Scoprite le migliori erbe lassative

· 24 marzo 2017
Se soffrite di stitichezza cronica o avete difficoltà ad andare regolarmente in bagno, allora vi conviene ricorrere ad alcune erbe lassative prima di assumere farmaci, in quanto presentano meno effetti secondari

La stitichezza è un problema che interessa migliaia di persone. Gli alimenti lavorati, le farine raffinate e lo stress sono tra le cause principali di questa condizione.

La difficoltà di andare in bagno si traduce in gonfiore addominale, fastidio ed  impossibilità di condurre una vita normale.

Per risolvere questo problema, oggi vi consigliamo le migliori erbe lassative.

Stitichezza: come, quando, perché

Le nostre abitudini quotidiane possono alterare l’organismo. La stitichezza, in particolare, dipende da un cattivo funzionamento dell’intestino.

Quando l’intestino non funziona come dovrebbe oppure è saturo a causa di troppo cibo malsano e tossine, allora facciamo fatica ad andare in bagno.

Oltre a sentirci gonfi a causa della stitichezza, è bene sapere che non andare regolarmente in bagno, almeno una volta al giorno (l’ideale sarebbero due), significa accumulare sostanze di rifiuto pericolose per la salute.

L’evacuazione non dovrebbe richiedere troppo sforzo e le feci dovrebbero essere morbide.

In caso contrario, siamo in presenza di stitichezza, un problema che potrebbe diventare cronico se dura diversi giorni o settimane.

Volete saperne di più? Leggete anche: Problemi di stitichezza? Seguite questi consigli a colazione

Erbe lassative: quali sono le migliori?

Per poter andare regolarmente in bagno, una o due volte al giorno, è necessario seguire una dieta sana a base di frutta, verdura e legumi ed evitare alimenti lavorati, fritti oppure impanati.

È fondamentale anche bere almeno due litri di acqua al giorno e fare attività fisica. Per aiutare il corpo ad eliminare le sostanze di rifiuto, potete anche sfruttare le proprietà di certe piante o erbe lassative:

Piantaggine

Le foglie di questa pianta contengono una buona quantità di mucillagine, quindi possono aiutare chi soffre di stitichezza cronica.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di foglie di piantaggine (10 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento

  • In una casseruola versate l’acqua e la piantaggine.
  • Riscaldate a fuoco basso fino a raggiungere l’ebollizione.
  • Togliete dal fuoco e lasciate riposare per 5 minuti.
  • Filtrate e bevete subito l’infuso.
  • Potete bere l’infuso di piantaggine due volte al giorno, una prima di andare a letto.

Ortica

È in grado di stimolare l’apparato digerente e di favorire i movimenti intestinali (peristalsi) per eliminare le feci.

L’ortica fa bene anche al fegato.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di foglie di ortica (10 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento

  • Mettete in una casseruola l’acqua e le foglie di ortica.
  • Portate ad ebollizione e lasciate cuocere per 5 minuti.
  • Togliete dal fuoco e lasciate riposare altri 5 minuti.
  • Filtrate e bevete l’infuso.
  • Si possono bere fino a 3 tazze al giorno (una a digiuno, una mezz’ora dopo pranzo e una mezz’ora dopo cena).

Liquirizia

Combatte l’acidità di stomaco in maniera naturale e depura l’intestino.

Si sconsiglia di ricorrere a questo rimedio per più di due settimane consecutive, perché potrebbe provocare ritenzione idrica oppure far aumentare la pressione arteriosa.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di foglie di liquirizia (10 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento

  • In una casseruola riscaldate l’acqua e le foglie di liquirizia per 10 minuti.
  • Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate in infusione per 5 minuti.
  • Filtrate e bevete l’infuso.
  • Si possono bere fino a tre tazze al giorno (a digiuno e dopo i pasti principali).

Malva

Previene la stitichezza, favorisce la digestione, calma il mal di stomaco ed evita i crampi. Il tè alla malva è perfetto per qualsiasi problema legato all’apparato digerente.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di foglie di malva (10 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento

  • Riscaldate l’acqua finché non avrà raggiunto l’ebollizione e versatela in una tazza.
  • Aggiungete le foglie di malva e coprite la tazza.
  • Dopo 10 minuti, filtrate l’infuso.
  • Bevetelo prima che si raffreddi.
  • Potete berne fino a tre tazze al giorno.

Fico d’India

Non è certamente un’erba, data la forma e le spine, ma è una pianta che può essere di grande aiuto in caso di stitichezza. In questo caso, ne utilizzeremo i fiori.

Ingredienti

  • 4 fiori di fico d’India
  • una tazza d’acqua (250 ml)

Procedimento

  • Riscaldate l’acqua e quando comincia a bollire aggiungete i fiori.
  • Spegnete il fuoco e lasciate riposare per 5 minuti.
  • Filtrate l’infuso e bevete nell’arco della giornata.

Verbena

Si tratta di una delle erbe medicinali lassative più potenti. Ha anche altre proprietà interessanti: è un ottimo analgesico, antinfiammatorio ed antispasmodico.

È uno dei migliori rimedi naturali in caso di gastrite e stitichezza.

Vi consigliamo di leggere anche: Combattere i sintomi della gastrite con un semplice rimedio naturale

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di verbena (20 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento

  • Fate bollire l’acqua ed aggiungete poi le foglie di verbena.
  • Togliete dal fuoco e lasciate riposare per 10 minuti.
  • Dopo 10 minuti, filtrate l’infuso e bevetelo.
  • Bevetene una tazza a digiuno ed una prima di andare a dormire.

Olivo

Le foglie di questa pianta molto conosciuta in tutto il Mediterraneo placano la stitichezza. L’infuso di foglie di olivo è un ottimo lassativo naturale, molto efficace. Provatelo!

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di olivo (20 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Procedimento

  • Riscaldate l’acqua e quando inizia a bollire, aggiungete le foglie di olivo.
  • Lasciate cuocere per 5 minuti, poi spegnete il fuoco e lasciate in infusione altri 5 minuti.
  • Filtrate l’infuso e bevetene una tazza a digiuno e un’altra mezz’ora dopo pranzo.
Guarda anche