione

  • Tritate gli spicchi d’aglio. Nel frattempo mettete a bollire le due tazze d’acqua.
  • Non appena l’acqua comincia a bollire, aggiungete il tritato e lasciate cuocere per 5 minuti.
  • Spegnete e lasciate intiepidire. Infine colate il liquido e bevete.

2. Tisana all’echinacea

L’echinacea è una pianta con la capacità naturale di stimolare il sistema immunitario. Agisce in modo ottimale contro i disturbi dell’apparato respiratorio come l’influenza o il raffreddore.

Il seguente rimedio vi aiuterà a riattivare le difese: è utile se vi sentite stanchi e spossati dal malessere.

In questo modo aiutate il vostro corpo a reagire contro i virus e i batteri. Potete bere il decotto di echinacea a digiuno e prima di andare a dormire.

Ingredienti

  • 2 tazze d’acqua (500 ml)
  • 2 cucchiaini di fiori di echinacea (10 g)
  • miele a piacere

Preparazione

  • Per prima cosa, mettete l’acqua in un pentolino e aggiungetevi subito i fiori di echinacea.
  • Lasciate, quindi, bollire l’acqua a fuoco medio per 7 minuti. Spegnete e fate riposare altri 7 minuti prima di filtrare e bere.

3. Tisana allo zenzero

Lo zenzero è una radice curativa, utile in un gran numero di situazioni. È, tra le altre cose, un buon rimedio contro batteri e virus. Per ottenere i massimi benefici, utilizzate la radice fresca.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di radice di zenzero triturato (15 g)

Preparazione

  • Mettete a bollire l’acqua e quando bolle, aggiungete lo zenzero.
  • Lasciate cuocere per 5 minuti e, al termine, ritirate dal fuoco.
  • Lasciate intiepidire, infine bevete.

4. Tisana alla cipolla

La cipolla è una grande alleata della gola infiammata. Questo perché è ricca di vitamina C, quercetina e isotiocianati. Queste tre sostanze agiscono come antiossidanti, antinfiammatori e dilatatori delle vie aeree.

Ingredienti

  • 2 tazze d’acqua (500 ml)
  • 1 cipolla

Preparazione

  • Sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine.
  • Mettete la cipolla nell’acqua e lasciatela bollire.
  • Togliete dal fuoco e fate riposare per altri 7 minuti. La tisana è pronta per essere consumata.

Se questi rimedi non vi aiutano a combattere il mal di gola, sarà il caso di andare dal medico e prendere in considerazione farmaci più forti.

  • Lee, J. Y., & Gao, Y. (2012). Review of the Application of Garlic, Allium sativum, in Aquaculture. Journal of the World Aquaculture Society43(4), 447–458. https://doi.org/10.1111/j.1749-7345.2012.00581.x
  • Hypotheses, M. (1983). Allium Sativum (GARLIC)- A Natural antibiotic. Medical Hypotheses12, 227–237. https://doi.org/10.1016/0306-9877(83)90040-3
  • Malhotra, S., & Singh, A. P. (2003). Medicinal properties of ginger (Zingiber officinale Rosc.). Natural Product Radiance2(6), 296–301. https://doi.org/ISSN: 2278 – 3008