I nipoti sono la luce e la gioia dei nonni

1 Ottobre 2020
I nonni hanno ormai superato il momento di fare i genitori e di educare i propri figli. Con i nipoti, la loro missione è quella di trasmettere valori e un’eredità emotiva che li aiuti a diventare persone migliori.

I nipoti sono le nuove generazioni che donano tanta luce e speranza a ogni membro della famiglia. Nel caso dei nonni, questo legame speciale implica molti benefici per entrambi.

Dobbiamo anche considerare un dato importante: oggigiorno, chiamiamo “nonni” persone che, in realtà, conducono spesso una vita molto attiva. Che sono autonome e che, nel proprio cuore, continuano a essere giovani.

Sono persone che si godono la vita e che vivono il rapporto nipoti in modo diverso dai genitori.

Sebbene nella società, tutti abbiamo un ruolo come educatori. Il rapporto dei nonni con i nipoti, all’interno della famiglia, assume sfumature molto interessanti delle quali vogliamo parlarvi.

Vi invitiamo a rifletterci sopra.

La costruzione dell’eredità emotiva in famiglia

La responsabilità di educare, di stabilire delle regole e di decidere “cosa è permesso e cosa no”, spetta ai padri e alle madri.

Nonna che cucina con la nipote

Tuttavia, nel caso dei nonni, esistono alcune peculiarità che vale la pena approfondire:

  • I nonni hanno già attraversato questa fase della vita, perché prima di diventare nonni, sono stati genitori. Svolgendo il proprio ruolo come tali e stabilendo delle regole. Adesso, invece, non vogliono né desiderano essere severi, decidere cosa si può fare e cosa no. Preferiscono godersi i nipoti e costruire per loro un’eredità emotiva.
  • Di solito, tra i nonni e i nipoti si stabilisce un tipo di comunicazione che va oltre le semplici parole e che si trova nei gesti e nei simboli. Ci sono complicità, sorrisi, cessioni e concessioni. Tutto ciò aiuta a costruire il giusto benessere psicologico per entrambe le parti.
  • Una relazione costante tra nonni e nipoti offre nuove responsabilità ai nonni, mentre i nipoti entrano in contatto con nuove dimensioni che i loro genitori non possono trasmettergli.

Ovviamente, sappiamo bene che non tutti i nonni sono uguali e che non sempre si stabiliscono legami così intensi.

Si dice che uno invecchi come è vissuto. Perciò, quando alcuni aspetti della vita non sono stati accettati, è probabile che si arrivi a essere pieni di frustrazione e negatività in età avanzata.

È quindi compito dei genitori decidere quanto tempo far passare ai figli insieme ai loro nonni e se si tratta di un legame che può arricchirli o no. Nonostante ciò, e in generale, si tratta di uno dei legami più belli che esistano.

Leggete anche: Mio figlio: il motivo della mia debolezza e della mia forza

Nonni e nipoti: un’eredità emotiva eterna

Il sostegno quotidiano dei nonni rappresenta un aiuto e un piccolo sfogo per i genitori. Questa responsabilità dei nonni non è una novità: sono molte le generazioni che hanno condiviso il compito di prendersi cura e di stare attenti ai più piccoli.

L’eredità emotiva che i nonni costruiscono non solo arricchisce i nipoti, ma aiuta anche i padri e le madri a vedere nuovi aspetti dei propri genitori che non conoscevano e che, in un modo o nell’altro, li aiuta a rinnovare il legame che hanno con loro.

  • L’eredità che i nonni offrono ai più piccoli non si basa solo sull’affetto e sulle emozioni. Parliamo anche del dono di saper trasmettere valori, ritagli del passato e ricordi di famiglia appartenenti a generazioni lontane, che aiuteranno i nipoti a capire meglio sia il mondo sia se stessi: i nonni offrono loro delle radici.
  • Un altro aspetto interessante è il fatto che questo riflesso continuo dei nonni, della loro voglia di vivere, di essere felici, di prendersi cura e di amare, serve anche per insegnare ai bambini cosa significa “invecchiare con saggezza”. In questo modo, vedranno lo scorrere del tempo con tranquillità e non con paura.
  • Inoltre, spesso i nonni, possiedono un’infinità di strategie per sedare le tensioni, le discussioni ed evitare i malintesi.

Leggete anche: 5 modi di frenare le “relazioni tossiche” in famiglia

Un rifugio sicuro

Nonno che legge le fiabe

Educare un bambino non è mai facile. Possiamo attraversare momenti difficili che i nonni, a loro volta, hanno già affrontato con i propri figli.

Inoltre, anche se è vero che il contesto attuale è diverso, l’essenza resta la stessa: bambini che hanno bisogno di essere indipendenti, bambini che chiedono attenzioni, che fanno i capricci, che commettono degli sbagli…

Senza dubbio, i nonni possono essere di grande aiuto in tutti questi casi, dando buoni consigli, ma senza intervenire.

I nipoti danno luce e gioia ai nonni e succede da sempre. In quella fase della maturità adulta quando le persone affrontano con speranza ed energia gli attimi di vita, i bambini aiutano sempre a rinnovare le proprie “responsabilità” e a vedere la vita come un ciclo continuo e pieno di speranza.

Oggigiorno, i nonni non vogliono essere genitori, desiderano solo godersi le emozioni più intense e più ricche, ma senza subire pressioni od obblighi.

Ciò significa che i loro figli devono rispettare anche l’indipendenza dei propri genitori e il loro diritto di dedicare un po’ di tempo a se stessi. È un aspetto importante, da non dimenticare mai.

  • KidsHealth. Vivir con los abuelos. 2016. Available at: https://kidshealth.org/es/kids/grandparents-esp.html. Accessed 11/28, 2018.
  • KidsHealth. Crear vínculos afectivos con los abuelos. 2013. Available at: https://kidshealth.org/es/parents/grandparents-esp.html. Accessed 11/28, 2018.
  • MedlinePlus. La disciplina con los niños. 2018. Available at: https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/002211.htm. Accessed 11/28, 2018.
  • Smorti, M., Tschiesner, R., & Farneti, A. (2012). Grandparents-grandchildren relationship. Procedia-Social and Behavioral Sciences, 46, 895-898.