Iperuricemia: quali sono le conseguenze per la salute?

Avere l'acido urico alto non causa necessariamente precisi sintomi, ma aumenta il rischio di malattie cardiovascolari o renali. La dieta è determinante in tal senso.
Iperuricemia: quali sono le conseguenze per la salute?

Ultimo aggiornamento: 05 maggio, 2021

L’iperuricemia è la condizione per cui nell’organismo sono presenti alti livelli di acido urico. Questa sostanza viene prodotta dal corpo dopo aver metabolizzato molecole chiamate purine, contenute in alimenti come fagioli, acciughe o fegato.

Gran parte della popolazione presenta alti livelli di acido urico, condizione che in molti la associano alla gotta, malattia che provoca infiammazione delle articolazioni. Tuttavia, l’iperuricemia può causare molte altre patologie.

L’incidenza di questa condizione è in aumento, perché attualmente non ci prendiamo cura della dieta come dovremmo. Sebbene sia stato dimostrato che il fattore genetico sia influente, la dieta è uno dei principali fattori scatenanti di questo problema.

In questo articolo spieghiamo tutto quello che bisogna sapere sull’iperuricemia. È importante conoscere le possibili conseguenze per sensibilizzare la popolazione e invitarla a migliorare il proprio stile di vita.

Quali sono le cause dell’iperuricemia?

L’iperuricemia è correlata alla dieta. Avere una dieta squilibrata, ricca di carne rossa, frutti di mare e pesce aumenta il rischio, così come il consumo di alcol. Tuttavia, non sono gli unici fattori che influiscono.

Secondo studi recenti, gli uomini corrono un rischio maggiore di soffrire di questa condizione rispetto alle donne. È interessante notare che anche l’esercizio vigoroso per un lungo periodo può far aumentare l’acido urico. Allo stesso modo, alcune patologie sono associate, come il diabete o le malattie renali. Anche essersi sottoposti a cure chemioterapiche.

Diversi tipi di carne.
Le carni sono tra gli alimenti che aumentano maggiormente i livelli di acido urico se consumate in eccesso.

Quali sono le conseguenze dell’iperuricemia?

Alti livelli di acido urico nell’organismo sono associati principalmente alla gotta, condizione che va ben oltre il semplice dolore all’alluce. È importante sapere che questa sostanza è associata anche a un maggiore rischio di soffrire di malattie cardiovascolari. L’acido urico in abbondanza abbassa l’ossido nitrico, essenziale affinché i vasi sanguigni possano dilatarsi e l’afflusso di sangue sia corretto.

Quando l’ossido nitrico diminuisce, le arterie diventano più rigide ed è più facile che si verifichi un problema vascolare. Per esempio, aumenta il rischio di ipertensione e arteriosclerosi. In buona parte dei casi non si presentano sintomi, fatto che complica ulteriormente la situazione perché il problema viene rilevato quando sono già stati danneggiati i vasi sanguigni o gli organi, come i reni.

Malattia renale

L’acido urico viene eliminato grazie ai reni che lo filtrano e lo espellono nelle urine. Quando le concentrazioni di questo acido sono molto alte, possono formarsi dei calcoli all’interno del rene. Questi calcoli finiscono per causare danni all’organo.

Gotta

La gotta è una condizione che si verifica perché i cristalli di acido urico si depositano all’interno delle articolazioni e le danneggiano. Si presenta sotto forma di attacchi di dolori articolari, che molto spesso colpisce l’alluce. Oltre al dolore, l’articolazione può essere gonfia e arrossata. Man mano che la gotta progredisce, l’articolazione perde mobilità. Molte persone provano un disagio persistente.

Gotta al piede.
La gotta è la malattia caratteristica dell’iperuricemia.

Come viene diagnosticata?

La cosa più normale è che l’iperuricemia non produce alcun sintomo, si stima che quasi il 7% degli uomini ne soffra. Tuttavia, la concentrazione di acido urico può essere tenuta sotto controllo con un semplice esame del sangue.

Si consiglia di andare dal medico ed eseguire spesso esami di routine. Pertanto, anche se non ci sono ancora sintomi, è possibile istituire misure preventive per evitare complicazioni. Ad esempio migliorare la dieta.

Se si è verificato un qualsiasi tipo di manifestazione nelle articolazioni, il liquido sinoviale viene solitamente estratto da esse per l’analisi. Anche la radiografia, l’ecografia e altre tecniche vengono utilizzate per confermare la diagnosi.

Potrebbe interessarti ...
Dieta antinfiammatoria per contrastare l’acido urico
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Dieta antinfiammatoria per contrastare l’acido urico

Seguire una dieta antinfiammatoria può limitare la produzione di acido urico nell’organismo e promuovere un'adeguata eliminazione.