Insegnare ai bambini a chiedere scusa

27 Luglio 2020
Chiedere scusa non è mai un compito facile, nemmeno per gli adulti. Scoprite alcuni consigli pratici per insegnare ai vostri figli a scusarsi.

Insegnare ai bambini a chiedere scusa è tra i compiti più complessi per i genitori. Non tanto perché i più piccoli manchino di empatia, quanto perché spesso tendono a scusarsi con modalità imprevedibili e talvolta incomprensibili. Nelle prossime righe vedremo alcuni consigli per riuscire nell’intento.

I bambini sono empatici per natura; quante volte vi è capitato di vedere i vostri figli con le lacrime agli occhi mentre guardavano un cartone animato in cui accadeva qualcosa di triste? Sono pieni di amore e compassione per gli altri, ma non si comportano come noi né seguono regole sociali prestabilite.

In quanto genitori, tra i nostri doveri rientra anche quello di insegnare ai nostri figli a comportarsi secondo le regole sociali. Per tale ragione, in questo articolo vi daremo qualche consiglio su come insegnare ai bambini a chiedere scusa.

Come insegnare ai bambini a chiedere scusa

Bambino adirato
Per chiedere scusa, il bambino deve assumersi la responsabilità delle sue azioni e capire le emozioni degli altri.

“Chiedigli scusa per averlo picchiato”, “Chiedi subito scusa e non parlarmi mai più così”, “Sto aspettando che tu mi chieda scusa”. Vi hanno mai detto una di queste o frasi o simili? Sicuramente sì.

A volte le parole ci escono di bocca senza nemmeno pensarci. Crediamo davvero che costringendo un bambino a scusarsi imparerà a farlo? In verità, no. Ripetere “scusa” in modo forzato non insegna nulla al bambino, se non a obbedire ai genitori.

Lo scopo non è indurre il bambino a dire quello che ci aspettiamo, ma ad assumersi la responsabilità dei suoi errori e, per farlo, deve capire dove ha sbagliato.

1. Aiutate i vostri figli a calmarsi

Il più delle volte, le situazioni nelle quali è necessario chiedere scusa sfuggono di mano perché il bambino è arrabbiato. Ebbene, chiedergli di scusarsi proprio in quel momento rischia di essere vano per diversi motivi:

  • Il bambino può non capire perché deve scusarsi.
  • Potrebbe arrabbiarsi ancora di più.
  • Non imparerà niente dall’accaduto.

Piuttosto, fate un respiro profondo, avvicinatevi al bambino e allontanatelo dal luogo del conflitto. Fate in modo che il piccolo prenda le distanze dalla situazione e dategli il tempo di calmarsi. Potete aiutarlo parlandogli, con pazienza, senza chiedergli di scusarsi.

Può interessarvi anche: Cosa possiamo imparare dai bambini?

2. Come insegnare ai bambini a chiedere scusa: analizzate insieme la situazione

Parlare in famiglia per insegnare ai bambini a chiedere scusa
Parlate con i vostri figli dell’accaduto e lasciateli esprimere liberamente.

Quando i vostri figli avranno recuperato la calma, potete procedere ad analizzare quanto accaduto. Che cosa è successo esattamente? Lasciate che vi raccontino la loro versione dei fatti e che esprimano il loro stato d’animo. Nei conflitti, le emozioni sono estremamente importanti, di fatto sono il fattore scatenante del comportamento del bambino.

3. Incoraggiate l’empatia a insegnate a chiedere scusa

Adesso che sapete cosa è accaduto e perché i vostri figli hanno reagito in quel modo, chiedete loro come si sentirebbero al posto dell’altra persona coinvolta. Potete persino ricordare una situazione simile che loro stessi hanno vissuto. L’idea è che i bambini si metta nei panni degli altri affinché possano capire dove hanno sbagliato.

Leggete anche: Litigi tra fratelli e come affrontarli al meglio

4. Chiedete ai bambini cosa vorrebbero cambiare della situazione

Ponete questa domanda ai vostri figli: «Se potessi tornare indietro nel tempo, cosa cambieresti di quello che è successo?». Questo esercizio li aiuta a pensare ad altri modi per risolvere il conflitto.

Sebbene questa sorta di brainstorming non serva a risolvere la situazione, è comunque un buon modo per imparare a gestire le emozioni nel futuro.

5. Chiedete come potrebbero far stare meglio l’altro bambino

Padre che abbraccia i figli
Un aspetto importante che tendiamo a dimenticare è l’esempio. Attraverso l’osservazione, i bambini imparano le azioni delle loro figure di riferimento.

Lasciate che siano i vostri figli a scegliere come scusarsi. Sentirsi dire “scusa” in alcuni casi non è quello di cui i bambini hanno bisogno o che vogliono. Magari preferiscono abbracciare il bambino con cui hanno litigato, invitarlo a giocare o regalargli un disegno. L’importante è che imparino ad assumersi la responsabilità delle loro azioni.

Le scuse dovrebbe esprimere il motivo per cui il bambino si sta scusando: non solo per l’azione in sé, ma per aver ferito i sentimenti dell’altro, suggerendo pertanto un modo per risolvere il problema. Per esempio: «mi dispiace di averti picchiato, so che ti ho fatto male e non lo farò più». «La prossima volta che mi arrabbierò cercherò di parlarti invece di colpirti».

Infine, per insegnare ai bambini a chiedere scusa, dobbiamo prima dare l’esempio! Ogni volta che sbagliamo o reagiamo dobbiamo chiedere scusa. Scusarsi non è affatto un atto di debolezza, bensì di forza. In quanto genitori, dobbiamo educare i nostri figli attraverso l’esempio.

  • Kennedy-Moore, Eileen. Smart Parenting for Smart Kids: Nurturing Your Child’s True Potential. Jossey-Bass,2011.
  • McCready, Amy. The Me, Me, Me Epidemic: A Step-by-Step Guide to Raising Capable, Grateful Kids in an Over-Entitled World. TarcherPerigee, 2015.
    Dr Sears.
  • Teach Children to Apologize With These 5 Tips. https://www.askdrsears.com/topics/parenting/discipline-behavior/morals-manners/5-ways-teach-your-child-apologize