Le erbe che aiutano a dormire meglio

31 marzo 2017
Le erbe sono il modo migliore per conciliare il sonno. Possiamo assumerle sotto forma di tisana oppure utilizzarne l'estratto.

Se avete difficoltà ad addormentarvi o tendete a svegliarvi nel mezzo della notte senza riuscire più a chiudere occhio, alcuni infusi di erbe potrebbero esservi di grande aiuto.

In questo articolo vi diciamo quali sono le migliori erbe per godere di un buon sonno e svegliarsi la mattina pieni di energie.

Infusi ed erbe per dormire meglio

Bere una buona tisana che ci permetta di riposare per tutta la notte sembra un’utopia.

Sono in realtà molte le piante in grado di aiutare chi deve fare i conti con un problema comune, che riguarda soprattutto chi vive in città o ha troppi pensieri.

Se anche voi fate parte di questa categoria, segnatevi le seguenti erbe: hanno proprietà calmanti e rilassanti e vi aiutano a dormire meglio.

Leggete anche: 9 alimenti che vi aiuteranno a dormire meglio

Valeriana

È tra le erbe per dormire più note, grazie ai suoi effetti sedativi. Era utilizzata già nell’antichità: i Romani e i Greci conoscevano le sue proprietà rilassanti.

La valeriana è un’erba di origine asiatica, anche se cresce abbondantemente in Europa e in America. Il suo estratto trova impiego nell’industria farmacologica e in fitoterapia.

Contiene diversi oli essenziali dall’effetto sedativo e spasmolitico. Non solo concilia il sonno, ma è anche utile per combattere ansia e stress. 

Aumenta le ore di sonno continuato e dona una sensazione di calma. Si possono bere fino a 3 tazze di valeriana al giorno.

Lavanda

Nota per il suo bel colore e per la fragranza, la lavanda è una delle erbe più rilassanti e in grado di propiziare un sonno profondo.

Un infuso di lavanda prima di andare a letto garantisce una notte di sonno piacevole e ristoratore.

Aiuta a rilassare completamente il corpo e la mente e ad accantonare l’insonnia, lo stress, l’ansia e la depressione.

Potete anche utilizzare l’olio essenziale di lavanda per profumare cuscini e lenzuola: agirà come sedativo naturale.

Un’altra opzione è quella di fare un bagno prima di andare a dormire con qualche rametto di lavanda sparso nell’acqua.

Passiflora

La passiflora è un’efficace pianta dalle proprietà sonnifere naturali.

È consigliata a chi fa fatica ad addormentarsi o a chi tende a svegliarsi a metà del sonno. È ideale per un riposo rilassante e rigeneratore.

Viene impiegata anche nel trattamento dello stress e degli stati ansiosi.

Si tratta di un delicato sedativo che dona benessere generale ed è una buona fonte di alcaloidi (i suoi principi attivi venivano utilizzati per la produzione dei farmaci tranquillanti).

Può essere consumata come infuso, in capsule oppure sotto forma di olio o tintura.

Tiglio

È una delle piante per dormire e dall’azione sedativa più potenti. Ha proprietà rilassanti, calmanti e tranquillizzanti.

Possiede anche un effetto diuretico e per questo motivo si sconsiglia di bere la tisana prima di andare a letto (meglio in serata).

  • È antispasmodico e rilassa i muscoli.
  • Abbassa la pressione e decongestiona le vie respiratorie.
  • Ha molti principi in comune con la valeriana

Camomilla

Con il suoi petali bianchi e il capolino giallo, è una delle erbe più note. La camomilla, dal sapore delicato, appartiene alla stessa famiglia delle margherite e da tempi antichi viene sfruttata per il suo effetto calmante e rilassante.

Oltre a consumarla in infusione possiamo acquistare l’estratto, le capsule e l’olio essenziale.

La camomilla è un rilassante muscolare grazie ad un composto chiamato apigenina (dall’effetto sedativo sul sistema nervoso centrale).

Induce sonnolenza, concilia il sonno e aiuta a dormire profondamente.

Fiori di luppolo

I fiori di luppolo possono essere maschili e femminili. Quest’ultimi, a forma di cono, sono la parte utilizzata per curare l’insonnia.

Contengono una buona quantità di oli volatili che inducono il rilassamento cerebrale.

I fiori di luppolo aiutano anche a regolare gli stati di ansia e le nevrosi.

Tra gli altri impieghi, ricordiamo che stimolano l’appetito, sono antisettici naturali e diuretici molto potenti. Per questo motivo si consiglia di non assumerli in tarda serata.

Rosmarino

Usato in cucina per insaporire i piatti, il rosmarino è una pianta dall’intenso profumo.

Contiene flavonoidi, sali minerali, oli essenziali e fenoli. Tutte queste sostanze favoriscono il rilassamento muscolare e conciliano il sonno.

Potete preparare una tisana oppure impiegarlo per aromatizzare i vostri piatti serali.

Leggete anche: 5 ricette al rosmarino per la salute

Erba di san Giovanni

È una pianta medicinale utilizzata principalmente per il trattamento della depressione e dell’ansia; aiuta a prevenire l’insonnia, il sonno leggero o interrotto.

L’erba di san Giovanni o iperico aumenta la produzione di serotonina nel cervello (neurotrasmettitore con il compito di regolare il riposo).

Può essere consumata in tisana o in capsule. Entrambe si acquistano in erboristeria.

Tra le altre piante che aiutano a dormire meglio ricordiamo:

  • La melissa
  • La menta
  • L’erba Luisa
  • Il papavero
  • La verbena
Guarda anche