5 infusi diuretici per eliminare i liquidi

· 24 Gennaio 2018
Se stiamo seguendo un qualche trattamento medico per controllare la ritenzione dei liquidi, dovremmo consultare uno specialista prima di consumare questi rimedi, nel caso possano avere degli effetti indesiderati

Gli infusi diuretici e antinfiammatori contrastano i sintomi della ritenzione dei liquidi. Questo disturbo, caratterizzato dall’accumulo di fluidi nei diversi tessuti corporei, è relazionato ad un’alta pressione arteriosa, alle difficoltà circolatorie e ad alcune malattie diffuse.

Si verifica per il consumo eccessivo di sale, per delle difficoltà del sistema linfatico e per altri fattori che interferiscono sul lavoro dei reni. Nonostante non sia solito manifestarsi in forma acuta, la mancanza di un controllo può generare altre malattie che richiedono maggiore attenzione. La gestione dei liquidi è importante!

Per fortuna, accedere a questi rimedi è molto semplice e, a differenza di molti trattamenti convenzionali, non sono aggressivi, né causano effetti indesiderati.

5 infusi diuretici per eliminare i liquidi

A seguire vogliamo condividere nel dettaglio i 5 migliori rimedi affinché possiate provarli.

1. Infuso di betulla per eliminare i liquidi

Infuso di betulla per eliminare i liquidi

Le foglie di betulla contengono delle sostanze diuretiche che favoriscono la produzione di urina per smuovere i liquidi e le scorie trattenuti dall’organismo ed espellerli.

Si distinguono principalmente per il loro contenuto di sali di potassio, i quali aiutano a equilibrare i livelli di sodio mentre promuovono la disintossicazione.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di foglie di betulla secche (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete le foglie di betulla in un bicchiere d’acqua bollita e poi lasciatele riposare per 10 minuti.
  • In seguito, passato il tempo consigliato, filtratela con un colino.

Ingerite un bicchiere di infuso a metà mattina e ripetete a metà pomeriggio, poi consumatelo almeno 3 settimane di fila.

Attenzione: È controindicato per le donne incinte e per le persone affette da ipertensione o da malattie cardiache.

Leggete anche: Lamentarsi ha effetti negativi sulla salute

2. Infuso di corteccia di salice per eliminare i liquidi

Le proprietà diuretiche della corteccia di salice sono ideali per alleviare gli edemi e i dolori ad essi associati. Inoltre, contiene oli essenziali, antiossidanti, vitamine e minerali che aiutano a rimuovere le tossine mediante l’urina.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di corteccia di salice (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Immergete la corteccia di salice in un bicchiere d’acqua calda e poi tappate la bevanda.
  • Lasciatela riposare 10 minuti e poi colatela.

Consumate l’infuso a metà mattina per due settimane di seguito.

Attenzione: La bevanda deve essere evitata da persone allergiche all’aspirina o che soffrono di allergie respiratorie o ulcere gastriche.

3. Tè verde per eliminare i liquidi

tè verde drenante

Il tè verde è un rimedio che è stato impiegato dalla medicina naturale per i suoi molteplici benefici per l’organismo.

Infatti, contiene alte concentrazioni di antiossidanti e composti antinfiammatori che, nell’insieme, favoriscono la diuresi e i processi di disintossicazione.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di tè verde (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete un cucchiaino di tè verde in un bicchiere d’acqua bollita e poi lasciatela riposare 10 minuti.
  • Successivamente, una volta liberati gli estratti, filtratela con un colino.

Bevete un bicchiere di infuso a digiuno per 3 settimane.

Attenzione: È controindicata in caso di gravidanza, allattamento e per i pazienti che soffrono di ipertensione e nervosismo.

4. Infuso di carciofo per eliminare i liquidi

Uno dei migliori rimedi per eliminare i liquidi trattenuti dal corpo è l’infuso di carciofo.

Questa bevanda migliora il funzionamento del fegato, in più stimola anche la pulizia dei reni e allevia i dolori derivanti dalle infiammazioni.

Ingredienti

  • ½ carciofo
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Separate le foglie di mezzo carciofo e poi immergetele in un bicchiere d’acqua calda.
  • In seguito, abbassate il fuoco e lasciateci sopra la bevanda per 2 o 3 minuti.
  • Spegnetelo, lasciatela riposare e poi colatela.

Prendete l’infuso a digiuno e, se vi piace, riprendetelo anche a metà pomeriggio. Consumatelo per 2 o 3 settimane di seguito.

Attenzione: Non è consigliato per le persone con calcoli alla cistifellea, per il suo contenuto di ossalati.

Visitate questo articolo: Acqua di carciofo e limone per eliminare gli eccessi di acido urico dal corpo

5. Infuso di dente di leone per eliminare i liquidi

Infuso di dente di leone per eliminare i liquidi

Nella medicina naturale, il dente di leone si distingue per essere uno dei diuretici più potenti. Promuove l’eliminazione dei liquidi e, di conseguenza, aiuta a purificare il sangue.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di dente di leone (10 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Immergete il dente di leone in un bicchiere d’acqua bollita e poi tappatelo.
  • Fatelo riposare 5 o 10 minuti e, in seguito, colatelo.

Ingerite un bicchiere dell’infuso a metà mattina. Ripetete l’ingestione tutti i giorni per 2 settimane.

Attenzione: Non si deve consumare in gravidanza o se si hanno problemi alla vescicola biliare o allo stomaco.

Sentite gli arti pesanti? Non riuscite a espellere bene i liquidi? Se avete dei sintomi di ritenzione, preparate subito questi infusi salutari.

  • Wang, D. J., & Gottlieb, S. S. (2008). Diuretics: Still the mainstay of treatment. Critical Care Medicine. https://doi.org/10.1097/01.CCM.0000296272.68078.6B
  • Cáceres, A., Saravia, A., Rizzo, S., Zabala, L., De Leon, E., & Nave, F. (1992). Pharmacologie properties of Moringa oleifera. 2: Screening for antispasmodic, antiinflammatory and diuretic activity. Journal of Ethnopharmacology. https://doi.org/10.1016/0378-8741(92)90049-W
  • Benjumea, D., Abdala, S., Hernandez-Luis, F., Pérez-Paz, P., & Martin-Herrera, D. (2005). Diuretic activity of Artemisia thuscula, an endemic canary species. Journal of Ethnopharmacology. https://doi.org/10.1016/j.jep.2005.03.005