La dieta dimagrante fallisce: 6 motivi

25 Giugno 2020
Alcune diete propongono percorsi impegnativi e incoraggiano il consumo di alimenti industriali o cibi ipocalorici che alla lunga causano deficit nutrizionali, dunque non possono essere seguite per molto tempo. Bisogna, piuttosto, imparare a mangiare sano.

Secondo uno studio spagnolo sull’obesità, l’80% delle persone che cominciano una dieta finisce per abbandonarla. Per poter dimagrire, risulta dunque necessario individuare i motivi che ci impediscono di seguire la dieta e porvi soluzione. Le cause per cui la dieta dimagrante fallisce possono essere diverse. Continuate a leggere per saperne di più.

Perché la dieta dimagrante fallisce?

Se avete adottato un piano dietetico, forse vi sarete già fatti questa domanda. Uno studio ha dimostrato che quando si comincia una dieta, due persone su tre non solo non dimagriscono, ma si ritrovano alla fine con qualche chilo in più.

Come risultato, la frustrazione e il circolo vizioso in cui si entra rende la dieta una montagna russa, con effetti negativi sul metabolismo e sull’umore.

Leggete anche: Deliziosi frullati per dimagrire senza patire la fame

1. Smettere di mangiare grassi sani

Cibi ricchi di omega 3
Un basso consumo di acidi grassi omega-3 è stato associato a un maggiore consumo di grassi non sani.

Questo potrebbe essere il motivo principale per cui una dieta fallisce. Alcuni nutrizionisti suggeriscono il collegamento tra obesità e uno squilibrio nel consumo di acidi grassi omega-3 e omega-6.

L’ideale sarebbe consumare all’incirca la stessa quantità di omega-6 e omega-3. Quando mangiamo grandi quantità di alimenti processati, spesso ricchi di oli vegetali e grassi poco sani, il consumo di acidi grassi omega-6 è troppo alto rispetto a quello di omega-3.

Smettere di mangiare cibi ricchi di omega-3 può portarci a mangiare troppo. Se il corpo non riceve un pasto completo, continuerà a desiderare grassi, quindi mangeremo di più.

2. Carenza di calorie

Poiché il corpo lavora per mantenere un peso costante, se non gli forniamo abbastanza cibo, avrà fame di nutrienti. Quando ciò si verifica in modo continuativo, si attiva una risposta volta alla sopravvivenza: rallentiamo il metabolismo per conservare le risorse. 

Il corpo risparmia in modo intelligente sul dispendio calorico. Non sa, infatti, quando avrà accesso ai nutrienti di cui ha bisogno. È il meccanismo che ci mantiene in vita quando scarseggia il cibo.

In questo modo, paradossalmente, assumere poche calorie ci può portare a ingrassare perché il metabolismo entra in “modalità sopravvivenza”.

3- Carenza di proteine

Uomo davanti a tagliere con cibi proteici
Le proteine sono parte importante di una dieta, incluse anche quelle di origine vegetale.

Molte persone credono che i legumi siano alimenti molto calorici e, quindi, da evitare. Si tratta tuttavia di un’importante fonte di carboidrati a lento assorbimento che lasciano un prolungato senso di sazietà. I

Oltre a ciò, essendo ricchi di proteine, consentono lo sviluppo della massa muscolare, il nostro tessuto “bruciagrassi”.

4- Troppa attività fisica

Fare esercizio in modo regolare è molto importante, ma 30 minuti al giorno di attività moderata sono già sufficienti. Al contrario, un’attività fisica troppo intensa tende ad attivare una risposta stressoria nel nostro corpo.

Se ciò avviene in modo ripetuto, può indurre l’organismo a uno stato di stress cronico. Il sistema immunitario si allenta e viene rilasciato l’ormone dello stress, il cortisolo, che può contribuire a un aumento di peso. Il cortisolo è anche associato a disturbi immunitari, depressivi e di infertilità.

5. La dieta dimagrante fallisce per il troppo stress

La dieta dimagrante fallisce per il troppo stress
Seguire una dieta dimagrante significa adottare alcuni cambiamenti nello stile di vita, non restrizioni eccessive causa di stress.

Esagerare con l’esercizio fisico non è l’unico modo per scatenare una risposta di stress nel corpo. Preoccuparsi di continuo del cibo, contare le calorie e perdere il gusto di mangiare è ugualmente stressante.

Invece di adattarvi alle regole di una dieta ferrea, provate semplicemente a mangiare alimenti sani che soddisfino il palato.

Potrebbe interessarvi anche: La dieta FODMAP: tutti i benefici per la salute

6. La dieta dimagrante fallisce quando è insostenibile

Una dieta dimagrante di solito impone regole severe, ciò significa che a lungo andare non può essere mantenuta. Bisogna, piuttosto, imparare a mangiare sano.

Invece di perdere tempo a ingannare il vostro corpo, a spese del sistema nervoso centrale o della salute , assecondatelo in modo naturale. Continuate a fornirgli alimenti piacevoli e in grado di dare energia e vitalità.

Un apporto costante di nutrienti mantiene stabili i livelli degli zuccheri nel sangue, garantendo capacità di concentrazione e chiarezza mentale.

Imparare a mangiare sano, senza “morire di fare” significa prendere decisioni più intelligenti e coscienti sulla qualità del cibo e non solo sulle quantità. Quelli visti in questo articolo sono 6 motivi che possono ostacolare una dieta. Ora che li conoscete, non potete fallire. Vietato arrendersi!

  • Mann T, Tomiyama AJ, Westling E, Lew AM, Samuels B, Chatman J. Medicare’s search for effective obesity treatments: diets are not the answer. Am Psychol. 2007 Apr;62(3):220-33. Review. PubMed PMID: 17469900.
  • Berk M, Jacka FN. Diet and Depression-From Confirmation to Implementation. JAMA. 2019 Mar 5;321(9):842-843. doi: 10.1001/jama.2019.0273. PubMed PMID: 30835294.
  • Yildiran H, Mercanligil SM. Does increasing meal frequency improve weight loss and some biochemical parameters in overweight/obese females? Nutr Hosp. 2019 Mar  7;36(1):66-72. doi: 10.20960/nh.2191. PubMed PMID: 30836763.