Infusi per migliorare il sistema nervoso

8 agosto 2014
Le erbe naturali, oltre a rilassarvi, vi aiutano ad evitare i dolori muscolari e i crampi.

Quando sentite che la situazione sfugge al vostro controllo, siete molto in ansia per qualcosa che deve succedere, non potete controllare un attacco di nervi o lo stress sta compromettendo il vostro fisico e la vostra mente, provate questi meravigliosi infusi per beneficiare il sistema nervoso in modo naturale e senza bisogno di ricorrere ai farmaci.

Il nervosismo: la malattia dei nostri giorni

Nella società in cui viviamo è molto comune che la gente si senta nervosa, angosciata, ansiosa, stressata o persino depressa e con difficoltà nel conciliare il sonno. Il fatto è che le pressioni e gli impegni quotidiani fanno a brandelli il nostro sistema nervoso. E anche se i medici indicano che un po’ di tensione è buona per la salute, il problema si pone quando questa supera i limiti consentiti.

Ad un certo punto sembra che per quanto ci si provi (dormendo per tutto il weekend, andando a passare una giornata in montagna, facendo yoga o meditazione, ecc.), nulla sia sufficiente. A questo punto è bene scalare una marcia indietro per recuperare la salute e allo stesso tempo avere più energie per affrontare le sfide e gli obblighi quotidiani, senza che questi ci facciano sprofondare in uno stato di stress o ansia che finisce col farci ammalare gravemente.

te2

L’obbiettivo delle erbe naturali per i nervi è quello di calmare i sintomi, rilassare corpo e mente, dormire meglio, controllare la pressione arteriosa, calmare l’ansia e l’eccitazione e lasciare la persona in uno stato migliore, libera da dolori muscolari, mal di testa, crampi, palpitazioni o tachicardia, depressione, ecc.

Quali sono le erbe migliori per i nervi?

Le principali piante utilizzate per preparare infusi che combattono gli attacchi d’ansia o i problemi relazionati con il sistema nervoso sono:

  • Ginseng: può essere quello comune o quello siberiano. Entrambi servono per combattere la depressione alla radice e ridurre lo stato di stress così comune al giorno d’oggi. Sono degli ottimi rinforzanti naturali per il sistema nervoso. Anche se spesso si consuma sotto forma di capsule, il tè al ginseng è molto efficace.
  • Iperico (o Erba di San Giovanni): se si consuma per un periodo continuo dai 4 ai 6 mesi, è un tonico che ripara il sistema nervoso. È molto utile nel trattamento di pazienti affetti da depressione. Si deve bere un cucchiaino di polvere di fiori dell’erba di San Giovanni sminuzzati in acqua bollente, due volte al giorno.

te3

  • Borragine: serve per equilibrare l’eccesso di ormoni surrenali prodotti dal corpo in momenti di intenso stress. Bisogna bere un infuso con un cucchiaio di foglie secche per ogni tazza d’acqua. Sono consentiti diversi bicchieri al giorno.
  • Valeriana: è una delle erbe più conosciute contro l’ansia e il nervosismo. Serve per combattere qualsiasi tipo di problema del sistema nervoso e per diminuire le manifestazioni psicosomatiche come spasmi, palpitazioni, vomito, insonnia, ecc. Bisogna preparare un infuso con 15 grammi di radice di questa pianta, lasciar riposare per tutta la notte e bere di mattina.
  • Olmaria: gli oli essenziali di questa pianta le danno un aroma delizioso, ma hanno anche proprietà sedative che calmano persino i nodi alla gola causati dall’angoscia. L’infuso di olmaria tratta anche l’acidità e le ulcere. Si prepara con due cucchiaini di fiori per ogni tazza di acqua da bere tre volte al giorno, dopo i pasti.

te4

  • Pitaya: contiene una sostanza che ha leggeri effetti stimolanti per il sistema nervoso. Invece di essere dannoso come altri stimolanti (per esempio il caffè), la pitaya combatte il nervosismo, la pressione arteriosa e le aritmie del cuore.
  • Boldo: un’altra delle erbe più popolari, serve anche per aiutare la digestione o per il mal di stomaco. È ricco di boldina e i suoi oli essenziali hanno effetti sedativi e calmanti per tutto il sistema nervoso. L’infuso si prepara con 2,5 grammi di boldo per 100 ml di acqua, prima di dormire. Il trattamento non deve essere continuato per più di 4 settimane di fila.
  • Alloro: questa pianta aromatica molto usata in cucina è anche un’eccellente opzione per rinforzare il sistema nervoso e allo stesso tempo calmare i sintomi che si producono nello stomaco. Bisogna bere un infuso preparato con un cucchiaino di foglie d’alloro secche per ogni tazza di acqua calda; si consiglia di consumarlo dopo i pasti principali.

te5

  • Lattuga: è sedativa, per cui riesce a tranquillizzare. Aiuta a calmare i nervi, serve per dormire meglio di notte e contro le palpitazioni. Un trucco della nonna è mettere una foglia di lattuga nell’acqua in cui si lavano i neonati, per farli dormire più rilassati. Bisogna bere un tè di foglie di lattuga oppure consumarle in insalata prima di andare a dormire. Secondo alcuni è una buona opzione anche prepararne un frullato.
  • Rosa canina: calma il sistema nervoso e i dolori intestinali ad esso associati. L’infuso di rosa canina si prepara con un cucchiaino di foglie secche per ogni tazza di acqua. Bere fino a due infusi al giorno.
  • Camomilla: un’altra delle erbe più conosciute per i suoi effetti sedativi e calmanti per il sistema nervoso. Riduce le tensioni, inibisce gli spasmi muscolari allo stomaco ed è a sua volta un analgesico. Bisogna preparare un tè con una tazza di acqua e 4 grammi di fiori. Lasciate riposare per 10 minuti e bevetene fino a tre tazze al giorno.

Immagini per gentile concessione di iweatherman, Tiago Ribeiro, Jessica Louis, Vibha Raj, Naam ym e dragonflysky.

Guarda anche