Limone, olio e aceto: rimedio ideale per i calcoli renali

Per liberarsi dei calcoli renali è fondamentale mantenersi idratati e seguire le indicazioni del medico.
Limone, olio e aceto: rimedio ideale per i calcoli renali

Scritto da Equipo Editorial

Ultimo aggiornamento: 03 gennaio, 2023

Una miscela a base di limone, olio d’oliva e aceto di mele è un condimento straordinario per le insalate, ma è anche un rimedio naturale per i calcoli renali, secondo la tradizione popolare.

I calcoli rappresentano un fastidio soprattutto a causa del dolore che generano nella parte inferiore della schiena o nello stomaco. Gli alti livelli di ossalato di calcio e fosforo sono i maggiori responsabili dei calcoli.

Secondo la tradizione, l’acido citrico contenuto nel limone avrebbe un effetto alcalino in grado di contrastare gli acidi che favoriscono la formazione dei calcoli. Per questo oggi vogliamo proporvi un rimedio complementare che combina questo e altri ingredienti sani, utili a eliminare i calcoli renali. Tenete sempre a mente che può essere utile solo a integrazione della terapia prescritta dal medico.

Cosa provoca i calcoli renali?

L’accumulo di minerali sia nei reni che nella vescica è la causa della formazione dei calcoli renali. Solitamente questi minerali diventano cristalli minuscoli che vengono espulsi senza problemi attraverso l’urina.

Il problema è che le loro dimensioni possono aumentare a tal punto da non riuscire ad essere diluiti. Dunque si depositano nei reni e nel tratto urinario, provocando forti dolori. Tra i motivi di un accumulo eccessivo vi è la mancanza di acqua nell’organismo, il consumo di zucchero o sale, il sovrappeso e i fattori ereditari.

I calcoli renali possono essere di diversi tipi:

  • Ossalato di calcio: è il più comune e si forma quando l’ossalato si combina con il calcio. Questo tipo di calcolo si forma a causa di un eccessivo consumo di cibi fritti, barbabietole o cioccolato.
  • Acido urico: è comune negli uomini e si produce quando c’è un eccesso di acido. La causa di questi calcoli risale all’eccessivo consumo di carne rossa e frutti di mare.
  • Struvite: comune nelle donne. Questi calcoli tendono ad aumentare di dimensioni e sono causati da infezioni ai reni.
  • Infine i calcoli di cistina, poco comuni e causati da disturbi genetici.

Il limone per trattare i calcoli renali

Secondo la tradizione popolare, consumare acqua e limone, nel quadro di una dieta bilanciata, potrebbe contribuire all’eliminazione dei calcoli renali, in quanto stimolerebbe la minzione e l’eliminazione delle sostanze di scarto attraverso l’urina. La bevanda può essere ingerita a colazione o tra un pasto e l’altro.

Ingredienti

  • 1 bicchiere di acqua (250 ml).
  • 4 cucchiai di succo di limone (60 ml).

Preparazione

  • In un bicchiere di acqua, aggiungete qualche goccia di succo di limone.
  • Bevete con moderazione nel corso della giornata.
Limone a fette

L’olio d’oliva per i calcoli renali

L’olio d’oliva è uno degli ingredienti più sani da includere nella dieta. Secondo la tradizione popolare, può essere anche un valido ingrediente per rimedi casalinghi utili a liberarsi dei calcoli renali.

Sebbene lo si possa consumare nelle insalate e in diversi piatti, l’olio d’oliva, combinato con il limone, risulta un rimedio adatto a combattere i calcoli renali.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di succo di limone (30 ml).
  • 2 cucchiai di olio (30 ml).
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml).

Preparazione

  • Mescolate 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai abbondanti di olio d’oliva.
  • Successivamente, bevete questo mix e poi assumete un bicchiere d’acqua.

Potrebbe interessarvi: Dieta a basso contenuto di grassi

L’aceto di mele per i calcoli renali

Aceto di mele

Si pensa che l’aceto di mele contenga acido acetico che, una volta consumato, stimola la produzione di sostanze alcaline del corpo. Grazie a ciò, i calcoli vengono distrutti e se ne previene la formazione.

