I 5 migliori antibiotici naturali e come utilizzarli

24 agosto 2015

Gli antibiotici sono stati una delle migliori scoperte nel campo della medicina. Da quando venne scoperta la penicillina nel 1928, la rapida azione contro le infezioni fece pensare a molti medici e studiosi che questi farmaci si sarebbero trasformati nella soluzione per lasciarsi alle spalle le malattie e le infezioni causate di virus, batteri e funghi. Anche se questo tipi antibiotici continuano ad essere un aiuto fondamentale per la medicina, alcuni studi recenti hanno determinato che la somministrazione eccessiva degli stessi potrebbe essere pericolosa per la salute e, difatti, può creare problemi di resistenza a diversi tipi di batteri, in particolare nei neonati e nei bambini.

L’uso eccessivo di antibiotici farmacologici  ha anche scatenato un’epidemia in bambini ed adulti con funzioni intestinali compromesse e malattie immunitarie di diverso tipo, a causa di uno squilibrio della flora intestinale. Per questa ragione, l’uso eccessivo di antibiotici è poco consigliato e molti esperti stanno optando per la prescrizione di antibiotici naturali che, anche se non potenti come quelli farmacologici, danno buoni risultati e non possiedono questi gravi effetti collaterali. Conoscete i migliori antibiotici naturali?

Olio d’origano

origano

L’olio d’origano selvatico (Origanum vulgare), possiede un alto potere antibiotico che può aiutare a combattere diversi tipi di microorganismi. Questo tipo di olio è di colore dorato o giallo scuro, con un forte odore piccante.

Come utilizzarlo?

  • Funghi sui piedi e sulle unghie: aggiungete un paio di cucchiaini di olio d’origano in un recipiente con acqua calda e immergetevi  piedi per 10 minuti. Un’altra opzione è quella di mischiare una goccia di quest’olio con un cucchiaino di olio d’oliva e successivamente applicarlo direttamente sui piedi e sulle unghie.
  • Parassiti ed infezioni: Mischiate una goccia di quest’olio con un cucchiaino d’olio d’oliva e mettetelo sotto la lingua. Lasciate agire qualche istante e poi risciacquate. Ripetete 4 volte al giorno.
  • Sinusite: Fate bollire una pentola di acqua calda e successivamente aggiungete qualche goccia d’olio d’origano. Inalate il vapore.

Peperoncino di Cayennapeperoncino

Questo prodotto dal sapore piccante è stato utilizzato fin dall’antichità per il suo alto potere curativo e antibiotico. Attualmente infatti molti studiosi stanno valutando il suo uso come antibiotico naturale.

Come utilizzarlo?

  • Il peperoncino di Cayenna è spesso utilizzato per trattare la vulvovaginite, un’infezione comune nelle donne. Vari studi hanno dimostrato che questa spezia ha un effetto antimicotico e antibiotico considerevole su questa condizione. Per utilizzarlo, diluitelo in un olio essenziale, come quello d’oliva. Potrebbe causare una sensazione di bruciore al primo contatto con la pelle.

Aglio

aglio

Senza dubbio l’antibiotico naturale per eccellenza è l’aglio. Quest’ingrediente naturale non solo uccide i patogeni ed i batteri, ma anche i funghi e i virus, senza danneggiare la flora intestinale benefica.

Come utilizzarlo?

  • Per i suoi fitochimici e i suoi componenti di zolfo curativi, è indicato per combattere i radicali liberi.
  • Possiede proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali.
  • L’aglio agisce come un potente antiossidante e protegge dal danneggiamento del DNA.
  • L’aglio combatte i parassiti e i vermi.
  • Ideale per trattare le ferite e i funghi sulle unghie delle mani e dei piedi.
  • Aiuta a prevenire le infezioni intestinali.

NOTA: Per amplificare i suoi effetti, si consiglia di assumerlo con il limone.

Curcuma

Curcuma

La curcuma è una spezia molto utilizzato nella medicina tradizionale grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antisettiche, antibiotiche e analgesiche.

Come utilizzarla?

  • Come antibiotico, la curcuma viene utilizzate per prevenire e combattere il batterio Helicobacter pylori, comune nei casi di ulcere gastriche e altre infezioni.

Miele

Miele

Il miele è considerato uno dei migliori antibiotici naturali che abbiamo a nostra disposizione. Esistono già diversi studi scientifici che suggeriscono che il miele potrebbe aiutare a combattere diverse infezioni, come quelle che si generano a livello intestinale.

Come utilizzarlo?

  • Quest’antibiotico naturale si utilizza spesso per trattare e prevenire infezioni della pelle.
  • Sono vari gli studi che assicurano che il miele ha un’azione positiva nel riduzione della cavità che causano i batteri responsabili della placca dentale.
  • È ottimo per combattere le infezioni relazionate all’allattamento materno.
  • Il miele potrebbe combattere 250 tipi di batteri, incluso lo streptococco, l’enterococcus e Helicobacter Pylori (che può causare ulcere allo stomaco).
Guarda anche