Il lato negativo di 8 prodotti naturali

· 27 novembre 2018
I prodotti naturali sono conosciuti e apprezzati per le molteplici proprietà benefiche, ma non sempre sono la scelta giusta. Scoprite il lato negativo di 8 prodotti naturali.

I prodotti naturali sono noti per possedere più vantaggi che svantaggi. Tuttavia, spesso si ignorano le controindicazioni e il fatto che esiste anche  il lato negativo dei prodotti naturali.

Sebbene sia frequente commettere errori per eccesso di fiducia, è comunque doveroso informarsi sulle proprietà dei prodotti prima di utilizzarli o consumarli.

In questo articolo affronteremo il lato negativo di 8 prodotti naturali tra quelli maggiormente utilizzati.

Il lato negativo di 8 prodotti naturali

1. Ghiaccio

I metodi estremi non sempre sono la scelta migliore. Sebbene si creda che il ghiaccio sia adatto alla cura della pelle (principalmente perché aiuta a chiudere i pori), la verità è che gli esperti affermano che non si deve mai abusare delle temperature estreme.

Il lato negativo del ghiaccio è che quando viene applicato direttamente sulla pelle, la priva del suo strato naturale di grasso rendendola secca e screpolata.

Pertanto evitate di usare il ghiaccio direttamente sulla pelle. Se dovete utilizzarlo come impacco, avvolgetelo in un panno di cotone.

Una delle ragioni più importanti per non farlo è che il freddo estremo può irritare il derma, causandone il rossore.

Il freddo del ghiaccio non rende la pelle più liscia e sana. È molto utile per alleviare il dolore e ridurre le infiammazioni, ma applicarlo regolarmente sulla pelle può produrre la chiusura dei pori, con dentro tutte le impurità.

Ciò potrebbe annullare o ridurre gli effetti di altri prodotti.

La soluzione per ottenere una pelle perfetta non consiste nell’uso esclusivo del ghiaccio, ma nell’attenzione al nostro tipo di pelle, ai fattori esterni e nel  mantenere attiva la circolazione.

Leggete anche: Fa male mettere il ghiaccio nelle bevande?

2. Olio d’oliva

Olio d'oliva

L’olio d’oliva è un prodotto dalle molteplici proprietà benefiche, ma ha anche il suo lato negativo. Bisogna prestare attenzione soprattuto se usato direttamente sulla pelle o sui capelli.

Perché? Può favorire la produzione di grasso e rendere più difficile rimuovere le impurità sotto la doccia. Inoltre, può essere dannoso per la pelle grassa tendente all’acne.

3. Aloe vera

Sebbene sia la pianta più famosa per quanto riguarda la cosmesi  e la cura del corpo, il suo utilizzo può essere controproducente.

Anche se è un ottimo idratante, applicarla prima dell’esposizione al sole può causare scottature.

Inoltre, può favorire la formazione di impurità e cisti sulla pelle. Soprattutto nei soggetti che soffrono d’acne. Seppur vero che l’aloe è un eccellente cicatrizzante, questo non significa che sia adatta ad ogni tipo di pelle.

4. Agrumi

Agrumi

Strofinare un limone sulla pelle può provocare effetti indesiderati se non prendiamo le precauzioni necessarie.

Il succo non diluito può irritare la pelle e generare macchie se esponiamo la pelle al sole dopo l’applicazione.

Perché sia benefico per la pelle, bisogna usare il succo diluito con l’acqua. Da utilizzare di notte, quando la pelle non è esposta al sole, altrimenti potrebbe macchiarsi.

Questo è il lato negativo degli agrumi quando vengono utilizzati sulla pelle.

Può interessarvi anche: Pelle liscia e luminosa: olio nutritivo di cocco e agrumi

5. Sale

Seppur vero che il sale è un ottimo esfoliante naturale, bisogna stare attenti perché è anche eccessivamente abrasivo.

È stato dimostrato che esfoliare la pelle con il sale produce microlesioni che possono trasformarsi in irritazione e infezioni. Pertanto, si consiglia di sostituirlo con caffè macinato o zucchero.

6. Pomodoro

Pomodori

Spesso si parla dell’effetto benefico del pomodoro sfregato direttamente sulla pelle, ma la verità è che anche quest’ortaggio ha il suo lato negativo.

Va tenuto presente che il pomodoro ha un alto indice di acidità e che può essere molto aggressivo per il pH della pelle.

Il modo corretto di usarlo, per trarne beneficio, è quello di mescolarlo con prodotti che riducono la sua acidità e la contrastano, come ad esempio lo yogurt.

7. Olio di mandorle

L’olio di mandorle si caratterizza per essere il più versatile tra i cosmetici. Può essere usato per rimuovere le smagliature, riparare i capelli, ecc. Ma possiede anche un lato negativo.

Per cominciare, non dovrebbe mai essere usato di giorno, dal momento che a contatto con il sole può macchiare la pelle. Inoltre, non è raccomandato per pelli grasse o sottili.

8. Rosa mosqueta

Olio di rosa mosqueta

E’ stato dimostrato che l’olio di rosa mosqueta possiede proprietà cicatrizzanti e rigenerative, ma bisogna stare molto attenti perché non è consigliato per eliminare i segni dell’acne.

Nel caso di pelli grasse, le più propense a soffrire di questo disturbo, può causare l’effetto contrario, ovvero la comparsa di brufoli.

Se avete lo pelle grassa e volete eliminare i segni dell’acne, optate per l’olio di jojoba o per prodotti a base di vitamina C.

Guarda anche