Ingredienti

  • 1 o 2 cucchiai di aceto di mele (15 o 30 ml)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • Miele (a piacere)

Preparazione

  • Aggiungete da uno a due cucchiai di aceto in una tazza d’acqua, poi addolcite con un po’ di miele.
  • Berlo almeno 3 volte al giorno farà diminuire i calcoli renali.

Si consiglia di aggiungere l’aceto ai succhi e ai frullati che si consumano. Includerlo come parte del condimento per le insalate risulta parimenti una buona opzione.

Rimedio con limone, aceto di mele e olio d’oliva

Se si vogliono unire tutte le proprietà degli ingredienti precedentemente citati, si può realizzare un trattamento abbastanza potente. In tal modo, i risultati potrebbero essere ancora più evidenti.

Tuttavia, dobbiamo tenere presente che, combinando ognuno di questi ingredienti, il rimedio avrà un sapore più forte.

Ingredienti

  • 1 bicchiere e mezzo di acqua (375 ml).
  • 2 cucchiai di olio d’oliva (30 ml).
  • 5 cucchiai di succo di limone (75 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)
  • 1 cucchiaio di aceto di mele (15 ml)

Preparazione

  • Bere 2 cucchiai di olio d’oliva e 2 cucchiai di succo di limone, seguiti da un bicchiere d’acqua.
  • Dopo mezz’ora diluite in mezzo bicchiere d’acqua 2 o 3 cucchiai di succo di limone e 1 cucchiaio di aceto di mele e assumete il composto.
Aceto d'oliva e limone

Prendete il meglio di questo rimedio, sempre seguendo uno stile di vita equilibrato

I calcoli renali si possono prevenire facilmente con una dieta equilibrata e senza eccessi. Gli ingredienti menzionati in questo articolo aiutano a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire malattie renali.

È importante aggiungerli ai pasti anche come metodo di prevenzione. Il limone, l’olio d’oliva e l’aceto di mele sono prodotti versatili che hanno molteplici applicazioni di cui è possibile beneficiarsi.

Potrebbe interessarti ...
Calcoli renali: perchè si formano?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Calcoli renali: perchè si formano?

Per calcoli renali, pietre nei reni o nefrolitiasi si intende una massa dura che si origina a causa dei cristalli presenti nell'urina.Si possono pr...



  • Alenzi, M., Rahiman, S., & Tantry, B., (2017). Antiurolithic effect of olive oil in a mouse model of ethylene glycol-induced urolithiasis. Investig Clin Urol. May;58(3):210-216.
  • Barghouthy, Y., & Somani, B., (2021). Role of Citrus Fruit Juices in Prevention of Kidney Stone Disease (KSD): A Narrative Review. Nutrients. Nov 17;13(11):4117.
  • Finkielstein, V., & Goldfarb, S., (2006). Strategies for preventing calcium oxalate stones. CMAJ. May 9;174(10):1407-9.
  • Khan, S., Et al. (2016). Kidney stones. Nat Rev Dis Primers. Feb 25;2:16008.
  • O’Kell, A., Grant, D., & Khan, S., (2017). Pathogenesis of calcium oxalate urinary stone disease: species comparison of humans, dogs, and cats. Urolithiasis. Aug;45(4):329-336.
  • Rodriguez, A., Curhan, C., Gambaro, G., Taylor, E., & Ferraro, P., (2020). Mediterranean diet adherence and risk of incident kidney stones. Am J Clin Nutr. May 1;111(5):1100-1106.
  • Ruggenenti, P., Et al., (2021). Fresh lemon juice supplementation for the prevention of recurrent stones in calcium oxalate nephrolithiasis: A pragmatic, prospective, randomised, open, blinded endpoint (PROBE) trial. EClinicalMedicine. 2021 Dec 14;43:101227.
  • Siener, R., (2021). Nutrition and Kidney Stone Disease. Nutrients. Jun 3;13(6):1917.
  • Zhu, W., (2019). Dietary vinegar prevents kidney stone recurrence via epigenetic regulations. EBioMedicine. Jul;45:231-250.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.