Limone, olio e aceto: rimedio ideale per i calcoli renali

· 23 giugno 2018
Oltre a consumare i rimedi menzionati, è molto importante includere nella nostra dieta abbondanti quantità d'acqua per favorire la diuresi e depurare i reni.

Avere ii calcoli renali rappresenta un fastidio soprattutto a causa del dolore che si genera nella parte inferiore della schiena o nello stomaco. Gli alti livelli di ossalato di calcio e fosforo sono i maggiori responsabili dei calcoli.

In natura troviamo componenti come l’acido acetico, presente nel limone, che ha un effetto alcalino e combatte gli acidi responsabili della formazione dei calcoli. Per questa ragione vi presentiamo un rimedio che combina questo e altri ingredienti per eliminare tale problema.

Cosa provoca i calcoli renali?

L’accumulo di minerali sia nei reni che nella vescica è la causa della formazione dei calcoli renali. Solitamente questi minerali diventano cristalli minuscoli che vengono espulsi senza problemi attraverso l’urina.

Il problema è che le loro dimensioni possono aumentare a tal punto da non riuscire ad essere diluiti. Dunque si depositano nei reni e nel tratto urinario, provocando forti dolori. Tra i motivi di un accumulo eccessivo vi è la mancanza di acqua nell’organismo, il consumo di zucchero o sale, il sovrappeso e i fattori ereditari.

I calcoli renali possono essere di diversi tipi:

  • Ossalato di calcio: è il più comune e si forma quando l’ossalato si combina con il calcio. Questo tipo di calcolo si forma a causa di un eccessivo consumo di cibi fritti, barbabietole o cioccolato.
  • Acido urico: è comune negli uomini e si produce quando c’è un eccesso di acido. La causa di questi calcoli risale all’eccessivo consumo di carne rossa e frutti di mare.
  • Struvite: comune nelle donne. Questi calcoli tendono ad aumentare di dimensioni e sono causati da infezioni ai reni.
  • Infine i calcoli di cistina, poco comuni e causati da disturbi genetici.

Il limone per curare i calcoli renali

Il limone contiene acido citrico che agisce sui livelli di pH nel corpo, riducendo l’acido dell’urina e il pericolo della formazione di calcoli di ossalato di calcio.

Grazie al suo apporto di acido citrico, riesce a ridurre l’acidità. La vitamina C, presente anche nel succo di limone, agisce come protettore.

Ingredienti

  • 4 cucchiai di succo di limone (60 ml)
  • 8 tazze d’acqua (2 litri)
  • Edulcorante a piacere (miele o stevia)

Cosa bisogna fare?

  • Prepariamo una limonata con il succo di limone e l’acqua, addolciamo e beviamone due bicchieri al giorno finché non cominceremo a notare i risultati.

I limoni possono anche essere inclusi nella preparazione delle nostre pietanze. Ciò migliorerà il loro sapore e, al contempo, aiuterà ad eliminare i calcoli.

Calcoli renali

L’olio d’oliva per curare i calcoli renali

L’olio d’oliva contiene antiossidanti come la vitamina E, la clorofilla e ifenoli. Essi ritardano l’invecchiamento dell’organismo, riducono l’ossidazione del tessuto grasso e migliorano il funzionamento del fegato. Inoltre, contiene grassi che collaborano all’assimilazione delle vitamine A, D e K.

Sebbene lo si possa consumare nelle insalate e in diversi piatti, l’olio d’oliva, combinato con il limone, risulta un rimedio adeguato per combattere i calcoli renali.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di succo di limone (30 ml)
  • 2 cucchiai di olio (30 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Mescolate 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai abbondanti di olio d’oliva.
  • Successivamente, bevete questo mix e poi assumete un bicchiere d’acqua.
  • Vi consigliamo di ripetere il procedimento tre volte al giorno, per 3 giorni.

L’aceto di mele per curare i calcoli renali

L’aceto di mele contiene acido acetico che, una volta consumato, stimola la produzione di sostanze alcaline del corpo. Grazie a ciò, i calcoli vengono distrutti e se ne previene la formazione.

Quando si consuma l’aceto, è importante verificare la presenza di un deposito nebuloso nella bottiglia, in quanto esso contiene enzimi che forniscono le proprietà necessarie.

Ingredienti

  • 1 o 2 cucchiai di aceto di mele (15 o 30 ml)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • Miele (a piacere)

Cosa bisogna fare?

  • Aggiungete da uno a due cucchiai di aceto in una tazza d’acqua, poi addolcite con un po’ di miele.
  • Berlo almeno 3 volte al giorno farà diminuire i calcoli renali.

Si consiglia di aggiungere l’aceto ai succhi e ai frullati che si consumano. Includerlo come parte del condimento per le insalate risulta parimenti una buona opzione.

Rimedio con limone, aceto di mele e olio d’oliva

Se si vogliono unire tutte le proprietà degli ingredienti precedentemente citati, si può realizzare un trattamento abbastanza potente. In tal modo, i risultati potrebbero essere ancora più favorevoli.

Tuttavia, dobbiamo tenere presente che, combinando ognuno di questi ingredienti, il rimedio avrà un sapore più forte.

Limone miele e olio d'oliva

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio d’oliva (30 ml)
  • 5 cucchiai di succo di limone (75 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)
  • 1 cucchiaio di aceto di mele (15 ml)
  • ½ bicchiere d’acqua (100 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Bere 2 cucchiai di olio d’oliva e 2 cucchiai di succo di limone, seguiti da un bicchiere d’acqua.
  • Dopo mezz’ora diluite in mezzo bicchiere d’acqua 2 o 3 cucchiai di succo di limone e 1 cucchiaio di aceto di mele e assumete il composto.
  • Questo processo deve essere ripetuto per diversi giorni, finché non si notano dei risultati positivi.

I calcoli renali si possono prevenire facilmente con una dieta equilibrata e senza eccessi. Gli ingredienti menzionati in questo articolo aiutano a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire malattie renali.

È importante aggiungerli ai pasti anche come metodo di prevenzione. Il limone, l’olio d’oliva e l’aceto di mele sono prodotti versatili che hanno molteplici applicazioni di cui è possibile beneficiarsi.

Guarda anche