Il sistema linfatico: quale funzione nell'organismo?

La funzione del sistema linfatico è sconosciuta a molti. Alcune persone ignorano persino l'esistenza di questo tipo di circolazione nell'organismo. Scoprite di cosa si tratta.
Il sistema linfatico: quale funzione nell'organismo?

Ultimo aggiornamento: 24 aprile, 2021

L’apparato circolatorio è noto ai più, ma poche persone conoscono la funzione del sistema linfatico nell’organismo. Nonostante sciò, la linfa compie un ruolo fondamentale nel corpo umano, ed è un altro tipo di circolazione, connessa al sangue, senza la quale non possiamo vivere.

Il sistema linfatico trasporta la linfa dai tessuti fino al sangue, in forma unidirezionale. Ovvero, ha un solo percorso, in una sola direzione, e che non torna su se stesso.

La linfa è un liquido che si produce in mezzo ai tessuti, a seguito della filtrazione del sangue. Potremmo dire che nella sua prima fase prende il nome di liquido interstiziale, che proviene dal sangue filtrato dalle arterie e che fa il suo ingresso nelle cellule del corpo.

La linfa, dunque, continuerà ad accumularsi nei tessuti finché ci sarà afflusso di sangue. Per evitare questo ristagno, il sistema linfatico la drena tra le cellule per farla tornare nel sistema circolatorio del sangue.

Quali sono le parti del sistema linfatico?

Il sistema linfatico compie la sua funzione nell’organismo attraverso le sue diverse componenti. I vasi linfatici e i linfonodi spingono e conducono la linfa nel suo percorso.  

Linfa

La linfa è un liquido che proviene dal filtraggio del sangue. Si trova in mezzo ai tessuti come liquido interstiziale e contiene proteine, sali e globuli bianchi. È incolore, a differenza del sangue.

Per spostarsi nel sistema linfatico, la linfa impiega la forza dei muscoli. Non c’è una pompa che stimoli la circolazione, come fa il cuore con il sangue.

Attraverso il movimento abituale dei muscoli (quando camminiamo, facciamo sport, eseguiamo le attività quotidiane), le fibre muscolari spostano la linfa. Per questa ragione, è una circolazione molto più lenta di quella sanguigna.

Sistema linfatico.

Vasi linfatici

Come i vasi sanguigni, ovvero arterie e vene, fanno parte del sistema circolatorio, i vasi linfatici appartengono al sistema linfatico. Le loro pareti sono simili a quelle delle vene, e sono dotate di valvole per impedire il ritorno linfatico.

I vasi linfatici che si introducono all’interno dei tessuti sono piccoli, al punto di affinarsi come capillari. In questo modo, possono prendere il liquido interstiziale e condurlo in avanti. A partire dai capillari, questi vasi crescono fino a formare i due condotti principali: 

  • Linfatico destro
  • Toracico

Entrambi i condotti portano conducono il sangue nel sistema nervoso. Le vene riceventi sono la cava superiore e la succlavia sinistra. 

Linfonodi

I gangli sono i componenti più conosciuti del sistema linfatico. Nonostante le persone non sappiano bene quale sia la loro funzione, tutti sanno che l’aumento delle dimensioni dei linfonodi è un segnale di allarme.

Un linfonodo è un nodulo del sistema linfatico che misura meno di un centimetro in condizioni normali. Generalmente, si raggruppano, essendo vari gangli vicini tra di loro.

Hanno il compito di filtrare la linfa che li attraversa e di produrre cellule di difesa come i globuli bianchiTanti microorganismi esterni come cellule difettose, dovranno essere filtrate dai gangli affinché non continuino il loro percorso patogeno. In questi casi, quando trovano qualcosa di anomalo, crescono di dimensioni.

Bambino tocca gola dal dottore.

Le funzioni del sistema linfatico

Il sistema linfatico ha una funzione circolatoria e protettrice. Fa circolare la linfa affinché si unisca al sangue in circolo e contemporaneamente controlla in ogni momento l’ingresso di sostanze e microorganismi per bloccare i patogeni. In sintesi, possiamo dire che le funzioni del sistema linfatico sono tre:

  • Circolatoria: i vasi linfatici raccolgono la linfa dai tessuti per riversarla nel sistema circolatorio. Attraverso il movimento muscolare, spingono il liquido lungo tutto il corpo affinché si muova e non ristagni. Le valvole presenti lungo il percorso assicurano l’unidirezionalità della linfa, impedendole di tornare indietro.
  • Filtraggio: il sistema linfatico agisce da filtro. Alcune sostanze sono grandi o hanno un certo peso molecolare per il sistema circolatorio. In questi casi intervengono i vasi linfatici, trasportando ciò che non si può con il sangue.
  • Immunitaria: i linfonodi combattono le infezioni. In quanto capaci di produrre globuli bianchi, questi organi si attivano se trovano un agente estraneo all’organismo che può essere patogeno. Inoltre svolgono un ruolo fondamentale nella percezione del cancro. I linfonodi riconoscono le cellule mutate che causano tumori e hanno la capacità di rimuoverle.

Il sistema linfatico è vitale. Se non esistesse, si accumulerebbe liquido nei tessuti, e saremmo molto più propensi alle infezioni.

Potrebbe interessarti ...
Lesioni dei tessuti molli: trattamento nella fase subacuta
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Lesioni dei tessuti molli: trattamento nella fase subacuta

Le lesioni dei tessuti molli interessano le parti molli del sistema muscolo-scheletrico. Detto sistema è formato da tendini, legamenti e muscoli.



  • Ferrandez, Jean-Claude. El sistema linfático. Ed. Médica Panamericana, 2006.
  • Donoso, E. Varela, et al. “Capítulo I: generalidades de los linfedemas y de la circulación linfática: patogenia y fisiopatología.” Rehabilitación 44 (2010): 2-7.
  • Tercero, Carmina. “El drenaje linfático.” Rev. Instituto de medicina vibracional (2005): 1-6.