Le 4 migliori bevande per combattere il dolore rapidamente

· 14 giugno 2015

La maggior parte delle persone, quando sente un dolore che impedisce loro di svolgere le attività quotidiane con normalità, ricorre ai farmaci analgesici. Tuttavia, gli esperti sconsigliano un consumo frequente di questi medicinali, poiché un abuso di molti degli analgesici presenti sul mercato comporta effetti collaterali gravi. Per questo motivo, conviene trovare alternative naturali che permettano di ridurre il dolore e di migliorare la nostra qualità di vita senza patire effetti indesiderati.

Quando è necessario attenuare un dolore, pochi immaginano che una semplice bevanda naturale possa farci sentire meglio. Tuttavia, proprio come succede con alcuni alimenti che sono in grado di combattere le infiammazioni e i dolori, è possibile preparare alcune bevande che abbiano un effetto simile, l’ideale per prevenire e calmare vari tipi di dolori.

Succo di mirtilli rossi

Mirtilli

Il succo di mirtilli rossi è una bevanda naturale ricca di antiossidanti, vitamine e minerali, che la rendono una grande alleata della nostra salute. Questo succo contiene una sostanza conosciuta come antocianina, che aiuta a prevenire le infiammazioni e lo stress ossidativo. Bere succo di mirtilli rossi tutti i giorni per sei settimane, aumenta i livelli di citochine, molecole antinfiammatorie che agiscono anche quando il corpo è sottoposto a grandi sforzi fisici. Ciò significa che il succo di mirtilli rossi è in grado di proteggere il corpo da dolori e infiammazioni.

Preparazione

  • In un frullatore, mischiate ½ tazza di mirtilli rossi freschi con un bicchiere d’acqua (200 ml) e frullate fino a ottenere un mix omogeneo. Potete addolcire il succo con del miele o con altri dolcificanti naturali. Se volete, potete anche aggiungere qualche goccia di limone.

Tè verde

Questa bevanda naturale è diventata famosa in tutto il mondo dopo che sono stati scoperti i grandi benefici che comporta per la nostra salute, tra cui troviamo la capacità di prevenire le malattie e di facilitare la perdita di peso. Il tè verde è una bevanda ricca di flavonoidi, un composto antinfiammatorio in grado di prevenire varie malattie. Stando a diversi studi, il consumo di tè verde può aumentare in modo significativo il livello di antinfiammatori e diminuire gli elementi infiammanti. È per questo motivo che il tè verde è un grande alleato contro l’artrite reumatoide e altri tipi di dolore.

Preparazione

  • Fate bollire una tazza d’acqua (250 ml) e aggiungete un cucchiaio o una bustina di tè verde. Lasciate riposare per 5 minuti e poi bevete. Potete addolcirlo con del miele.

Succo di ciliegia

succo_di_ananas_ciliegie-500x666

Il succo di ciliegia agisce riducendo gli indicatori delle infiammazioni come la proteina C reattiva (PCR). Questo succo aiuta a ridurre l’infiammazione del grasso viscerale e l’infiammazione cardiaca, entrambe legate a un rischio maggiore di problemi cardiovascolari. Ciò si deve al fatto che le ciliegie sono ricche di un antiossidante conosciuto come antocianina, grazie al quale acquisiscono grandi proprietà antinfiammatorie. Il succo di ciliegia senza zucchero ha effetti molto efficaci per ridurre il dolore alle articolazioni e i dolori provocati dall’artrite, così come altri tipi di dolore causati da infiammazioni.

Preparazione

  • Frullate ½ tazza di ciliegie snocciolate con un bicchiere d’acqua e bevete immediatamente. Se volete aumentarne gli effetti e il contenuto di fibre, mescolate ½ tazza di more, ½ tazza di ciliegie e un bicchiere di succo di mela. Frullate bene e bevete il succo quando è freddo.

Kefir

Il kefir o kéfir è una bevanda dalle grandi proprietà antinfiammatorie. Viene prodotta a partire dal latte fermentato ed è una fonte ricca di batteri “buoni”, come quelli probiotici. Secondo alcuni studi, questi batteri aiutano a combattere l’infiammazione sistemica. È stato scoperto che coloro che soffrono di malattie infiammatorie come la colite ulcerosa, sono riusciti a ridurre i livelli d’infiammazione grazie a un consumo quotidiano di kefir per un periodo di 8 settimane. I pazienti sani che hanno consumato batteri probiotici sono riusciti a ridurre meglio l’infiammazione rispetto ai pazienti che hanno assunto un placebo.

Preparazione

  • Procuratevi grani di kefir e metteteli in un barattolo di vetro. Dopodiché, versateci sopra qualsiasi tipo di latte: intero, parzialmente scremato, scremato. Potete anche usare latte vegetale, come quello di riso.
  • Richiudete il barattolo e conservatelo in un luogo fresco e lontano da fonti di luce. L’ideale è lasciarlo riposare per almeno 24 ore, per ottenere una buona consistenza.
  • Dopodiché, scolate il kefir e conservate il liquido in una brocca o in un bicchiere. Così, avrete separato il liquido dai grani. Potete conservarlo in frigorifero per poterlo bere quando è freddo.
Guarda anche