Ipotiroidismo durante la gravidanza

· 15 giugno 2018
L'ipotiroidismo influisce sulla gravidanza e sullo sviluppo del bambino. L'uso di rimedi naturali contribuisce a regolarizzare la tiroide e attenua i sintomi di questo disturbo.

Le malattie della tiroide sono molto diffuse e conosciute, ma poche volte si parla degli effetti dell’ipotiroidismo durante la gravidanza e di come ridurli.

La tiroide è una ghiandola situata nel collo, più precisamente sotto il cosiddetto pomo d’Adamo. Fa parte del sistema endocrino e ha la funzione di secernere gli ormoni tiroidei. Questi ormoni sono responsabili della regolazione del metabolismo, ovvero del modo in cui il corpo distribuisce e organizza il bilancio energetico del corpo.

La ghiandola, a forma di farfalla, è composta da due lobi e da un area centrale denominata istmo. Quando secerne una bassa quantità di ormoni, si verifica una malattia chiamata ipotiroidismo.

Quando una persona soffre di ipotiroidismo, le funzioni del suo organismo (come ad esempio la digestione degli alimenti) rallentano in maniera considerevole, finché non sembra quasi che si siano fermate del tutto.

Se una donna si trova in stato interessante, la condizione della tiroide esercita un influsso sia sulla gravidanza che sullo sviluppo del bambino.

Per garantire la salute del piccolo, la madre deve seguire alla lettera le prescrizioni e i trattamenti farmacologici indicati dal proprio medico, facendo bene attenzione a non aumentare né diminuire le dosi.

Ipotiroidismo: diagnosi e controllo

Per diagnosticare questa malattia, è sufficiente un’analisi del sangue che verifichi i livelli degli ormoni tiroidei.

La cosa migliore da fare prima di rimanere incinte, è controllare lo stato della propria tiroide. In questo modo è possibile prevenire un aborto o l’insorgenza di complicanze nel corso della gestazione.

Ipotiroidismo durante la gravidanza: sintomi

Sintomi

Quando si è in dolce attesa, capire di soffrire di ipotiroidismo non è affatto semplice, perché le sue manifestazioni si confondono con quelle tipiche della gravidanza. Questi sono alcuni dei sintomi tipici dell’ ipotiroidismo:

  • Aumento incontrollabile del peso corporeo.
  • Costipazione o indurimento delle feci.
  • Altissima sensibilità alle basse temperature.
  • Unghie e capelli fragili, propensi alla rottura.
  • Fatica, stanchezza, debolezza o sensazione di lentezza e pesantezza.
  • Irregolarità del ciclo mestruale o abbondanza del flusso.
  • Dolori muscolari e articolari.
  • Pallore e pelle secca.
  • tristezza e depressione.
  • Polso lento.
  • Crampi.
  • Voce rauca e lentezza nel parlare.
  • Viso gonfio e palpebre cadenti.

Ipotiroidismo durante la gravidanza: trattamento e rimedi naturali

Il trattamento medico regolare per le pazienti in stato interessante affette da ipotiroidismo consiste nella somministrazione di levotiroxina. La terapia va seguita fino al ristabilimento dei normali valori degli ormoni tiroidei nel sangue,

Lo iodio è un’altra sostanza che viene spesso somministrata. Nel corso della gravidanza, la gestante ne dovrà assumere almeno 150 microgrammi al giorno.

Ogni 4 settimane la paziente dovrà sottoporsi un esame del sangue per accertarsi che  i livelli ormonali siano stabili e che lo sviluppo del feto stia procedendo nella più completa normalità.

Per ridurre i sintomi dell’ipotiroidismo durante la gravidanza, è anche possibile combinare i trattamenti medici con alcuni rimedi naturali, e qui di seguito vogliamo presentarne alcuni:

Frullato di ananas e papaya

Frullato di ananas e papaya

Ingredienti

  • 1 cucchiaio (15 g) di alghe marine
  • 1 mela verde
  • una fetta di ananas al naturale
  • 1 fetta di papaya
  • 1 pompelmo di grosse dimensioni

Preparazione

Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore e accertarsi di frullarli finché non si integrano completamente. Non è necessario filtrare la bevanda.

Per ottenere l’effetto voluto, la paziente deve bere il frullato per 7 giorni consecutivi, a digiuno e subito dopo averlo preparato. La aiuterà a mantenere un peso corporeo corretto e a regolare la tiroide.

Frullato verde e cremoso

Ingredienti

  • ½ avocado tagliato a cubetti
  • 2 cucchiai (30 g) di spinaci tritati
  • ¼ di tazza (50 g) di foglie di cilantro
  • 3 cucchiai di yogurt di latte di cocco (60 g)
  • 3 cucchiai (37,5 ml) di succo di mela verde
  • 1 ½ (19 ml) cucchiai di succo di limone
  • ¼ di cucchiaino (0,75 g) di polvere di alga clorella

Preparazione

Versare tutti gli ingredienti nel frullatore finché la miscela non ha raggiunto una consistenza morbida e cremosa. La clorella è un’alga ricca di iodio, mentre la mela e il limone servono a depurare l’organismo.

Centrifugato detox alla carota

Centrifugato detox alle carote

Ingredienti

  • 1 cetriolo
  • 5 gambi di sedano
  • 5 carote
  • 1 limone intero
  • 1 tazza d’acqua di cocco naturale

Preparazione

Frullare tutti gli ingredienti e poi filtrate per eliminare i residui di carota e di sedano. Per un risultato ottimale, bere tutti i giorni per almeno una settimana. La sua funzione principale è quella di ristabilire i livelli degli ormoni tiroidei.

Frullato di spinaci e spirulina

Ingredienti

  • Un mazzo di spinaci freschi
  • Quattro o cinque carote di medie dimensioni (tagliate a pezzi)
  • Due o tre mele verdi
  • Un paio di gambi di sedano
  • Un cucchiaino (3 g) di alga spirulina

Preparazione

Frullare le carote, il sedano, le foglie di spinaci e le mele, e poi aggiungere la spirulinaConsumare il frullato due volte al giorno. Oltre a regolarizzare la tiroide, questo frullato vi fornirà vitamine, minerali e fibre solubili.

Guarda anche