L’alimentazione corretta per ossa forti e sane

· 2 marzo 2014

Seguire un’alimentazione equilibrata è fondamentale per avere ossa forti e sane, e per prevenire fratture, osteoporosi, deformazioni della colonna vertebrale, problemi ai denti e molte altre malattie.

Per evitare queste malattie è importante includere nella nostra dieta alcuni alimenti ricchi di calcio, magnesio, potassio, vitamina D e Omega 3 che aiuteranno le nostre ossa. Quali sono gli alimenti più adatti per avere ossa forti e sane?

I nutrienti essenziali per avere ossa forti e sane

A seguire vi presentiamo una lista degli alimenti contenenti i nutrienti da assumere per avere ossa forti e sane:

Calcio

Per prevenire l'osteoporosi è necessario assumere molto calcio. Ci aiuterà ad avere ossa forti e sane.

  • Latte e suoi derivati: anche se sono ricchi di calcio, alcuni studi hanno dimostrato che il nostro organismo ha difficoltà ad assimilarlo in età adulta
  • Frutta secca e senza sale (mandorle, nocciole, noci, castagne…)
  • Ribes nero
  • Fico
  • Cocco
  • Aglio
  • Cipolla
  • Mela
  • Pera
  • Mango
  • Banana
  • Avocado

Vi potrebbe interessare anche: I benefici dell’aglio per la salute dell’organismo

Magnesio

  • Avena
  • Lattuga
  • Asparagi
  • Frumento integrale
  • Zucca
  • Patata
  • Pesca
  • Piselli
  • Lenticchie
  • Prugna
  • Frutta secca (nocciole, noci)

Potassio

Anche il potassio, contenuto per esempio nella banana, aiuta ad avere ossa forti e sane

  • Legumi (ceci, piselli, fagioli)
  • Prugne secche
  • Albicocche
  • Banana
  • Avocado

Vitamina D

La vitamina D è molto importante per l’assorbimento del calcio e del magnesio nelle ossa. Il nostro corpo produce vitamina D in maniera naturale, ovvero quando la nostra pelle è esposta al sole.

Per questo vi consigliamo di prendere il sole ogni giorno, nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio. Se vivete in una zona poco soleggiata, potete consumare abitualmente uova e pesci grassi (sardine, aringhe, salmone, tonno) o assumere la vitamina D sotto forma di integratori.

Alimenti ricchi di Omega 3

Gli acidi grassi Omega 3 e 6 sono presenti in grandi quantità nel pesce e il loro consumo ci aiuta ad avere ossa forti e sane

  • Pesce azzurro
  • Uova
  • Burro
  • Frutta secca, cruda, senza sale
  • Semi di lino

Leggete anche: Perché è importante mangiare regolarmente semi di lino?

Proteine

Le proteine non sono contenute solamente nella carne, nel pesce e nelle uova.

Di fatto, un eccesso di proteine animali può peggiorare o accelerare alcuni problemi come quello dell’osteoporosi. Quelli che vi elenchiamo di seguito sono alimenti ricchi di proteine vegetali:

  • Legumi
  • Germogli di erba medica (Alfa Alfa)
  • Avocado
  • Frutta secca, cruda, senza sale
  • Spirulina

Quali alimenti bisogna evitare?

Ci sono alcuni alimenti che rubano il calcio al nostro organismo e altri che ne rendono difficile l’assimilazione, per questo motivo vi raccomandiamo di evitarli nella vostra dieta:

Gli spinaci hanno l'effetto contrario e "rubano" il calcio al nostro organismo

  • Eccesso di proteine animali
  • Alcol
  • Tabacco
  • Zucchero bianco
  • Caffè
  • Bibite gassate e zuccherate
  • Prodotti raffinati
  • Cibi precotti
  • Alimenti fritti
  • Cibi salati
  • La crusca inibisce l’assorbimento del calcio. È vero che dobbiamo consumare alimenti integrali, ma bisogna evitare quei prodotti con l’aggiunta di fibra (biscotti, pane, etc.) o per lo meno non mangiarli insieme agli alimenti ricchi di calcio.
  • Possiamo mangiare le verdure con ossalati (spinaci, barbabietola), ma non insieme agli alimenti ricchi di calcio.

I sali di Schüssler per le ossa

I sali di Schüssler sono un rimedio omeopatico senza controindicazioni né effetti collaterali, molto utili se vogliamo aiutare il nostro organismo ad assimilare meglio i nutrienti.

Alcuni sali sono particolarmente indicati per determinati problemi ossei:

  • Usura della cartilagine ossea: Calcium Phosphoricum (Fosfato acido di calcio)
  • Ossa troppo sottili: Natrium Chloratum (Cloruro di sodio) e Natrium Sulphuricum (Solfato sodico anidro)
  • Fragilità e decalcificazione ossea: Calcium Fluoratum (Ffluoruro di calcio), Calcium Phosphoricum (Fosfato acido di calcio) e Magnesium Phosphoricum (Fosfato acido di magnesio)
  • Ossa rigide: Calcium Fluoratum (Ffluoruro di calcio), Calcium Phosphoricum (Fosfato acido di calcio) e Silicea (Acido silicico)
  • Fratture: Calcium Fluoratum (Ffluoruro di calcio), Calcium Phoshporicum (Fosfato acido di calcio) e Magnesium Phosphoricum (Fosfato acido di magnesio)
  • Dolori dovuti a vecchie fratture ossee non curate adeguatamente: Natrium Phosphoricum (Solfato biacido di sodio), Silicea (Acido silicico) e Magnesium Phosphoricum (Fosfato acido di magnesio)

Come si usano i sali di Schüssler?

Bisogna assumerne due compresse sotto la lingua tre volte al giorno, lontano dai pasti, compresi liquidi e cibi dai sapori forti o di menta (gomme da masticare, dentifrici, ecc.). Se dobbiamo assumere più di una compressa, possiamo farlo tra un pasto e l’altro.

Immagini per gentile concessione di Theen, The Travelling Bum e desegura89.

  • Gani, L. U., & How, C. H. (2015). Vitamin D deficiency. Singapore Medical Journal. https://doi.org/10.11622/smedj.2015119
  • Sunyecz, J. A. (2008). The use of calcium and vitamin D in the management of osteoporosis. Therapeutics and Clinical Risk Management. https://doi.org/10.1016/j.bone.2007.10.005
  • Cashman, K. D. (2002). Calcium intake, calcium bioavailability and bone health. British Journal of Nutrition. https://doi.org/10.1079/BJN/2002534
Guarda anche