Ipotiroidismo ed erbe medicinali

· 17 maggio 2014
Il consumo abituale dell'iperico può aiutarvi a ridurre la stanchezza, la depressione, la fatica o l'apatia provocate dall'ipotiroidismo.

L’ipotiroidismo è una malattia che colpisce soprattutto le donne. È legata ad una disfunzione della ghiandola tiroide che secerne meno ormoni di quanti dovrebbe, provocando uno scompenso ormonale le cui conseguenze alterano le condizioni di salute di chi ne soffre.

Spesso, l’ipotiroidismo diventa una malattia cronica per cui i pazienti che ne soffrono sono costretti ad assumere ogni giorno una pastiglia di levotiroxina che apporta la dose adeguata di tiroxina necessaria all’organismo. Il trattamento medico, insieme ad un’alimentazione equilibrata, permette di avere una qualità di vita più che accettabile, quindi di affrontare le giornate in tutta normalità. Per aiutarvi, noi di “Vivere più sani” vi daremo una serie di consigli riguardo alcune erbe medicinali utili in caso di ipotiroidismo.

Sintomi dell’ipotiroidismo

Erbe medicinali per l’ipotiroidismo

Zenzero

Zenzero

Questa radice ha un effetto stimolante sul sistema circolatorio, quindi è fondamentale per mantenere il sangue in movimento ed è molto utile in caso di ipotiroidismo. Grazie a questa sua proprietà, lo zenzero vi permette di combattere non solo la stanchezza, ma anche la sensazione di freddo tipica dell’ipotiroidismo. Lo zenzero, inoltre, è un ottimo digestivo, come quasi tutte le erbe amare.

Potete preparare un infuso a base di radice di zenzero: grattugiate una quantità sufficiente di zenzero (un cucchiaino) e lasciatelo bollire in acqua per alcuni minuti. Lasciate riposare qualche istante e poi bevetene a piccoli sorsi dopo i pasti principali.

Iperico o erba di San Giovanni

Iperico_androsaemum_orange_flair

L’iperico è un’erba medicinale a cui si ricorre frequentemente contro gli effetti collaterali dell’ipotiroidismo. Molto indicata contro la stanchezza, la depressione, il disinteresse e l’apatia, tutte conseguenze di questa malattia. Chiamata anche “erba di San Giovanni”, quest’erba è uno dei migliori antidepressivi naturali che esistono in natura. Potete bere degli infusi di iperico la mattina. È reperibile anche in forma di compresse in qualsiasi erboristeria o negozio di prodotti naurali con il nome di “iperico”. Si consiglia l’assunzione di una compressa da 0,5 mg al giorno per un mese.

Alga marina Fucus

Alghe

Le alghe marine, della varietà Kelp o muschio d’Irlanda, sono ideali per la tiroide. Anche se, in genere, vengono usate come ingrediente nella preparazione di diversi piatti, le alghe sono pur sempre delle erbe, contengono iodio, una sostanza fondamentale per trattare l’ipotiroidismo. Bisogna aggiungere che queste alghe non sono indicate per tutti i casi di ipotiroidismo, molto spesso interferiscono con i farmaci che stanno assumendo i pazienti e possono portare ad un eccesso di iodio nell’organismo, per questo motivo vi consigliamo di consultare il vostro medico prima di iniziare ad assumerle.

Dente di leone

La costipazione è un altro effetto associato all’ipotiroidismo, per questo è necessario regolarizzare l’attività dell’intestino per evitare problemi di questo tipo. Il dente di leone è un eccellente alleato per facilitare il movimento intestinale; è sufficiente bere un infuso a base di quest’erba prima dei pasti. Potete immergere tre boccioli di dente di leone in una casseruola piena d’acqua e farli bollire per cinque minuti. Lasciate risposare qualche istante e bevete l’infuso a piccoli sorsi.

Tè al peperoncino di Cayenna

Cayenna-Tim-Patterson

Il tè al peperoncino di Cayenna aiuta la circolazione sanguigna, alleviando la sensazione di freddo tipica dell’ipotiroidismo. Questo tè, inoltre, permette di stimolare l’organismo, soprattutto se bevuto durante il pomeriggio. È sufficiente mettere 1/4 di un cucchiaino di peperoncino di Cayenna in polvere, quindi pochissimo, giusto un pizzico, in una casseruola riempita della quantità d’acqua corrispondente ad una tazza. Lasciate riposare qualche minuto. Quest tè va bevuto molto caldo.

Guarda anche